Scoperto traffico di medicinali illeciti

Scoperto traffico di medicinali illeciti

Scoperto traffico di medicinali illeciti – Si allarga l’indagine sul traffico illecito di medicinali scoperto dai carabinieri di Montesacro.
Denunciato il titolare di una erboristeria e sequestrate oltre 600 scatole di medicinali soggetti a prescrizione medica.

Roma –  Si allarga l’indagine condotta dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Roma Montesacro sul traffico di farmaci rubati nella Capitale. Dopo la denuncia di due italiani di qualche giorno fa, trovati in possesso di circa 120 scatole di medicinali non di libera vendita, asportati in un magazzino di stoccaggio di Formello, ieri i militari hanno denunciato un terzo italiano, incensurato e titolare di una erboristeria, che nell’ambito di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di circa 600 confezioni di medicinali di varia tipologia, tutti non di libera vendita in quanto soggetti ad obbligo di prescrizione medica, del valore approssimativo di circa €.20.000 (ventimila), anche essi risultati asportati presso il medesimo magazzino di stoccaggio. Le indagini proseguiranno al fine di verificare l’eventuale esistenza di un sodalizio criminale dedito all’alimentazione del mercato clandestino di medicinali (tutti di fascia di prezzo medio alta). L’Arma invita la cittadinanza a diffidare dall’acquisto di medicinali da soggetti non autorizzati, sia in relazione alle possibili complicazioni dovute alla mancata prescrizione da parte del medico di base, sia in relazione alla eventuale conservazione dei medicinali in luoghi non idonei prima della vendita sottocosto.

Arrestata dai carabinieri la specialista dei furti in appartamento

Roma – Per le Forze dell’Ordine ha ben 18 nomi diversi, o meglio, 18 sono le varianti che una giovane di etnia rom ha fornito alle Forze dell’Ordine le numerose volte in cui è stata colta con le mani nel sacco. Una vera professionista dei furti in appartamento, reato per il quale è stata arrestata da ben 49 Reparti diversi e praticamente in ogni zona d’Italia, da Udine a Palermo,  nonostante la “Ladra seriale” abbia soltanto 20 anni. Ieri pomeriggio è stata avvistata dai Carabinieri in borghese dl Nucleo Operativo di Piazza Dante in zona San Lorenzo, l’hanno notata salire sull’autobus della linea 3 insieme ad una complice e hanno deciso di seguirla. Nulla di sospetto, due giovani ragazze vestite per bene che scendono a una fermata del quartiere Parioli, ma quel viso i Carabinieri lo conoscevano bene poiché la donna era stata già arrestata altre due volte sempre da loro. Le due complici iniziano ad osservare diversi palazzi di via Po, si infilano furtivamente in uno di questi ma immediatamente desistono poiché vedono transitare in strada una pattuglia dei Carabinieri in divisa. Infine si decidono ad entrare in uno stabile, approfittando dell’uscita di un condomino, sempre seguite a vista dai Carabinieri in borghese. Gli sforzi dei militari però non sono stati vani, grazie al lungo pedinamento durato oltre due ore e mezza, per strada e sui mezzi pubblici. I due Carabinieri entrano nel condominio e trovano le due malfattrici intente a forzare  la porta di ingresso di una abitazione. Le fermano e le arrestano. Saranno processate con rito direttissimo.

Centro storico – 41enne incubo dei negozianti catturato dai carabinieri. “Mi cambia 300 euro?” E con un gioco di prestigio truffava i commercianti.

Roma – Era diventato l’incubo dei commercianti del Centro Storico, un 41enne romeno che, con le sue “performance” illusionistiche, li truffava con la scusa di chiedere il cambio di banconote.  Per questo motivo, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato l’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, che ieri pomeriggio è entrato nella farmacia della prestigiosa Piazza San Lorenzo in Lucina ed ha chiesto alla titolare di cambiargli 300 euro, tutte del taglio da 5 euro, in 3 banconote da 100 euro. Il truffatore a quel punto ha contato le banconote sotto gli occhi della farmacista ma al momento della consegna è scattata la “magia”: da 300 euro, le banconote, tutte di piccolo taglio, erano diventate 200 euro. Dopo aver ricevuto 300 euro in cambio, l’abile truffatore è uscito dal locale pubblico salutando e ringraziando la farmacista, ignara del raggiro che aveva subìto. Successivamente, però, la donna ha contato l’incasso giornaliero da cui è risultato l’ammanco di 100 euro. Il dubbio è ricaduto subito su quell’uomo, perciò la farmacista ha chiesto l’intervento dei Carabinieri. I militari sono subito intervenuti sul posto e, dopo aver raccolto le testimonianze della vittima, hanno avviato le ricerche. Poco dopo il truffatore, che era ricercato proprio da quei Carabinieri che stavano indagando per episodi analoghi avvenuti nel Centro Storico, è stato rintracciato smascherato ed ammanettato. L’arrestato, accompagnato in caserma, sarà giudicato con il rito “per direttissima”.

Rapinatore di siringhe arrestato dai carabinieri

ROMA – I Carabinieri della Stazione Prenestina, ieri sera, hanno arrestato un 40enne romano per tentata rapina ad una farmacia di Via Prenestina. Era l’orario di chiusura quando l’uomo è entrato nell’esercizio pubblico  e, inscenando di andare in escandescenze, ha iniziato a colpire con calci e pugni il bancone dell’attività commerciale. Il farmacista si è avvicinato al 40enne per assicurarsi delle sue condizioni di salute, ma l’uomo né ha approfittato e lo ha minacciato di morte dicendo di consegnargli siringhe e psicofarmaci. I Carabinieri, in borghese, erano nei pressi della farmacia e sono immediatamente intervenuti ammanettando il rapinatore. Già nei giorni scorsi, il rapinatore-attore si era fatto vivo sempre nella stessa farmacia minacciando ed ingiuriando sia i dipendenti che i clienti. Tali fatti erano stati segnalati ai Carabinieri che sin da subito hanno predisposto un servizio in abiti civili nei pressi della farmacia, sicuri che il malvivente sarebbe tornato a disturbare, e così è accaduto. Accompagnato in caserma, l’arrestato sarà giudicato con il rito per direttissima e dovrà rispondere di tentata rapina.

Roma – Violenza tra le mura domestiche. Picchia la convivente per denaro e poi la minaccia con una roncola. Arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione.

Tor Bella Monaca – I Carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca hanno arrestato un 44enne romano, con l’accusa di lesioni personali aggravate, maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione aggravata dall’uso di arma bianca, resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo è stato sorpreso all’interno della propria abitazione mentre, in uno stato d’ira al culmine dell’ennesima lite familiare per futili motivi, stava minacciando la convivente, una donna 43enne, con una roncola. Il motivo della lite era la mancata corresponsione di una piccola cifra di denaro che l’uomo chiedeva alla donna. I militari, intervenuti a seguito di segnalazione giunta al numero di pronto intervento 112, hanno bloccato con non poca difficoltà l’uomo, lo hanno ammanettato e portato in caserma. La donna, accompagnata al vicino Policlinico Casilino è stata medicata e poi dimessa con 7 giorni di prognosi. L’uomo è stato trattenuto in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi