SONMI-451 il concept album della band Tamurakafka

Tamurakakfa è una band dal forte impatto visivo e sonoro. Il loro punto di forza consiste nell’essere un gruppo nutrito. Quando suonano al completo, il palco è invaso da dieci artisti, un vero e proprio collettivo tra musicisti, attori, danzatori, fotografi e pittori visionari, che propongono uno spettacolo elettrizzante. Sono dei rocker , compositori, colti, cresciuti tra la strada e i conservatori musicali. Il risultato di questo mix è una musica tutta loro, che si nutre di riferimenti letterari.

Il progetto nasce nel 2014 con il primo disco, ispirato al libro Kafka sulla spiaggia di Haruki Murakami, il cui protagonista dà il nome alla band. Il secondo capitolo del progetto si ispira al libro Cloud Atlas di David Mitchell: il concept album Sonmi-451 è in uscita a Gennaio 2021 con l‘etichetta abruzzese Danze Moderne.

Sonmi-451 è un concept album che punta dritto al cuore. Che non è un disco come tutti gli altri lo si capisce subito.

Il primo brano comincia con una voce narrante e prosegue con un trio di archi e chitarra classica. Ma, dopo qualche traccia, ci ritroviamo catapultati nelle sonorità della musica elettronica e del postpunk di fine ’70. Preparatevi a perdervi in un viaggio senza ritorno: i quindici brani del disco cambiano continuamente e a noi resta l’impressione di sentire qualcosa che non ha un nome.

Allo stesso tempo, SI percepisce una coerenza dall’inizio alla fine: la struttura narrativa del disco ripercorre fedelmente i capitoli del romanzo “Cloud Atlas”di David Mitchell, da cui il lavoro  trae ispirazione.

Tamurakafka non hanno paura di proporre la forma del concept album, con brani che sfiorano i dieci minuti di durata, perchè forte di quello che vuole dire: il mondo è fluido e i concetti sono gabbie che limitano la libertà. Ci vuole coraggio per sentirsi liberi, tanto , tanto coraggio.

Tamurakafka
Maria Asta. Voce
Massimo Baiocco. Chitarra. Voce. Tastiere
Maurizio Boco. Batteria
Noemi Colitti. Pianoforte. Tastiere. Theremin
Pamela Gargiuto. Violino
Enrico M. Basso
Joseph Servino. Chitarre
Caterpillar. Voce narrante
Tiziana Cesarini. Voce narrante
Cristiano Quagliozzi. Illustrazioni. Visual art
In collaborazione con
Maurizio Luciani. Contrabbasso
Emilia Slugocka. Violoncello