Zangro: Intervista per il primo singolo “Bla Bla Bla”

Il 5 febbraio è uscito “Bla Bla Bla“, il primo singolo di Zangro. Pseudonimo di Andrea Zangrilli, è un cantautore genovese che attraverso note pop racconta la verità di un mondo sempre pronto a giudicare.

Zangro – Intervista

Ciao Andrea, benvenuto sulle pagine di Oltre Le Colonne. Innanzi tutto come nasce il tuo primo singolo, “Bla Bla Bla”?

Ciao! Nasce dalla voglia di infondere un messaggio positivo, volto a portare gli ascoltatori a rendersi conto di quanto sia importante rimanere se stessi in un mondo che vuole influenzare ogni nostra scelta, ogni nostro movimento, ogni nostro pensiero. Siamo circondati da troppe parole, è tutto un gran Bla Bla Bla! 

Quali sono le tue ambizioni? Vorresti diventare un cantante famoso o è solo un hobby e una passione la musica per te?

La musica per me è una passione, non un lavoro… e non mi interessa neanche necessariamente diventare famoso. Mi piace condividere i miei brani e mi nutro delle piccole soddisfazioni come i complimenti e gli apprezzamenti di persone che non conosco! Nell’ipotesi in cui diventassi famoso proverei soddisfazione nel sapere che ci sono tante persone che ascoltano i miei brani, indipendentemente dal ritorno economico.

Qual è un artista a cui ti ispiri?

Nessuno. Cerco di essere me stesso e fare ciò che mi piace, scegliendo arrangiamenti che possano essere adatti alla mia voce e ai miei pezzi. Sicuramente i gruppi rock anni ’70 e ’80 con cui sono cresciuto mi hanno influenzato ma di certo non posso dire di ispirarmi ai Led Zeppelin o ai Queen.

Qual è invece il tuo peggior difetto?

Sono perfezionista nelle cose a cui tengo e sono molto caparbio… ma ho anche dei difetti hahah!

Torniamo al brano. “ Bla Bla Bla” parla di non farsi condizionare. Tu riesci a non farti condizionare o a volte sei succube del giudizio degli altri?

Beh a volte siamo condizionati dalla massa e neanche ce ne rendiamo conto: rifletti su come ti vesti, sulle cose che compri, sulle scelte che fai. Scoprirai che tutti più o meno siamo condizionati. Il punto è che non dobbiamo permettere che ciò che ci dice la gente ci snaturi e ci influenzi eccessivamente!

Per finire: progetti futuri?

Continuare a scrivere canzoni sempre più belle! Quello che succederà in termini economici e di ascolti è relativo e secondario.