Traces of Soul, la mostra personale di Fabio Modica a Cavallerizza di Palazzo Sambuca di Palermo

Traces of Soul, la mostra personale di Fabio Modica a Cavallerizza di Palazzo Sambuca di Palermo

Traces of Soul, la mostra personale di Fabio Modica a Cavallerizza di Palazzo Sambuca di Palermo – Sabato 29 settembre alle ore 18.30 all’interno della Cavallerizza di Palazzo Sambuca, inaugura “Traces of Soul” mostra personale di Fabio Modica.
Una nuova collaborazione della storica galleria catanese Arionte Arte Contemporanea con la Fondazione Sambuca, che con questo nuovo appuntamento, propone i lavori di un giovane artista siciliano . L’evento, realizzato nel contesto di Palermo Capitale della Cultura 2018 e anche inserito nella programmazione della Settimana delle Culture.
Fabio Modica, scrive il curatore: “esprime una straordinaria capacità di frammentazione multisensoriale della visione, ottenuta con un elaborato e sapiente cromatismo che ne facilita la focalizzazione dell’immagine. La composizione cromatica, cattura l’osservatore con l’immediatezza propria di un fotogramma scomposto, un senso di tridimensionalità che rende compartecipi dell’opera dell’artista e di tutto ciò che essa comunica e riproduce. Il colore è lo strumento per arrivare alla forma e alla percezione”. Le sue tele sono un “mosaico espressionista”, se così può definirsi la tecnica pittorica dell’artista siciliano, in cui la materia delle tessere musive è sostituita dall’ addensarsi del colore disteso a spatola, come tessere create da grumi di colore a significare stati emozionali.L’evento è stato realizzato con il contributo tecnico di: IDEA HUB, l’Associazione per la Promozione Sociale e Culturale VOLO, e Fanale Architettura.

Fabio Modica nasce a Catania nel 1978. Allievo di noti artisti italiani quali Alberto Abate eAntonio Santacroce, le sue prime prove possono ascriversi allo stile classico rinascimentale, con occasionali riferimenti alla mitologia greca e latina ed una predilezione per soggetti avvolti da luce caravaggesca. Perfezionatasi nella tecnica ad olio, la sua arte trova ulteriori veicoli espressivi negli acrilici, i gessetti, gli acquerelli e, soprattutto, in tecniche miste sperimentali ed innovative. L’incontro con il pittore Antonio Santacroce segna un radicale cambiamento nella sua produzione ed identità di artista. Gradualmente prende le distanze dallo stile figurativo classico per abbracciare una prospettiva semi-astratta, nella quale l’amore per le nude linee e i colori sfocia in un agone irrisolto fra l’innata propensione per i linguaggi realistici ed iperrealisti e l’irresistibile richiamo dell’espressionismo astratto.

INAUGURAZIONE 29 SETTEMBRE ORE 18.30

30 settembre – 4 Novembre

Orari               martedi / venerdì 17.00 / 21.00

sabato / domenica e festivi  10.00/13.00 .17.00/22.00

Fondazione Sambuca Palazzo Sambuca Cavallerizza

Via Alloro, 36 – Palermo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi