Il Finger Food Festival torna a Bologna

Il Finger Food Festival torna a Bologna

Il Finger Food Festival torna a Bologna. Cibo di qualità, birra artigianale e world music. Dal 28 aprile al 1° maggio al Parco della Zucca. Domenica e martedì anche laboratori per bimbi

Dopo aver battuto ogni record di presenze la scorsa primavera, torna a Bologna il Finger Food Festival, la manifestazione itinerante che coniuga cibo di qualità, birre artigianali e musica live.

Dal 28 aprile al 1° maggio il Finger Food Festival si accaserà ancora in Bolognina, al Parco della Zucca, e da qui, dopo la strepitosa anteprima di inizio aprile a Firenze, darà il via al tour 2018 che nel corso della bella stagione toccherà diverse città italiane.

Per 4 giorni sarà dunque una grande festa di profumi e sapori, che vedrà come protagoniste assolute le eccellenze italiane e straniere del cibo di strada e delle birre artigianali. I carnivori non potranno lasciarsi scappare gli hamburger di chianina e il lampredotto toscani, gli arrosticini abruzzesi e la carne di Bufala campana alla griglia, o farsi allettare da sfiziosità come le bombette pugliesi o le olive ascolane. I vegetariani potranno mettere nel piatto gli sciatt della Valtellina, la mozzarella di bufala alla griglia o la arancine palermitane ripiene di melanzane. Ma tanto altro attende i golosi, compresi piatti di pesce, dolci e specialità di altre parti del mondo.

Come sempre ad accompagnare le degustazioni è prevista una ricca programmazione musicale con grandi appuntamenti live e dj sets a cura di Estragon Club. Musiche dal mondo, come da tradizione. Da segnalare ad esempio il nuovo progetto Slavi – Bravissime persone, supergruppo balcanico che riunisce componenti deiNobraino, Duo Bucolico, Supermarket e How Beats Why e che promette di trascinare il pubblico bolognese nelle danze sabato 28 aprile dopo un “warm up” in compagnia de I 3 della Banda Inferno, il nuovo slide project dei Modena City Ramblers. World music anche per la Riserva Moac, che lunedì 30 aprile porterà la sua “Babilonia” musicale al Parco della Zucca. El V and the Gardenhouse, esponenti della scena musicale meticcia, “giocheranno” in casa domenica 29 aprile, mentre tanto spazio verrà dato alla musica reggae, grazie alla presenza dei suo spagnolo Radio Reggae (29 e 30/4) e della tribute band di Bob Marley The Heathens (1/5).

Ma il Finger Food Festival non dimentica i suo pubblico più giovane: ritornano infatti anche gli appuntamenti per i bambini con i laboratori di Bradipo, che per domenica 29 aprile e martedì 1° maggio dalle ore 13 alle 15 propone un Corso gratuito di piccola panetteria metodo Munari per bambini dai 4 anni i su.

Per aggiornamenti e informazioni è possibile consultare la pagina FB “Finger Food Festival” e l’evento “Finger Food Festival Bologna” – fingerfoodfestival@gmail.com

INGRESSO GRATUITO.

ECCELLENZE GASTRONOMICHE PRESENTI
Toscana: Hamburger di Chianina, Lampredotto, Peposo, Porchetta
Emilia Romagna: Gnocco Fritto, Tortellini, Spiedini Due Torri, Fritto Misto di pesce dell’Adriatico, Birrifcio Vecchia Orsa
Marche: Olive Ascolane
Puglia: Orecchiette, Burrate, Pasticciotto, Bombette della Valle d’Itria, Panzerotto, Puccia Col Polpo
Veneto: Birrificio Artigianale Lorenzetto
Abruzzo: Arrosticini
Liguria: Farinata, Focaccia Genovese

Lombardia: Sciatt della Valtellina, Birrificio Barbanera
Campania: Carne di Bufala alla Griglia e Mozzarella di Bufala alla brace
Sicilia: Pane Ca’ Meusa, Arancine, Cannoli, Stigghiola
Dal Mondo: Fish & Chips, Paella, Churros, Tacos Messicani, Carni Argentine

ORARI E PROGRAMMA CONCERTI:

-Sabato 28/04: aperto dalle ore 12 alle 24

h.20.30 I 3 DELLA BANDA INFERNO (Folk – Italia) – Un viaggio a Londra a vedere l’ultimo concerto dei Pogues è per tre “diversamente giovani” emiliani l’occasione di tornare ad assaporare l’ebrezza della libertà. Accompagnati dalle canzoni che più li hanno influenzati nella loro giovinezza, si ritrovano catapultati negli anni del Borgo Inferno, la loro vecchia compagnia di alcolici ribelli. Sarà una narrazione accorata e un po’ ubriaca, persa tra i vicoli scuri della città, cento pinte levate a sfidare il cielo, amori mai dimenticati, senza mai perdere quell’istinto a stare sempre e comunque dal lato soleggiato della strada. Questo è il nuovo splendido side project di tre membri dei Modena City Ramblers: Franco D’Aniello (flauto), Massimo “Ice” Ghiacci (chitarra e mandolino), Davide “Dudu” Morandi (voce e chitarra).

h.22.00 SLAVI – BRAVISSIME PERSONE (Balkan – Italia) – Progetto speciale con i musicisti dei NOBRAINO, DUO BUCOLICO, SUPERMARKET, HOW BEATS WHY che si propone di portare in giro per l’Italia e l’Europa una collezione di eccellenti brani, ingiustamente ignorati o dimenticati. I musicisti, noti nella scena “indipendente” italiana per le loro esibizioni estroverse e disinvolte, proporranno uno spettacolo gaudente e danzereccio. Arrangiamenti sbilenchi, ma mai banali. Godeteveli dal vivo… finché dura! Banda di slavi composta da: Nestor, il Presidente (NOBRAINO); Jandu, il Duca D’Abruzzo (SUPERMARKET); Rambo, il Maestro (DUO BUCOLICO); Pitone, la Mente (HOW BEATS WHY); Portone, l’Intellettuale di riferimento ( SUPERMARKET)

-Domenica 29/04: aperto dalle ore 12 alle 23

h.13.00 RADIO REGGAE (Reggae – Spagna) – torna al Finger Food il duo elettro-acustico di Barcellona composto da Oski Jah (chitarrista, cantante e leader della band mestiza Zulu 9.30, una delle più importanti realtà reggae della scena spagnola) e Topata (Batteria, Campionatori e sequenze elettroniche, anche lui proveniente dagli Zulu 9.30). Le loro influenze vanno dal reggae, alla cumbia, allo ska e il loro repertorio, oltre a brani propri, è arricchito da versioni di Bob Marley, Manu Chao, UB40, Amy Winehouse, Bruno Mars e altri, rivisitate con nuove sonorità e tanto “love”.

h.21.30 EL V AND THE GARDENHOUSE (Mestizo – Italia) – “1988 start – 2018 no stop” 30 anni di musica, energia ed impegno, centinaia di concerti, decine di collaborazioni nazionali ed internazionali, numerose iniziative a fianco delle associazioni umanitarie, tra i primi in Italia a interpretare il meticciato musicale, suonati nelle radio e dai djs di diversi continenti, da tre anni band italiana al fianco di Sergent Garcia, El V e la sua banda sono un collettivo bolognese di 10 persone, tra musicisti e cantanti, e proseguono il loro cammino con tenacia e dedizione

-Lunedì 30/04: aperto dalle ore 18 alle 24

h.20.00 RADIO REGGAE (Reggae – Spagna)

h.21.30 RISERVA MOAC (Balkan Beat – Italia) – Se incrociate a suon di hip-pop e rock le coordinate dei Dub Fxcon la Fanfara Ciocarlia o quelle dei Gogol Bordello con Dj Shantel sui binari delle robuste basi electro vi troverete nella Babilonia “glocal” della RISERVA MOAC. Un posto dove la globalizzazione è quella delle diverse bellezze culturali e sociali, non quella triste dei mercati; dove l’incontro, il confronto e la mescolanza sono all’ordine del giorno; dove la vera ricchezza è l’umanità, quella cosa bellissima che il genere umano deve recuperare. Fino ad oggi, la Riserva Moac vanta un gran numero di concerti in Italia e in Europa, un notevole carnet di riconoscimenti ed alla costante presenza in molte compilation italiane ed estere.

-Martedì 01/05: dalle ore 12 alle 24

h.12.00 DJ MISS MONEYPENNY (Electro Swing – Italia)
h.21.00 THE HEATHENS (Reggae – Italia) – tribute band di Bob Marley

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi