Ora che sei una star, il nuovo singolo di Sauro Martinelli

Dopo l’uscita di “Come polvere” e “La dispensa dei pensieri” esce il nuovo singolo di Sauro Martinelli, “Ora che sei una star”

Canzone scritta per lo zio venuto a mancare a causa del COVID. Racconta la storia di un uomo come tanti, un uomo che ha cercato di portare avanti i propri sogni, ma senza mai riuscire a raggiungere il suo traguardo. Una persona normale, con qualche illusione di troppo ma tanto tanto cuore.

Sognatore e visionario, un vulcano di idee che non hanno mai trovato sbocco nel mondo reale, “un pò per fortuna, un pò per sfiga”, tenendolo sempre sotto scacco.

C’è un mondo di cui si parla sempre meno, ma fatto di persone vere, normali, che ogni giorno si mettono in gioco e cercano con piccoli gesti di cambiare la loro vita, ma anche le giornate alle persone che sono in difficoltà e lo fanno con il cuore. Lo fanno per istinto naturale. Persone che non saliranno mai su un palco e che non saranno mai rese immortali dalla notorietà ma che senza di loro il mondo si fermerebbe.

La fortuna è una componente molto importante, ecco quella fila interminabile di essere umani lungo quella strada al crepuscolo che aspettano un miracolo, il passaggio di una stella. Quando si arriva alla fine di un percorso ci si accorge che siamo tutti legati da un destino comune. Siamo di passaggio e siamo esseri umani. Ed ecco che diveniamo tutti stelle…

Sauro Martinelli rimane sempre sorpreso nel trovarsi davanti alla volontà dell’Universo che gli permette di scrivere un testo con quell’inspiegabile involontarietà della propria vena artistica. Come se fosse un messaggio arrivato dall’inconscio.. Nel sentimento inziale verso la scomparsa dello zio e nel voler raccontare una storia di un uomo vero, ecco che “Ora che sei una star” prende un sapore diverso, una sfumatura più “Hollywoodiana”. E racconta tanto anche di Sauro Martinelli l’artista, della sua sfida nel raggiungere un obiettivo e calarsi nella parte di una rockstar che dopo tanta strada, davanti a mille difficoltà, si trova a salire su quel palco,davanti al quale tremano le gambe, con le luci negli occhi, il bagliore dell’emozione, la gente che canta con te, la condivisione di un istante che resta per sempre.

Un romantico e nostalgico richiamo al fascino del cantautorato e dei grandi gruppi epocali che hanno fatto la storia della musica.

Immaginare e perseguire i propri obbiettivi sempre! Poiché chi molla non avrà mai modo di conoscere la propria verità, chi ci prova invece non avrà mai rimpianti.