Rassegna al femminile. Alina Marazzi ospite della sala virtuale di Kinodromo

Rassegna al femminile. Alina Marazzi ospite della sala virtuale di Kinodromo – Lunedì 1 giugno h. 21 ultimo appuntamento della rassegna curata da Associazione Culturale Kinodromo di Bologna dedicata interamente a film realizzate da donne. Un’iniziativa sviluppata nel mese di maggio dopo che dall’ultima edizione del David di Donatello sembra essere emerso che in Italia non ci sia spazio per uno sguardo femminile sul cinema.

In diretta Facebook e YouTube, la documentarista Alina Marazzi (regista di Un’ora solo ti vorrei Vogliamo anche le rose) incontra Giulia Casagrande (regista), Enrica Gatto (montatrice), Monica Repetto (produttrice, Deriva Film), Beatrice Baldacci (regista) e Isabella Guglielmi (montatrice) in occasione della doppia proiezione Clara e le vite immaginarie (Giulia Casagrande, Italia, 45′, 2019) e Supereroi senza superpoteri  (Beatrice Baldacci, Italia, 13′, 2019). Un incontro tutto al femminile moderato da Maddalena Bianchi (presidente Associazione Cultura Kinodromo) per indagare lo sguardo al femminile nel cinema e la ricostruzione della memoria attraverso l’uso dell’archivio.

Clara e le vite immaginarie sarà disponibile sulla piattaforma OpenDDB solo lunedì 1 giugno.
Supereroi senza superpoteri sarà disponibile sulla piattaforma OpenDDB da lunedì 1 giugno a lunedì 8 giugno. 

Il costo del biglietto (importo minimo 5 euro) è da considerarsi una donazione a supporto del settore cinematografico indipendente.

Dall’11 maggio Associazione Culturale Kinodromo ha riaperto, seppure virtualmente e nella consapevolezza che la visione domestica non possa in nessun modo sostituirsi all’esperienza immersiva della visione in sala, per portare il cinema direttamente a casa degli spettatori e la sala cinematografica al centro della visione.

Ogni lunedì un appuntamento in diretta social per dare sostegno ai prodotti cinematografici che in questi e nei prossimi mesi non avranno le possibilità di seguire un percorso distributivo tradizionale, e per mettere in relazione il pubblico appassionato al cinema di qualità, la sala cinematografica e l’universo digitale.LUNEDì 1 GIUGNO 2020 h. 21

In diretta Facebook e YouTube la documenterista Alina Marazzi incontra Giulia Casagrande (regista), Enrica Gatto (montatrice), Monica Repetto (produttrice, Deriva Film), Beatrice Baldacci (regista) e Isabella Guglielmi (montatrice) in occasione della doppia proiezione

Clara e le vite immaginarie (Giulia Casagrande, Italia, 45′, 2019) e Supereroi senza superpoteri  (Beatrice Baldacci, Italia, 13′, 2019)

Dall’ultima edizione del David di Donatello sembra emergere che in Italia non ci sia spazio per uno sguardo femminile sul cinema. Proprio per questo Kinodromo ha deciso di proporre una rassegna di film diretti da donne con l’appoggio della piattaforma OpenDDB (Distribuzioni Dal Basso).

L’ultimo appuntamento della rassegna è dedicato alla trasmissione della memoria familiare al femminile e sul montaggio di materiali di archivio.

In Clara e le vite immaginarie, la scoperta di una foto scattata alla fine degli anni ’30 è il punto di partenza della ricerca sul passato di Clara, nonna della regista. Mentre la memoria diventa sempre più fragile, Giulia Casagrande tenta di ricostruire l’infanzia e la giovinezza nell’Italia fascista interrogandosi sul senso di diventare donna in un’epoca in cui le immagini cinematografiche e quelle di propaganda partecipano alla costruzione identitaria
di un’intera generazione.

Supereroi senza superpoteri è un percorso di elaborazione personale in cui Beatrice Baldacci che a partire da vecchie VHS rivive il rapporto con la madre malata. La ricerca è faticosa, le immagini si mischiano e si ricompongono assumendo significati del tutto nuovi.

Oltre all’incontro che precede il film, sarà possibile avviare un dibattito in diretta  a fine streaming.

Clara e le vite immaginarie sarà disponibile sulla piattaforma OpenDDB solo lunedì 1 giugno.
Supereroi senza superpoteri sarà disponibile sulla piattaforma OpenDDB da lunedì 1 giugno a lunedì 8 giugno. 

Il costo del biglietto (importo minimo 5 euro) è da considerarsi una donazione a supporto del settore cinematografico indipendente.

L’evento di lunedì fa parte di una serie di appuntamenti iniziati lunedì 11 maggio con la proiezione del thriller Buio di Emanuela Rossi, la cui programmazione e modalità saranno comunicate nelle prossime settimane, con i quali Kinodromo intende riprendere, sperimentando le possibilità del digitale, la propria programmazione e gli appuntamenti del lunedì tradizionalmente svolti nella sede del Cinema Europa di via Pietralata 55.