“Vivere a rate”, il nuovo singolo di Daniele Babbini in anteprima su Spotify

Dal 2 aprile in anteprima su Spotify “VIVERE A RATE”, il nuovo singolo di DANIELE BABBINI, in radio e digitale da venerdì 3. Il brano semplice e sincero, è una riflessione che parte dal personale, senza puntare il dito, su come troppo spesso diamo per scontato il tempo e non viviamo completamente la nostra vita.

Spotify https://open.spotify.com/track/3HXjSMVrwHv5KZVLsvIY8m

«La canzone è stata scritta e registrata qualche anno fa, senza tener conto dei suoni o delle mode del momento. – commenta Daniele Babbini – La vita è una. Fragile e forte, magnifica e terribile e soprattutto imprevedibile, come l’amore va amata e l’unico modo per farlo è spendersi completamente per lei, assaporare e dar valore ad ogni momento fino in fondo perché vivere a rate non è vivere, per me… – continua – Perché farla uscire ora? Perché, riascoltandola in questi giorni come non mai, ora che il tempo è un concetto un po’ più astratto e le nostre certezze cominciano a vacillare, potrebbe farci riflettere o almeno credo, anzi spero… nel frattempo #iorestoacasa».

Il brano è stato prodotto da Paolo Agosta presso il BunkerHome Studio di Milano e sarà distribuito in digitale da Artist First.

Lyric Videohttps://youtu.be/nL5Jxg4AnHI

DANIELE BABBINI nasce a Carrara, si diploma al liceo scientifico e studia archeologia all’università di Firenze. Dopo varie esperienze musicali, nel 2003 pubblica il singolo “Oggi però” (Capitol/Emi) che entra per due volte nella classifica FIMI. Musica e poesia sono un binomio indissolubile nel processo creativo di Daniele che nel 2004 pubblica “L’ombra dell’anima”la prima di numerose raccolte di poesie vincitrici di svariati premi. Nel 2007 pubblica il singolo “Pane Caldo” e nel 2009 esce il suo primo album Sono Cose Che Succedono” (One E Music / EMI), impreziosito dalla collaborazione con Gatto Panceri. All’uscita dell’album viene lanciato il singolo “Precario” il cui video, per la regia dello stesso Daniele, viene trasmesso da MTV. Nel luglio dello stesso anno esce  “Meglio Solo” che due mesi dopo ottiene il Disco d’Oro. Dallo stesso disco è tratto “Libero Barabba” brano che viene utilizzato per una campagna internazionale contro la pena di morte e Daniele viene nominato Ambasciatore dei Diritti Umani. Nel 2010 pubblica il secondo album “La Legge Dell’Attrazione” (One E Music / EMI) che nel luglio del 2011 gli permette di ricevere il Premio Lunezia “Rock D’Autore”. A settembre 2011 pubblica Il Tempo, Il Vizio, La Noia” (One E Music / EMI)il suo terzo album, impreziosito dai mixaggi di Steve Lyon (Depeche Mode, Cure, Paul McCartney) e dalla collaborazione con Gregoire Boissenot. A inizio estate del 2012, con la prefazione di Zucchero Sugar Fornaciari  e pubblicato da Edizioni Clandestine arriva nelle librerie il libro “La poesia delle piccole cose”. Nel giugno 2013 arriva l’album “La Linea Gialla” (Ed. Clandestine Music) e a settembre è ospite alla finale nazionale di Rock Targato Italia. Nell’aprile 2015 esce il singolo “Quererse Y Luego” pubblicato da Sony Music Brasil per il mercato latino-americano e spagnolo che fin da subito arriva nelle classifiche internazionali. Nell’Aprile 2016 Daniele è impegnato nel suo primo tour promozionale in Spagna e a settembre è ospite alla XV Festa de la Radio a Barcellona insieme a Lorena Ares. Nel Giugno dello stesso anno pubblica la cover di “Storie di tutti i giorni” come omaggio a Riccardo Fogli e ai 35 anni di vita della canzone. Nella primavera del 2017 lancia il singolo “La miglior vendetta” uscito in contemporanea nei paesi di lingua spagnola col titolo “La Mejor Venganza” e nel Gennaio 2018 il singolo “È passato anche Dicembre”, scritto a quattro mani con Alessio Ventura dei Dhamm e DB Boulevard. Lo scorso anno ha pubblicato “Nessuna canzone per te” feat. ESA. Attualmente è impegnato nella preparazione del suo nuovo progetto. 

https://www.facebook.com/danielebabbini/ – https://www.instagram.com/daniele_babbini/