Cittadella dell’accoglienza, i progetti in mostra

Cittadella dell’accoglienza, i progetti in mostra

Cittadella dell’accoglienza, i progetti in mostra – Si inaugura sabato 15 ottobre la mostra dei progetti in concorso per la “Cittadella dell’accoglienza” all’ex ospedale di Riva del Garda. L’esposizione e il relativo catalogo sono realizzati dal Comune in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento, l’Azienda pubblica di Servizi alla Persona «Città di Riva» e UPIPA – l’Unione Provinciale delle Istituzioni per l’Assistenza. Alla cerimonia saranno presenti: l’assessore provinciale alla salute e politiche sociali Ugo Rossi, il sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner con la giunta municipale, il presidente della commissione giudicatrice del concorso Fulvio Irace, il curatore della mostra e del catalogo Gabriele Neri e per l’APSP «Città di Riva» la presidente Graziella Benini. Interverranno anche gli architetti: Patrizia Valla, esperta in healthcare architectures; Cino Zucchi dello Studio CZA, capo progetto e responsabile prestazioni specialistiche del progetto vincitore; Alessandro Gambaretti di Euro Project S.r.l. (progetto vincitore). La presentazione ha inizio alle ore 9.30 all’auditorium del Conservatorio Bomporti in largo Marconi a Riva del Garda; alle 11.45 l’inaugurazione della mostra nei padiglioni dell’ex ospedale, alle 12.30 l’aperitivo. La cittadinanza è invitata.

Apre la cerimonia il sindaco di Riva del Garda Adalberto Mosaner, quindi gli interventi di Graziella Benini, presidente dell’Apsp «Città di Riva» e di Ugo Rossi, assessore alla Salute e Politiche Sociali della Provincia Autonoma di Trento. Alle 10.15 la parola a Fulvio Irace, presidente della giuria, poi agli altri ospiti. Alle 11.45 ci si sposta nell’ex ospedale per l’inaugurazione della mostra.
Sull’area ex ospedaliera della città l’amministrazione comunale di Riva del Garda ha operato una scelta urbanistica attenta, vista l’importanza della sua collocazione, prossima al centro storico e adiacente al complesso monumentale della chiesa dell’Inviolata. L’idea di realizzare una “Cittadella dell’accoglienza” come polo di servizi rivolti prevalentemente al mondo della terza età, ha portato con sé al scelta di un intervento edilizio rispettoso della situazione ambientale e paesaggistica.

 

La volontà di creare un percorso urbano significativo, che dal centro città attraverso l’ottocentesco viale Roma conduca al complesso dell’Inviolata e di seguito al parco della “Cittadella”, è stata interpretata dal piano di recupero redatto dall’architetto Lamberto Rossi, che ha costituito la base per il concorso di progettazione di cui sabato si inaugura la mostra. (mc)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi