Il Roseto di Roma

Il Roseto comunale di Roma è uno dei luoghi più suggestivi da visitare nella capitale in primavera. Si trova a ridosso dell’Aventino, di fronte il Circo Massimo, adagiato su una leggera pendenza che regala una vista superba sul Palatino, sulla cupola di Santa Maria in Cosmedin e sul Vittoriano.

Varietà di rose da tutto il mondo

Il Roseto ospita circa 1.200 specie di esemplari provenienti da venti paesi di tutto il mondo: Africa, Nuova Zelanda, Europa, Americhe, per un totale di 10.000 mq di colori e profumi variegati. Durante la visita si possono ammirare specie comuni e rare, come ad esempio la Omeiensis Pteracantha, ribattezzata come “rosa del filo spinato” per l’enorme quantità di spine, la Rosa Phoetida, un bellissimo esemplare dal colore giallo intenso e la Chinensis Mutabilis, che cambia la tonalità con il passare dei giorni. Il Roseto ospita anche alcune specie primordiali, risalenti a 40 milioni di anni fa e le Damascene, che fiorivano a Pompei e Paestum.

Storia del Roseto

La storia del Roseto affonda le sue radici in tempi remotissimi. Già Tacito, nel III secolo a.c. narra di un luogo dedicato alla Dea Flora. Tra fine aprile e inizio maggio, proprio nel vicinissimo Circo Massimo, si tenevano le celebrazioni e i festeggiamenti in onore della Dea.

Nel 1645, la Compagnia Ebraica di Carità e Morte acquistò il sito, lasciato nell’incuria durante il Medioevo, per realizzare un cimitero ebraico. Il cimitero rimase in essere fino al 1934, anno in cui fu trasferito al Verano.

Il primo Roseto fu posizionato nel 1932 su Colle Oppio, per volere della contessa Mary Gayley Senni e contava circa 300 specie di rose. I bombardamenti della seconda guerra mondiale distrussero il giardino, che, successivamente, grazie a un accordo con la comunità ebraica, fu trasferito nell’attuale sito dell’Aventino.

I vialetti che dividono le aiuole hanno la caratteristica forma di menorah, il candelabro a sette bracci simbolo dell’ebraismo, proprio per voler ricordare e omaggiare la comunità ebraica.

Concorso Internazionale Premio Roma

Nel mese di maggio, il Roseto ospita il prestigioso Concorso Internazionale Premio Roma, un evento imperdibile destinato alla premiazione delle più belle varietà di rose. La prima edizione del premio risale addirittura al 1933.

Quando visitare il Roseto

Le visite al Roseto sono limitate esclusivamente ad alcuni periodi dell’anno, in concomitanza con la fioritura, in primavera e in autunno.