Ricky Ferranti, intervista con l’artista

Il 27 novembre è uscito “Spigoli del Cuore”, il nuovo singolo di Ricky Ferranti. E’ passato un po’ di tempo, ma abbiamo deciso di intervistare l’artista per conoscerlo meglio.

Ricky Ferranti – Spigoli del Cuore

Ciao Ricky, è un piacere intervistarti. Il tuo singolo “Spigoli del cuore” ci ha colpito molto. Come è nato questo brano?

Ciao, intanto grazie a voi.
Questa canzone è nata in un momento in cui le aspettative circa la ricerca di un amore autentico erano scemate.
Mi trovavo disorientato e disilluso quando l’incontro con la mia attuale compagna ha creato i presupposti per continuare a sperare .Ognuno di noi arrivava da esperienze laceranti ed in qualche modo lasciandoci tutto alle spalle siamo come salpati per una meta in cui credevamo.Avevo bisogno che qualcuno accarezzasse un cuore reso troppo spigoloso ed arido e di tornare a sognare.

Nella tua biografia leggiamo che oltre ad essere un musicista sei anche un professore. Quale dei due lavori ti regala più soddisfazione?

Si insegno chitarra da molti anni , ho insegnato per anni all’Accademia di Musica Moderna a Piacenza e poi al Live Studio di Codogno. Non ho mai smesso di insegnare, anche quando suonavo 4 o 5 giorni a settimana con viaggi annessi.
La didattica è un modo per continuare ad aggiornarmi e condividere quello che ho imparato. Entrambe le situazioni mi piacciono molto.

Quali sono gli artisti più interessanti che hai incontrato nel corso della tua carriera?

Essendo molto legato al mondo del blues citare Angel Forrest , una cantante canadese pazzesca e Sherrita Duran , una cantante di colore californiana che vive ormai da tempo a Pavia che è presente anche in un mio Album. Per il lungo percorso insieme citerei anche Marco Rancati, grande voce e grande persona.

Qual è il tuo più grande pregio? E il tuo peggior difetto?

E’ sempre una domanda difficile… penso di essere caparbio e paziente, per i difetti. Un mio problema è che tendo a chiudermi nei rapporti interpersonali diventando egoista.

L’aneddoto più divertente della tua carriera?

Tra quelli raccontabili in pubblico il primo che mi viene in mente è un pomeriggio di diversi anni fa, ero con il gruppo “Animali Rari” ed eravamo appena arrivati nei pressi di un festa in cui avremmo dovuto suonare la sera stessa.
Stavamo chiacchierando in attesa che montassero gli strumenti per poi fare il check quando una famigliola si avvicinò a noi e ci chiese se sapevamo a che ora ci sarebbe stata l’esibizione degli animali e se sapevamo se cerano anche serpenti o bestie esotiche.

Ultima domanda: progetti futuri?

Attualmente sto lavorando all’Album di cui Spigoli del Cuore fa parte.