Poket P*rno, tra pop-punk e il nuovo video “Carta Bianca”

È in uscita il nuovo video di Poket P*rno, Carta Bianca, già disponibile su tutte le piattaforme digitali. 

Poket P*rno racconta la verità di Marco Male, o forse la verità di ognuno di noi. È un racconto di emozioni ed esperienze che si mescolano e creano musica, critica sociale e tanto rumore. Un mix di sonorità passate e future si fondono in un emo-punk con un linguaggio provocatorio e irriverente. Il risultato è la voce, cinica, di una generazione che deve essere sempre pronta ad una lotta con la vita, per rivendicare il proprio spazio in una società individualista.

Un Mac, una scheda audio, delle cuffie, una Fender Squier e una macchina fotografica analogica: la ricetta perfetta. Sì, i suoi brani sono tutti autoprodotti: è nelle tracce di Logic che Marco si è perso per poi scoprirsi, uscendone poi come Poket P*rno. È cresciuto ascoltando pilastri della musica internazionale come Nirvana, Blur, White Stripes e The Black Keys, suoi principali riferimenti musicali anche come artista.

1 – Ciao Marco, è da poco uscito il video di Carta Bianca, tratto dal singolo omonimo già presente sulle piattaforme digitali. Come nasce l’idea del video?

Ciao, l’idea del video non è stata strutturata unicamente nell’ottica di realizzare un videoclip per questo brano, quanto piuttosto in quella di sviluppare il secondo episodio di una serie di video con una trama comune, realizzati per dare all’album, a cui appartengono i brani in questione, una solida estensione visiva.
Questo episodio in particolare doveva raccontare la saturazione nervosa del protagonista, che in seguito a un crollo emotivo decide di stravolgere la sua vita abbandonando casa sua.
Dovendo fare analogie con il mio vissuto, l’episodio racconta come ho iniziato a odiare sistematicamente in risposta al sadismo che ho assaggiato da piccolo e che tutt’ora continuo a vedere ovunque. 

2 – Insieme al video precedente dà l’idea di essere una proposta a metà tra videoclip e web serie. Con chi hai collaborato per la produzione e tra le due cosa vuole essere?

Premesso che il progetto non è una collaborazione bensì, al contrario, una mia produzione dalla A alla Z, per la sua realizzazione mi sono affidato a una troupe di diversi ragazzi e ragazze che hanno svolto il lavoro nel pratico (Regia, Camera Operating, Direct Sound Recording, Soundtrack Mix & Master, Make-Up, On Set Photography etc.), oltre ai ragazzi e alle ragazze che hanno recitato all’interno della serie e che saluto.
Be direi che vuole essere esattamente una proposta a metà tra dei videoclip e una web serie! 

3 – Ci saranno altri “episodi”?
Assolutamente sì, il prossimo è fuori il 14/11, non perdetevelo mi raccomando.

4 – Qual è il messaggio o la sensazione che vuoi lasciare a chi guarderà il video?

Mi piacerebbe che la gente si odiasse di meno per il semplice fatto di odiare qualcuno e che capisse che quest’odio può essere convertito in una spinta emotiva per i propri obiettivi, oltre che in espressione artisica. 

5 – Spostandoci sulle uscite discografiche, sono in previsione nuovi brani del progetto? Un disco?
Sì, il 26/11 uscirà l’album “Tutti Vogliono”, a culminare le pubblicazioni fatte finora. Ho già altri progetti in produzione oltre a questo e aggiungo che a partire dall’uscita dell’album spingerò per fare più live possibile quindi se darete uno sguardo al mio pro IG non rischierete di perdere nessuna info!