Lunatici ed epilettici
Lunatici ed epilettici - Qualche giorno fa, cercando un libro su Riccardo Cuor di Leone del quale avevo in mente di tratteggiarvi i profili meno noti, mi è rovinosamente precipitato in testa un tomo altomedievale dal titolo Causae et curae, composto da santa Ildegarda di Bingen (1098-1179), relativo all’epilessia....
Miei amati nipoti ..... ovvero Papi nepotisti
Miei amati nipoti ..... ovvero Papi nepotisti - Proseguendo il viaggio nella chiesa medievale, ritengo interessante parlarvi del diffuso fenomeno del c.d. “nepotismo”. Tale analisi tuttavia, per risultare storicamente corretta, necessita di alcune premesse cui dedico l’articolo di esordio.   A partire dal sec. XII tutte le cariche ecclesiastiche dovevano accompagnarsi...
Shoà è un termine che ci suscita orrore, un concetto amplificato da una certa storiografia e del tutto sconfessato da un'altra, come ricordo avendone parlato con i cittadini di Dresda nel lontano 1981. Per cultura generale, si sa che il popolo di Israele ha subito nei secoli deportazioni, eccidi,...
Benedetto Caetani ebbe i natali nella bassa nobiltà provinciale di Anagni nel 1230. Divenuto cardinale nel 1287 e papa nel 1294 con il nome di Bonifacio VIII, si impose per lo straordinario acume e la preparazione giuridica che gli permisero di dar sfoggio di una pratica nepotista astuta...
“Sappi ch’i’ fu vestito del gran manto; e veramente fui figliol dell’orsa, cupido sì per avanzar gli orsatti, che su l’avere e qui me misi in borsa” (Inf., XIX, 60-64). Con queste scarne parole a Dante si presenta Niccolò III, condannato al supplizio eterno per il nepotismo esasperato. E poco oltre, l’Alighieri si...
Ci siamo lasciati con Filippo I di Francia e da qui riprendiamo l’analisi. Coniugato con Berta d’Olanda, il re era diventato padre di un unico figlio (il futuro Luigi VI), la qual situazione non forniva sufficienti garanzie in materia di successione al trono. Così, nel 1092, Filippo decise di...
farfalle
“Stimo le bellezze di una femmina si possan indicare non pur ne’ vezzi e gentilezza del viso, ma più nella persona formosa e atta a portare e produrre in copia bellissimi figliuoli”. Con queste parole, Leon Battista Alberti significava le doti per cui una donna, tra i 15 e...
Sempre a proposito di anguille e di teste, ricordo che ancora oggi, in alcune località di confine tra Lazio e Campania, viene consumata una  minestra, o una pastasciutta al sugo, entrambe condite con testa e code di anguilla di fiume, mentre il resto del pesce viene consumato arrostito, o...