Adriano imperatore. Frammenti di memorie tratto dall’opera di Marguerite Yourcenar

Adriano imperatore. Frammenti di memorie tratto dall’opera di Marguerite Yourcenar

Adriano imperatore. Frammenti di memorie tratto dall’opera di Marguerite Yourcenar – Ormai vecchio, l’Imperatore Adriano scrive una lunga lettera al giovane Marco Aurelio, nella quale rivisita, in un’aura di malinconia e di smarrimento, le vicende della propria vita pubblica e privata, interrogandosi sul suo senso e sul suo destino. Padrone del mondo, e tuttavia acutamente consapevole della caducità delle cose umane, egli si interroga, in definitiva, sulla condizione dell’individuo, tanto più tragica nel suo non potere evitare la morte e la rovina, quanto più straordinaria e preminente il caso ha voluto che fosse. Anche la passione d’amore, che almeno una volta gli ha illuminato l’esistenza grazie all’incontro con il giovane greco Antinoo, si converte presto in lutto per il silenzioso suicidio dell’amato. E a lui non resta che continuare a vivere e ad adempiere il suo altissimo ufficio, contemplando con sgomento il “volto deforme” delle cose.

IN SCENA:
Carlo Segnalini

A cura di Paolo Militerno con la collaborazione di Massimo Genco;
Voci fuori campo Michele Gammino e Vanina Marini

Gli spettacoli iniziano alle 20 e 30

33 Officina Creativa Complesso di San Bernardino Piazza Lauretana 3 Toffia (RI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi