A Trento dal 16 al 18 marzo il Festival del Nuovo Rinascimento

A Trento dal 16 al 18 marzo il Festival del Nuovo Rinascimento

A Trento dal 16 al 18 marzo il Festival del Nuovo Rinascimento – Il “Festival del Nuovo Rinascimento”, evento ideato dall’artista milanese Davide Foschi per portare gli ideali del NUOVO RINASCIMENTO nelle più importanti città italiane, arriva alla sua 3ª edizione e sbarca a Trento, dopo le tappe di Milano (2016) e Lucca (2017). Il Festival si svolgerà presso il cinquecentesco Palazzo delle Albere che ospiterà alcune mostre d’Arte con protagonisti grandi maestri contemporanei e giovani talenti, tutti ispirati dal “Manifesto del Nuovo Rinascimento”. Il programma dell’edizione 2018 del Festival, che prevede anche concerti, spettacoli teatrali, tavole rotonde e reading letterari, è stato illustrato oggi a Trento nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dal direttore artistico, Davide Foschi, da Rosella Maspero, presidente dell’Associazione “Verso un Nuovo Rinascimento” e da Barbara Cappello, presidente della sezione di Trento della Federazione Italiana degli Artisti. E’ intervenuto all’incontro con i giornalisti Andrea Robol, assessore alla Cultura del Comune di Trento, che affianca il Servizio Attività culturali della Provincia autonoma nel garantire all’iniziativa un adeguato sostegno.

Venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 marzo sono in calendario le tre giornate clou del Festival, nel corso delle quali importanti e note personalità del mondo della cultura e delle istituzioni italiane saranno a Trento per una serie di talk show, momenti musicali e spettacolari, tavole rotonde e reading letterari. Tra i principali ospiti protagonisti degli eventi l’Ambasciatore d’Italia Claudio Pacifico, direttore generale della Farnesina dal 2004 al 2007; lo scrittore Andrea Pinketts; il docente di Estetica dell’Università degli Studi di Milano Giancarlo Lacchin; il  paleontologo del MUSE Massimo Bernardi; Rolando Giambelli, presidente del Beatlesiani d’Italia; Marco Marinacci, docente di Ermeneutica dell’Arte; il giornalista HousSam Mouazin; Samuela Caliari, responsabile del settore Audience Development del MUSE; Maria Carla Bonetta e Andrea Facchinelli, rispettivamente presidente e consigliere di AsTriD Onlus; Luca Siniscalco, redattore di “Antares – Prospettive Antimoderne”; i filosofi Rob Cecchetti e Silverio Zanobetti; Lorenzo De Donato, vicepresidente del Centro studi Orfeo; Andrea Martignano – consigliere delegato di Fondazione Maharishi.

Nella mattinata di domenica 18 marzo sarà possibile assistere a due eventi di particolare richiamo: alle 9,45 apparirà al MUSE Leonardo da Vinci che proclamerà l’avvento del Nuovo Rinascimento; subito dopo, di ritorno al Palazzo delle Albere, sarà esposta al pubblico La Pietà – l’Opera del Mistero di Davide Foschi, il noto dipinto oggetto di studi e pubblicazioni che – come ha spiegato oggi l’autore – “dal 2009 mostra improvvise e inspiegabili trasformazioni di fronte agli spettatori”. Si ricorda ai visitatori che “La Pietà” non può essere fotografata e che è consigliabile la prenotazione.

Protagonisti dei momenti musicali, saranno il musicista beatlesiano Fabrizio Grecchi con l’attore Stefano Pirovano; Franco Giuliani e Tiziano Rossato con musiche del compositore trentino Giacomo Sartori; il cantautore Maurizio Rastelletti; il coro rinascimentale Harmonia Lilium Ensemble; la flautista spagnola Natalia Martinez Arias.

Gli artisti nazionali ed internazionali in mostra fino al 4 aprile nelle sale del Palazzo delle Albere a Trento sono: Enzo Cosi, Cirillo Grott, Ross, Alexia Solazzo, Alda Rapo (mostre personali); Gene Pompa, Antonio Gandossi, Vana, Joe Russo, Lucilla Labianca, Claudia Salvadori, Didier Pible, Sangre (mostre bipersonali); Nicolò Accaria, Stefano Benedetti, Paola Bradamante, Diego Bridi, Alessandro Bulgarini, Barbara Cappello, Roberto Codroico, Giovanna Da Por Sulligi, Fabrizia Dalpiaz, Pasquale Fraccalvieri, Graziella Gremes, Doris Harpers, Alessandro Lando, Nicoletta Marra, Amedeo Masetti, Mauro Masetti, Olga Angela Mattioli, Egidio Cristoforo Missarelli, Simonetta Montagna, Marco Nava, Liala Polato, Cassia Raad, Cinzia Restivo, Liliana Russi, Silvana Todesco (rassegne).

L’esposizione pittorica potrà essere visitata fino al 4 aprile, con l’apertura straordinaria del Palazzo nel giorni di Pasqua e Pasquetta dell’1 e 2 aprile. Nel corso di una cerimonia che avrà luogo sabato 17 marzo, il Festival coglierà l’occasione per premiare ufficialmente Trento quale Città del Nuovo Rinascimento 2018.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi