Premio Dianora di Cosenza, al via la IV edizione. Ospite d’eccezione Adele Ceraudo

Premio Dianora di Cosenza, al via la IV edizione. Ospite d’eccezione Adele Ceraudo – La quarta edizione del Premio Dianora – fortemente voluta dal fondatore dell’omonima associazione Franco Manna e organizzata dal Consiglio Direttivo presieduto da Francesca Vizza – è in programma sabato 10 ottobre a partire dalle ore 17 all’Hotel President di Rende. Tra gli ospiti d’eccezione dell’evento – presentato dalla giornalista Rossana Muraca – ci saranno l’artista Adele Ceraudo la giornalista Francesca Pica e il produttore discografico/artistico e vocal coach Gianni Testa.

Come da tradizione i giovani talenti calabresi sono pronti a ricevere l’ambito premio. La commissione che ha giudicato i numerosi curriculum arrivati, non a caso tutta al femminile per celebrare la forza culturale e sociale della Donna del nostro tempo – è stata composta da Giovanna Chimento, Stella Santoro, Maria Rosaria Del Giudice, Valentina Scriva e Stefania Bisciglia.

E non a caso è stata chiamata Adele Ceraudo a premiare il talento che si è maggiormente distinto nella sezione Pittura. Adele pone al centro della sua arte la figura della donna, di cui descrive tutte le caratteristiche, quelle legate alla gioia, alla positività, alla seduzione, fino ad arrivare agli aspetti più tragici legati alla violenza e al dolore. La sua arte, emotivamente coinvolgente, è un messaggio sociale e non solo visivo, incentrato sul rispetto del corpo e dell’anima di tutte le donne, oltre che per la sua eccellente tecnica di disegno con la Bic che l’ha resa famosa a livello internazionale come Lady Bic.

Durante la premiazione sarà proiettato il video Modus Operandi della Ceraudo che mostrerà come l’artista realizza le sue opere: l’idea iniziale dell’immagine viene realizzata per mezzo di scatti fotografici di cui l’artista stessa è modella ed interprete, scatti che successivamente sono selezionati e utilizzati come ispirazione per la creazione del disegno, interamente realizzato con la penna BIC su carta Fabriano. Il disegno viene poi scansionato ad alta risoluzione per essere ingigantito e stampato su diversi supporti: carta, tela, mash forato, plexy o alluminio; infine, l’intervento pittorico rende ogni opera unica e esclusiva.

Il premio per la categoria Letteratura e Poesia è andato a Roberta Marziota. A trionfare in quella dedicata a Cinema ed Arti Figurative sono stati Mariapia Runco e Mattia Costabile. Giovanni Segreti Bruno e Chiara Morelli si sono imposti con il loro talento nella categoria Musica, mentre per la Pittura il migliore è risultato Emanuele Sidoti.