Andrew Showgun intervista per il nuovo singolo “New Love”

Il 15 gennaio è uscito “New Love”, il singolo di debutto di Andrew Showgun. L’artista è riuscito ad emozionare con un brano che si muove tra melodie EDM, House e Pop.

Andrew Showgun – Intervista

Benvenuto sulle pagine di Oltre Le Colonne. Abbiamo ascoltato “New Love” e siamo rimasti a bocca aperta. Come è nato questo brano?

Grazie mille! New Love è nata nel mio Home Studio, stavo strimpellando la chitarra alla ricerca di un Riff ed è proprio lì che è nato l’intro della canzone, inizialmente la parte di chitarra era diversa, più complessa e meno “Catchy”, dopo qualche giorno ho deciso di modificarla e renderla di maggior impatto pur semplificandola, sono un fan delle cose semplici ma efficaci! Successivamente mi sono concentrato sull’arrangiamento, ho introdotto la parte di Drums, il Basso (un 808 tipico della musica Trap), e tutti gli altri suoni. Ho poi contattato la cantante, la quale si è occupata della scrittura del testo e di registrare le parti vocali, è stato divertente!

Leggiamo che sei un dj e ghost producer. Quale dei due mestieri ti affascina di più?

Dico sempre che sono Dj per convenienza e Producer per passione! Io nasco come chitarrista, ancor prima che compositore, la mia attitudine è più da musicista che da Dj, amo suonare e comporre la mia musica, trovo sia la cosa più stimolante del mondo; l’unico modo però per portare la mia musica live è quello del Dj set, in quanto i miei brani hanno una forte componente elettronica, difficile da riprodurre dal vivo con strumenti reali, per di più ogni mio brano sarà cantato da un cantante diverso e non posso certo portarmeli tutti in concerto. Sostanzialmente sono un Dj improvvisato.

L’attività di Ghost production invece deriva da svariati anni di studi musicali, ho frequentato corsi di chitarra elettrica, teoria ed armonia musicale, solfeggio e ho intrapreso gli studi di music production presso la University of Bedfordshire, dove ho ottenuto un Bachelor EQF6. Ora sono insegnante di produzione musicale presso la sede milanese dell’università stessa, chiamata 4cmp.

E’ abbastanza evidente che non sei tu il cantante delle tue canzoni. Chi vorresti che interpretasse i tuoi brani in futuro?

Sono già alla ricerca di cantanti per i miei prossimi singoli, essendo un fan della musica Pop sono alla ricerca di cantanti con questo tipo di vocalità. Sto cercando cantanti Inglesi, Americani, Australiani etc. tutti colori che abbiano una pronuncia Inglese nativa.

Come hai vissuto questa pandemia? E’ stata stimolante per la tua creatività o soffocante?

E’ stata soffocante per la mia quotidianità, non poter uscire di casa mi ha inevitabilmente portato noia e malinconia, allo stesso tempo però mi ha dato la possibilità di trascorrere una gran quantità di ore a produrre musica, cosa che ha migliorato molto le mie abilità, quindi sicuramente ha avuto i suoi lati positivi. Stando a casa ho anche avuto la possibilità di focalizzarmi sulla ricerca di clienti interessati ai miei arrangiamenti musicali e ho aumentato di gran lunga la mia clientela.

Prossimi progetti?

Al momento il progetto più verosimile è quello di trovare cantanti professionisti e pubblicare un po’ di brani. Mi piacerebbe poter completare un album, e chissà che non ci riesca nel 2021!