Riapre il Bataclan. Omaggio alle vittime degli attentati

Riapre il Bataclan. Omaggio alle vittime degli attentati

Riapre il Bataclan. Omaggio alle vittime degli attentati – La musica come passepartout per tornare a vivere e sconfiggere la paura. Ad un anno esatto dalla strage al Club Bataclan, lo storico locale parigino riapre i battenti e, ad iniziare a scrivere una nuova pagina di storia è stato Sting con un concerto memorabile q cui hanno assistito 1500 persone. Tra gioia, dolore e note, il concerto è stato un vero e proprio successo. Ma la giornata di oggi non è stata solo questo. Il 13 novembre 2015, infatti, altre persone persero la vita e, proprio oggi, la Francia ha voluto rendere omaggio a tutte le vittime. Il presidente della Repubblica, Francois Hollande e il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, hanno scoperto le targhe con i nomi delle vittime apposte sui muri dei diversi luoghi colpiti. La cerimonia è iniziata allo Stade de France, con una targa in onore dell’unica vittima sul posto, Manuel Dias, un autista di bus di 63 anni. Subito dopo, Hollande e Hidalgo, si sono recati dinnanzi al Carillon e a Le Petit Cambige anche qui ha deposto una mazzo di fiori sotto la targa con i nomi delle vittime. Una terza placca è stata svelata nel X e XI arrondissement, 39 in tutto, a La Bonne Biere, Le Comptoir Voltaire e La Belle Epoque. E un’altra a Boulevard Voltaire. Ultima tappa di questo drammatico tour il Bataclan, dove è stata  una apposta sul muro “in memoria delle vittime del 13 novembre 2015”, l’altra, più grande, che contiene i nomi di tutte le 90 vittime.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi