Ancora criminali in manette

Ancora criminali in manette – Maxi-operazione di controllo dei carabinieri nell’entroterra del XXIII Municipio. 9 persone arrestate negli ultimi 7 giorni.

 

Roma – Nel corso della notte i carabinieri del Gruppo di Ostia hanno tratto in arresto 3 pregiudicati romani (due di Vitinia ed uno di Guidonia), trovati in possesso di una pistola Beretta calibro 9 con matricola abrasa. La pattuglia stava transitando in via Cristoforo Colombo quando, giunta all’altezza di via di Malafede, ha notato un uomo scendere da uno scooter e consegnare uno zaino ad altri due che si trovavano in una BMW ferma al margine della strada; quando i militari si sono avvicinati ai tre per controllarli, uno di questi ha estratto una pistola e l’ha puntata contro di loro; la pronta reazione dei carabinieri, che hanno a loro volta impugnato le armi, ha tuttavia costretto il malintenzionato a desistere ed arrendersi. I tre sono stati tradotti al carcere romano di Regina Coeli mentre l’arma clandestina sarà inviata al RIS per gli accertamenti balistici. In ordine di tempo l’arresto di stanotte è l’ultimo di una lunga serie operata nel corso di una vasta operazione di controllo dell’entroterra del XIII Municipio che il Gruppo di Ostia sta conducendo da ormai una settimana. Si tratta di un’attività intensa che si prefigge di monitorare la reale situazione della sicurezza nei quartieri Infernetto, Casal Palocco, Axa e Madonnetta, e contrastare al contempo i reati predatori e soprattutto i furti in abitazione. L’attività ha consentito di sottoporre a controllo, nei soli servizi notturni, oltre 1.200 persone, accertando numerose irregolarità amministrative al Codice della Strada, identificando alcuni stranieri irregolarmente presenti sul territorio e procedendo complessivamente all’arresto di altre 6 persone: 2 pregiudicati romani, controllati il 10 novembre a bordo della propria autovettura in Piazza Eschilo e trovati in possesso di oltre mezzo chilo di marijuana; 1 romeno destinatario di un mandato di cattura internazionale per reati contro il patrimonio, controllato nella notte del 13 novembre in via Gaspare Scuderi; 2 romeni sorpresi, nella notte del 14 novembre, a rubare le ruote di un’autovettura parcheggiata in via Pinzolo; un polacco controllato nella notte del 15 novembre in via Ernesto Boezi e risultato destinatario di un ordine di arresto europeo dovendo scontare, nel paese d’origine, 15 anni di reclusione per falsificazione monetaria.

 

 

 

Tenta di rubare un’auto già rubata. Arrestato dai carabinieri un pregiudicato 50enne

 

 

 

Roma –  I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Montesacro hanno arrestato un 50enne, originario del teramano ma da tempo residente a Roma, già conosciuto alle forze dell’ordine, per aver tentato di rubare un’autovettura  abbandonata per strada, che già era stata rubata.  I fatti risalgono alla notte scorsa quando i Carabinieri, durante un normale servizio di controllo del territorio, hanno osservato il 50enne che, con atteggiamento sospetto, si aggirava nei pressi di una normalissima Y10 parcheggiata in strada, per poi tentare di farla partire collegando i cavi d’accensione. In quel momento è passata la pattuglia e l’uomo, alla vista dei militari, si è immediatamente dato alla fuga. Dopo un breve inseguimento il ladro è stato bloccato ed è stato accompagnato in caserma per le formalità di rito. Infatti, dagli accertamenti effettuati, è emerso che la vettura in questione era stata già rubata il 10 novembre scorso ad una signora romana che ne aveva denunciato il furto. L’arrestato, ignaro che l’auto fosse già rubata, dovrà rispondere di tentato furto aggravato e processato con il rito per direttissima. La donna, legata alla sua auto da un sentimento affettivo, ha evidentemente espresso la sua soddisfazione e ringraziato vivamente i Carabinieri che gliel’hanno restituita.

 

 

Abusivismo commerciale – Controlli dei carabinieri in centro. 7 persone denunciate a piede libero. Ingente quantita’ di merce contraffatta sequestrata.

 

 

Roma – Ancora controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Centro per contrastare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, in special modo nelle zone del Centro storico. Ieri sera i militari hanno passato al setaccio Piazza Navona, piazza del Pantheon, via del Corso e le vie limitrofe denunciando 7 persone e sequestrando un ingente quantitativo di merce  contraffatta. A rispondere di vendita di prodotti con marchi illecitamente riprodotti, saranno 4 cittadini del Bangladesh due del Senegal e un cittadino marocchino di età compresa tra i 19 e i 49 anni, sorpresi mentre vendevano a cittadini e turisti borse da donna, portafogli, cinture, foulard e occhiali con i marchi di blasonatissime case di moda. Sequestrate anche diverse placche ed etichette riproducenti le firme griffate. Tutta la merce in possesso dei venditori è stata sequestrata per gli accertamenti del caso, mentre i sette sono stati denunciati a piede libero. Dall’inizio dell’anno, nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo commerciale, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno denunciato a piede libero 53 persone e sequestrato 1535 articoli contraffatti (borse, cinture, occhiali, portafogli, cappellini, placche metalliche riportanti le griffe più importanti) .

 

 

 

Roma – In poche ore, 4 pusher. In manette anche un minorenne, sorpreso a spacciare marijuana nei pressi di un locale.

 

 

Prosegue l’attività antidroga dei Carabinieri. Nelle notte, i Carabinieri della Compagnia di Frascati, in tre diversi episodi,  hanno arrestato 4 persone con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Protagonisti del primo episodio, sono due romani di 23 e 34 anni, sorpresi dai Carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca, in via Arnaldo Brandazzi, mentre spacciavano dosi di cocaina. Un romano di 19 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati, in via P. F. Quaglia, in zona Tor Bella Monaca, mentre vendeva dosi di cocaina. A Frascati invece, un romano, 16enne, già noto alle forze dell’ordine è stato “pizzicato” dai Carabinieri della Stazione di Frascati, nei pressi di un locale notturno di via D. Lunati mentre spacciava dosi di marijuana. Il minore è stato accompagnato presso un centro di Prima Accoglienza.

 

 

 

Rapina cliente di una tabaccheria che reagisce, fugge e si nasconde in una farmacia, arrestato

 

 

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana, nel corso di un servizio di controllo volto alla prevenzione delle rapine agli esercizi pubblici, hanno arrestato un 23enne, italiano, che aveva rapinato una donna di 60 anni, cliente di una tabaccheria di via Tuscolana, dove si trovava in attesa di pagare alcune bollette. Il giovane rapinatore, con il volto travisato dal cappuccio della felpa ed armato del taglierino, l’ha aggredita e le ha strappato delle mani 300 euro in contanti che aveva con se. Intenzionato a proseguire nella rapina il malvivente ha dovuto desistere per una violenta e inaspettata reazione della vittima. Il rapinatore si è quindi dato alla fuga con i soli 300 euro asportati. Ad inseguirlo una guardia giurata che si trovava nel negozio.  Nel tentativo di far perdere le proprie tracce il malvivente si è nascosto in una farmacia. L’intera refurtiva è stata recuperata e restituita alla vittima mentre l’arrestato, già vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, è stato tradotto presso il carcere di Roma Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. I militari stanno ora effettuando delle indagini per verificare se il 23enne sia lo stesso responsabile di altre rapine avvenute in zona negli ultimi giorni.