Viaggio intorno a Palestrina con il Liberavox Ensemble

Viaggio intorno a Palestrina con il Liberavox Ensemble – Doppio appuntamento con il gruppo vocale: sabato 8 giugno alle 19 ai Vespri e domenica 9 alle 10.30 per la prima liturgia di In templo Domini

Lo salutano come “principe della musica” alla sua morte; lo ammirano, fra gli altri, Bach e Beethoven, Mendelssohn e Debussy; è il primo compositore del Cinquecento di cui sia stata pubblicata l’opera omnia, raffinato catalogo – oltre cento messe e poi mottetti, offertori, inni, magnificat… – che gli guadagna a pieno diritto un posto fra i padri della musica sacra. Giovanni Pierluigi da Palestrina sarà oggetto di un doppio omaggio all’interno di Ravenna Festival, con il gruppo vocale LiberaVox diretto da Luigi Taglioni e impegnato prima ai Vespri a San Vitale nell’appuntamento unico di sabato 8 giugno Domus supra petram, naturalmente alle 19, e poi nella liturgia di domenica 9 giugno, alle 10.30 di nuovo nella Basilica di San Vitale: due preziose occasioni per riscoprire il suono palestriniano, prodigiosa sintesi di un periodo artistico e musicale di grande ricchezza.

“Una casa costruita sopra la roccia” è la definizione del Vangelo di chi basa la propria vita sull’ascolto profondo della Parola divina – sopra la roccia del Cristo è costruita la fede della Chiesa nella sua millenaria tradizione – ma l’analogia può essere applicata anche agli sviluppi della polifonia, costruzione non di mattoni ma di suoni e linee vocali. Domus supra petram (sabato 8 giugno alle 19, all’interno della rassegna Vespri a San Vitale) è quindi un titolo che ben si addice a un programma quale quello proposto dai LiberaVox, interamente dedicato a Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525-1594), le cui composizioni magistralmente raccolgono e condensano la lezione della scuola franco-burgundo fiamminga. Nella Roma capitale del Cattolicesimo, Palestrina seppe infatti combinare la complessità verticale della ricerca fiamminga con la percezione orizzontale della parola cantata, espressione di un sentire musicale intimamente “sacro” e contemporaneamente “umano”, nonché – per più versi – profondamente romano.

Con la Missa Aeterna Christi Munera di domenica 9 giugno, alle 10.30, si apre invece il percorso di liturgie In templo Domini, itinerario di musica e fede lungo le domeniche del Festival e nelle basiliche cittadine. Una delle più importanti e melodiche delle 104 messe scritte da Palestrina, questa composizione è dotata di tale delicato equilibrio fra le varie parti da essere paragonata alla scrittura per quartetto d’archi. Elaborata sul tema gregoriano dell’Inno del Mattino delle feste degli Apostoli, dal quale Palestrina ha ricavato temi che ricorrono nella composizione – contribuendo all’impressione di unitarietà e naturalezza – la Missa Aeterna Christi Munera appartiene al tipo “parafrasi” (il più usato dal compositore): una breve frase di canto piano, introdotta dal tenore, fornisce la base melodica e armonica per l’opera, mentre i tratti più brevi (KyrieSanctus,Benedictus e Agnus Dei) si caratterizzano per l’imitazione, cioè la ripetizione da parte di tutte le voci, in successione, dello stesso frammento melodico. Completeranno l’accompagnamento alla liturgia l’inno per la Pentecoste Veni Creator Spiritus(Introito), il mottetto a quattro voci Sicut cervus (Communio) e Tu es Petrus per il Commiato, tutti brani di Palestrina.

LiberaVox Ensemble
 Costituitosi a Roma nel 1990 per iniziativa di Luigi Taglioni, come insieme prevalentemente vocale per la musica polifonica, è formato da musicisti professionisti, con un repertorio che va dal Medioevo al primo Barocco, e informato allo studio delle fonti. Ha partecipato a rassegne di musica antica e collaborato con diverse università e accademie. Si è esibito alla Cappella Paolina del Quirinale con un concerto in diretta su RadioTre, e all’Auditorium Parco della Musica in occasione di una delle Lezioni Magistrali organizzate dall’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Ha inciso per Rai, Stradivarius, Vigiesse e Tactus.

Luigi Taglioni 
Nato a Roma, laureato in lettere e diplomato in pianoforte ha studiato direzione d’orchestra e corale, canto, composizione e viola da gamba. Tra le altre formazioni, ha fondato il LiberaVox Ensemble alla cui direzione svolge un’intensa attività concertistica. È spesso membro di giuria in concorsi internazionali. Come direttore d’orchestra ha lavorato con compagini italiane e straniere e in diverse produzioni liriche. Ha collaborato a lungo con la Rai a programmi tra cui Radiotre Suite e Fahrenheit, nonché come responsabile del settore Musica contemporanea della Direzione commerciale.

1 euro il biglietto per Vespri a San Vitale (la durata è di circa 40 minuti), ingresso libero alla liturgia
Info e prevendite: tel. 0544 249244 – www.ravennafestival.org