#Withrefugees, arriva all’Angelo Mai di Roma il tour di Sandro Joyeux dedicato ai rifugiati

#Withrefugees, arriva all’Angelo Mai di Roma il tour di Sandro Joyeux dedicato ai rifugiati

#Withrefugees, arriva all’Angelo Mai di Roma il tour di Sandro Joyeux dedicato ai rifugiati. Venerdi 1 Dicembre Il #WithRefugeesTour arriva all’Angelo Mai. Il tour dell’artista francese Sandro Joyeux in collaborazione con l’Agenzia Onu per i Rifugiati (UNHCR) si propone di portare rifugiati e richiedenti asilo ospiti degli Sprar ad assistere ai concerti per serate all’insegna della condivisione e dell’accoglienza attraverso la musica. Il concerto sarà preceduto da un monologo introduttivo dell’artista e performer teatrale senegalese Mohamed Ba dal titolo “Al principio”.  Sandro Joyeux sarà accompagnato dai musicisti Mauro Romano al basso, Antonio Ragosta alla chitarra, Francesco Del Prete alla batteria e Inoussa Dembelè alle percussioni. Ospiti speciali annunciati Andrea Pesce (Fish) alle tastiere, Valerio Vigliar (voce) e Giorgio Tebaldi (Trombone).

 

1 dicembre: Angelo Mai – Via delle Terme di Caracalla 55 a – Aperura ore 21:00 www.angelomai.org

****

Al Principio
Per secoli, gli Occidentali han considerato sé stessi come unico termine di paragone per misurare il resto del Mondo (e questo in ogni aspetto antropologico), stabilendo, così se la tal forma di naso è fuori dalla norma; o quella pelle, troppo chiara (o troppo scura). Giudicando sempre in ordine ai soliti stantii canoni Sette-Ottocenteschi, intrisi di convenzionale ortodossia etnocentrica. E così, il nasino all’insù diventa sicuramente il più bello; il principe azzurro è alto, biondo e con gli occhi azzurri; i cattivi piccoli, brutti e neri. Una società di individui narcisistici e sociopatici è impossibile: le società necessitano di animali sociali empatici. Il tragico difetto della storia è che la nostra maggiore empatia e sensibilità sono cresciute in proporzione diretta con il crescere del danno entropico che apportiamo al mondo.
Vorremo ripercorrere l’in(s)contro tra culture e forse capire meglio il mondo contemporaneo, liquido, ibrido, meticcio anche se…

http://www.mohamedba.eu/

Sandro Joyeux è stato una delle sorprese del concertone del Primo Maggio 2015 a Piazza San Giovanni.  Parigino di nascita (1978), giramondo per vocazione, ha percorso più di mezzo milione di chilometri con la chitarra sulle spalle per raccogliere tradizioni dialetti e suoni del Sud del mondo. Canta in Francese, Inglese, Italiano, Arabo, e in svariati dialetti come il Bambarà, il Wolof, il Dioulà. È reduce da centinaia di concerti in giro tra l’Italia e l’estero negli ultimi anni, tra live club e prestigiosi Festival di musica world e non solo.  Nel 2012 ha ideato l’Antischiavitour, un tour a sostegno dei braccianti stagionali stranieri lungo tutta la penisola, che lo ha portato a suonare in tutti i luoghi simbolo dello sfruttamento della manodopera migrante, ma anche nel C.A.R.A. di Castelnuovo di Porto (Roma) e in numerosi progetti SPRAR. Tante sono le collaborazioni con artisti importanti: è stato voce solista per l’opera “L’amore muove la Luna” di Eugenio Bennato andata in scena al teatro San Carlo di Napoli e con Toni Esposito ha partecipato alle edizioni 2012/13 di “Pino Daniele – Tutta n’ata storia” al Palapartenope di Napoli. Nel 2012 è uscito il suo primo disco “Sandro Joyeux”.  Nel 2013 il videoclip del singolo “Kingston” sui bambini che vivono in condizioni di disagio nel mondo ha visto la collaborazione di Save The Children. Il video del singolo “Elmando” uscito a Maggio 2015 gode del patrocinio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). L’11 Marzo 2016 all’Auditorium Parco della Musica di Roma ha presentato il suo disco “Migrant”, che vede tra gli ospiti Eugenio Bennato. La sua ispirazione fortemente votata al racconto di un mondo che migra e si trasforma, ne rende il messaggio quanto mai importante ed attuale.

 

************************************************************************************************
WITHREFUGEES: ARRIVA A ROMA IL TOUR DI SANDRO JOYEUX DEDICATO AI RIFUGIATI

Restituire la musica delle proprie origini a chi è stato costretto a fuggire dal proprio paese a causa di guerre, violenze e persecuzioni. E’ questo l’intento del #WithRefugees tour del cantautore italo-francese Sandro Joyeux, con il supporto dell’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR). Il tour è partito da Lampedusa il 1 ottobre, nell’ambito delle celebrazioni in programma per la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, e proseguirà fino a dicembre toccando le principali città italiane, tra cui Roma, Napoli, Palermo, Firenze, Bologna e Milano.

L’UNHCR ha voluto sostenere il tour attraverso #WithRefugees, la campagna globale lanciata nel 2016 con l’obiettivo di rendere visibile la solidarietà e l’empatia verso i rifugiati a livello globale. Nel 2017 la campagna vuole promuovere tolleranza e non discriminazione a livello nazionale ed internazionale, rafforzando il contratto sociale tra le comunità di accoglienza e le comunità di rifugiati. In quest’ottica, il tour di Joyeux, grazie alla collaborazione anche dello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), mira a coinvolgere attivamente nei concerti le comunità di rifugiati ospitate nei centri di accoglienza dei vari territori, fornendo e restituendo accesso alla musica ai beneficiari di protezione internazionale.

Alla campagna #WithRefugees è collegata una petizione a cui si può aderire andando sul sito https://withrefugees.unhcr.it/. Attraverso la petizione, ciascuno può chiedere ai governi di garantire che ogni bambino rifugiato abbia un’istruzione, che ciascuna famiglia di rifugiati abbia un posto sicuro dove vivere e che ogni rifugiato possa lavorare o acquisire nuove competenze per dare il suo contributo alla comunità.

Media Partner è Radio Popolare, che sta seguendo il #WithRefugees Tour con collegamenti e corrispondenze dalle varie date nel corso di Jack, la trasmissione condotta da Davide Facchini, in onda dal lunedì al venerdì dalle 15,30 alle 17.

#WithRefugees tour 2017

1 ottobre – Lampedusa – “Giornata della memoria e dell’accoglienza” promossa dal Comitato 3 Ottobre
3 ottobre – Castellamare del golfo (TP) – “Giornata della memoria e dell’accoglienza” in collaborazione con: Comune di Castellammare del Golfo, Associazione TRINART, Centro Cuturale Peppino Caleca, Ass. La mano di Francesco
5 ottobre – San Ferdinando di Puglia (BT) – promossa dal Prog. SPRAR del Comune di San Ferdinando di Puglia, Ass. Etnie onlus e Coop. Soc.Nuovi Vicini
6 ottobre – Perugia – Promossa da Cidis Onlus
27 ottobre – Aversa – Magazzini Fermi
28 ottobre – Raffadali (AG)  – Quattro Calici – Promossa da “Quattro Calici” e Associazione Culturale Acuarinto
3 novembre – Palermo – Moltivolti
5 novembre – Ravenna “Coltivati” – Circolo Arci Kinotto
10 novembre – Firenze – Combo Social Club
11 novembre – Pisa – Exwide
17 novembre – Ariano Irpino (AV) – Ex Sanacore
18 novembre – Napoli – Moses Club
23 novembre – Torino –  POP (ex Lavanderie Ramone)
24 novembre – Milano – Masada
25 novembre – Bologna – Arteria

1 dicembre – Roma – Angelo Mai

2 dicembre – Cas di Cremeno – Concerto speciale per gli ospiti del Cas

8 dicembre  Benevento – Morgana Music club

9 dicembre – Salerno Mumble Rumble

15 dicembre – Genova  Music for peace

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi