Alchermes e vino rosso per il drink ‘Italian Sour’ di Simone Mina

L’Italia è l’unico paese che possa vantare due picchi culturali nella propria Storia: l’Antica Roma e il Rinascimento. Il cocktail Italian Sour, a bassa gradazione, rende omaggio al Bel Paese unendo idealmente questi due momenti magici della nostra Storia. Gli antichi romani erano soliti bere il vino, ai tempi molto alcolico e macerato con spezie e miele, diluito con l’acqua per renderlo più amabile. Nella Firenze medicea, grazie a Caterina de’ Medici e all’opificio di Santa Maria Novella, venne creato un liquore, molto utilizzato in pasticceria, ma anche come rimedio per ogni sorta di malanno, che risponde al nome di alchermes. L’Italia, però, oltre a essere il Paese del buon vino è anche il Paese dei limoni (con più di 10 cultivar diverse). Questo drink riunisce insieme lo Stivale con il suo carattere aromatico e di facile beva, un sour a bassa gradazione, perfetto per un classico aperitivo all’italiana, per esempio in abbinamento a un tagliere di formaggi e salumi.

DRINK: ITALIAN SOUR
BARTENDER: Simone Mina bar manager di Ch 18 87, il cocktail bar dello storico ristorante Checchino dal 1887 di Roma

INGREDIENTI:
6 cl vino rosso di medio corpo italiano
1,5 cl Alchermes Pallini
1,5 cl succo fresco di limone

Simone Mina                            


P
REPARAZIONE:
Con la tecnica dello Shake & double strain, versare tutti gli ingredienti in uno shaker a due pezzi, colmare con ghiaccio e shakerare energicamente. Versare in una coppetta, con l’ausilio di un colino per ghiaccio (strainer) e uno a maglia        sottile (fine strainer).

Bicchiere: coppetta