Paesaggi Sonori Italiani – #covid19: documentare conservare e valorizzare il paesaggio sonoro durante la pandemia

Paesaggi Sonori Italiani – #covid19: documentare conservare e valorizzare il paesaggio sonoro durante la pandemia

Venerdì 4 settembre alle 11.00, presso l’hotel Excelsior del Lido di Venezia nello Spazio Regione Veneto – Fondazione Veneto Film Commission, all’interno delle manifestazioni collaterali della Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica verrà presentato Paesaggi Sonori Italiani – #covid19: un progetto promosso dall’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, in collaborazione con il dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova e LYS – Locate Your Sound, pensato per sollecitare la raccolta spontanea di documentazione sonora che, in occasione della recente pandemia, ha dato vita ad un vero e proprio inventario dei suoni di questo lockdown. Presentati da Jacopo Chessa, direttore della Veneto Film Commission, racconteranno dell’esperienza passata e parleranno degli sviluppi futuri Massimiliano Lopez, responsabile della valorizzazione del patrimonio di Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, Nicola Orio e Farah Polato, docenti del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova, Francesco Liotard, responsabile del sistema di archiviazione LYS – Locate Your Sound di mOOviOOle S.r.l.

La vocazione per la raccolta, la documentazione e la valorizzazione dei documenti audio e video dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi (ex Discoteca di Stato – MiBACT) incontra quella dello studio e della valorizzazione del patrimonio culturale materiale ed immateriale del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università di Padova. A fare da ponte Locate Your Sound, un avanzato sistema di archiviazione per paesaggi sonori. Con queste premesse nasce il progetto Paesaggi Sonori Italiani, volto a documentare, conservare, studiare e valorizzare, appunto, i paesaggi sonori del nostro paese.
Con l’arrivo della pandemia si è assistito a un profondo stravolgimento delle nostre quotidianità, delle relazioni sociali, delle interazioni con l’ambiente e, non ultimo, l’impatto sonoro dell’agire umano: si è detto che un “silenzio” quasi assordante ha avvolto le nostre piazze, i nostri viali, le nostre case, i nostri paesaggi sonori facendosi portavoce di ambientazioni uniche.
Un silenzio in realtà abitato da un cambiamento dei registri sonori che hanno modellato nuovi paesaggi e ambientazioni. Di qui la necessità di lanciare un appello per raccontare il periodo che l’Italia si apprestava ad affrontare attraverso la raccolta di testimonianze uditive uniche. Ad accogliere l’appello di “Paesaggi Sonori Italiani – #covid19” curiosi, scuole, associazioni, istituzioni ed anche la Veneto Film Commission.

Nel rispetto delle norme di sicurezza legate all’emergenza epidemiologica da Covid-19 in osservanza alla necessità di contenimento del rischio di contagio e di distanziamento sociale per partecipare agli incontri è necessaria la prenotazione. L’accesso avverrà esclusivamente dal lato ‘strada’ (L.mare G. Marconi) segnalato dai totem. Si ricorda l’obbligo della mascherina. Prenotazioni e info info@venetofilmcommission.com