Alessandro Messina, l’artista, lo scultore di look all’avanguardia scelto dal jetset capitolino - Oltre le colonne

Alessandro Messina, l’artista, lo scultore di look all’avanguardia scelto dal jetset capitolino

Alessandro Messina, l’artista, lo scultore di look all’avanguardia scelto dal jetset capitolino

Ciocche ribelli, riflessi color miele e cioccolato, giochi di luce, tagli sbarazzini e chiome fluenti, questi gli ingredienti con cui Alessandro Messina (nella foto accanto scattata da Francesco Antonio Caratù) crea straordinari look fondendo in un un’unica alchimia la passione, la creatività e la professionalità. Con lui nulla è lasciato al caso. Riccioli dispettosi che accarezzano lunghi colli delicati, ciocche del color del sole che danzano al ritmo della brezza, riflessi ramati che ridanno vita a colori sbiaditi e seducenti tonalità calde e scure per incorniciare bellezze da sottolineare. Come afferma questo giovanissimo hair stylist, “i nostri capelli sono il nostro specchio. È come se fossero un biglietto da visita. Plasmarli, domarli e coccolarli per creare e dare personalità, evidenziare i lineamenti e far sentire sicuro di sé chi si affida alle mie cure”.

Per Alessandro, stile, tendenze e colori fanno parte di una tavolozza variegata che sapientemente usa e miscela dando vita a look unici, studiati appositamente per chi si affida alle sue cure. Diventando così l’hair stylist più glamour del momento, ricercato e richiesto dal jetset della Capitale e da innumerevoli personalità di spicco del mondo dello spettacolo. Per lui il trand del momento è da osservare, valutare e studiare ma anche, con un pizzico di audacia, gusto dell’innovazione senza tralasciare emotività e sensibilità, da adattare e trasformare per plasmarlo e modellarlo creando stili e delicati intrecci che mozzano il fiato. Pensare sopra le righe per creare, stupire e rassicurare racchiude il motto di questo giovane ed intraprendente siciliano che si può definire un’artista, uno stilista ed uno scultore di look all’avanguardia.

 

La professionalità e la bravura di questo giovanissimo ennese emerge prepotentemente sin dall’inizio. Il suo viaggio nell’universo dei colori, dei tagli e dello stile lo vede al fianco di grandi nomi, collabora infatti, prima con Marcello Montalbano, poi con il grande Sergio Valente.

Il suo estro e la sua creatività lo fanno avvicinare anche all’Alta Moda di Roma, affiancando i suoi maestri, Montalbano e Valente. Occupandosi delle acconciature di personaggi del calibro di Camillo Bona, Mariella Ferrera, Toni Word, e molti  stilisti di fama internazionale.

Il piccolo schermo lo ha visto come ospite ed esperto dell’universo “bellezza” nelle trasmissioni, “Occhio alla spesa” e “Uno mattina” nella rubrica della Dott.ssa Anadela Serra Visconti.

Ben presto viene catapultato nel mondo dello spettacolo che lo vede come acconciatore, solo per citare alcuni esempi, nello spot pubblicitario “The Voice” dove ha curato l’immagine di Piero Pelù. Braccio destro di Massimo de Pellegrino negli spot di Martini, per la regia di “Jake Scott”, Lancia, per la regia di “Gabriele Muccino”, Ballarò per la regia “Paolo Genovese”. Per lui inizia così una straordinaria avventura e, la sua ascesa professionale subisce una vera e propria impennata, che lo fa approdare anche dietro le quinte del palcoscenico dove, tra tanti, è stato scelto come parrucchiere per gli spettacoli: “Il marito di mio figlio”, con la regia di Daniele Falleri, con Domenico Balsamo, Monica Scattini, Pia Engleberth, Andrea Roncato, Pietro De Silva, Roberta Gianrusso e Ludovico Fremont; “Rispettando  Godot” con la regia di Alex Pascoli, Domenico D’angelo e Massimiliano Vado, “La notte prima della foresta” per la regia di Juan Diego Puerta Lopez, con Claudio Santamaria, “Occidente Solitario” per la regia di Juan Diego Puerta Lopez, con Filippo Nigro, Claudio Santamaria, Massimo De Santis e Nicole Murgia.

Dopo aver frequentato un seminario sull’acconciatura d’epoca, con il Premio Oscar Piero Tosi, come assistente personale di Mariateresa Corridoni, Alessandro Messina comincia a firmare i suoi lavori come acconciatore nei corti, “Il pendolare” con la regia di Antonella Ponziani, curando l’immagine di Luca Lionello, “Love sharing” con la regia di Monica Scattini, curando l’immagine di Luca Argentero, Eugenia Costantini, Sandra Milo, Alessandro Haber, e la stessa Monica Scattini.

Molti i sogni nel cassetto di questo intraprendente hair stylist che a testa alta affronta quotidianamente le sfide di una società con tendenze in continua evoluzione. Alessandro Messina attualmente lavora come free lance.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi