E’ notte

E’ notte

E’ notte

 

La pioggia lentamente cade sui marmi delle finestre

rompendo,

armoniosamente,

il silenzio nella stanza.

Nell’aria s’annusa l’odore ora selvaggio,

ora un po’ più dolce dei pini,

all’improvviso s’assapora la primavera.

Un bimbo piange poco lontano:

ad un tratto rivivo i tempi più belli e

gli affetti più veri.

E’ notte.

Un lieve sorriso è

sulle labbra e

una piccola lacrima,

dolcemente,

scivola sul viso:

la mia anima è serena,

ora.

 

di Federico salvi

1985

 

Poesia tratta da Oltre il Tempo, edito da Aletti Editore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi