Guerra alle donne partigiane, vittime di stupro, amanti del nemico, il libro di Michela Ponzani

Guerra alle donne partigiane, vittime di stupro, amanti del nemico, il libro di Michela Ponzani

Guerra alle donne partigiane, vittime di stupro, amanti del nemico, il libro di Michela Ponzani – Lunedì 21 Maggio dalle ore 18.00 – Sala Multimediale della Casa della Memoria e della Storia la presentazione del libro “GUERRA ALLE DONNE. PARTIGIANE, VITTIME DI STUPRO, <<AMANTI DEL NEMICO>> (1940 – 1945)” di MICHELA PONZANI(Einaudi, 2012).

 

«Avevo combattuto una guerra senza bombe e senza panni militari e ciò che rimaneva di me non si leggeva su uno stato di servizio […]. La guerra aveva risparmiato le nostre vite ma cancellato l’identità, l’anima; quella di prima era sepolta per sempre».

 

Queste le parole che Annamaria L. ha voluto scrivere in una giornata di primavera del 1990, ormai rimasta sola e anziana, nella sua casa romana, a ricordare i terribili giorni del secondo conflitto mondiale. Riannodando i fili della memoria sepolta per anni nell’oblio delle coscienze, il libro ricostruisce le molteplici, eterogenee e compenetranti storie di guerra di quelle donne anonime, non colte, lontane dalla partecipazione attiva nella politica, che subiscono passivamente le sofferenti ricadute della guerra totale, fatta di rastrellamenti, bombardamenti, stragi e stupri di massa. Le pagine che seguono raccontano anche le motivazioni ideali che stanno dietro alla scelta orgogliosa, per nulla scontata e mai rinnegata, di chi volle resistere: è la «guerra privata» di donne che smettono improvvisamente di sentirsi soltanto madri o figlie, che decidono di lottare non solo contro l’occupante tedesco o i militi fascisti della Repubblica Sociale; la «loro guerra» è anzitutto un conflitto per la liberazione di se stesse, anche dal pregiudizio morale e dalla discriminazione sociale imposta dalla cultura maschile.

 

Ne discutono insieme all’autrice, MARISA CINCIARI RODANO (senatrice e parlamentare europea), LUCA BALDISSARA (storico, docente di storia contemporanea all’Università di Pisa), DAVIDE CONTI (storico, ricercatore della FONDAZIONE LELIO e LISLI BASSO di Roma).

 

Modera MARIO AVAGLIANO (giornalista de Il Messaggero e storico).

 

Iniziativa a cura di ANPI Roma e Lazio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi