Medea – Voci, lo spettacolo in scena al Teatro Elicantropo di Napoli

Teatro Elicantropo

Vico Gerolomini, 3, 80138 Napoli

Dal 21 al 31ottobre (dal giovedì al sabato ore 21.00 domenica ore 18.00

Info e prenotazioni, chiamare ai numeri 3491925942 – 3470552551

MEDEA – Voci

(di Christa Wolf)

adattamento e regia di Cinzia Cordella

con

Cinzia Cordella e Davis Tagliaferro

acting coach Paolo Antonio Simioni

collaborazione scenografica Bruno Garofalo

Distribuzione Mario Minopoli

La Medea di Christa Wolf è una donna carismatica, rimasta giovane, dal carattere forte e fin troppo orgoglioso – ma il suo orgoglio non dipende dalla relazione con Giasone, con cui vive a Corinto. I due si allontanano sempre di più, lui si dedica alle attività al cospetto del re, lei invece è bandita dal palazzo reale perché sta scomoda. Infatti, scopre che una figlia del re è stata ammazzata da lui stesso per motivi politici. Questo segreto scatena gli eventi, e quando il capo astronomo viene a conoscenza della sua curiosità, la situazione per Medea si fa pericolosa. Costui infatti, per renderla non più credibile, fa spargere la voce che abbia ucciso suo fratello, e che sia scappata dalla Colchide per non essere punita. Da lì parte la caccia a Medea, che culmina nella lapidazione dei suoi figli, quando lei ormai è già scappata nelle montagne.

Note di regia

E’ così. E’ andata a finire in questo modo. Curano che io possa essere chiamata infanticida anche presso i posteri. Per i quali che cosa sarà mai tutto questo, in confronto all’orrore che gli si mostrerà quando si guarderanno indietro. Perché non c’è modo di correggerci.”

Queste le parole del romanzo di Christa Wolf che ho intenzione di usare come chiave portante della mia messinscena di Medea – Voci.

Portare questa Medea in scena per riscattarla, per renderle giustizia, e diffondere la verità su una donna portentosa, che ancora in molti, troppi, conoscono, erroneamente, come infanticida.

A proposito di Medea, Christa Wolf ha dichiarato:

Fin dall’inizio pensavo che Medea fosse troppo legata alla vita per aver voluto uccidere i propri figli. Non potevo credere che una guaritrice, un’esperta di magia, originata da antichissimi strati del mito, dai tempi in cui i figli erano il bene supremo di una tribù, doveva uccidere i propri figli.”

Ho trovato sorprendenti e illuminanti i risultati delle ricerche effettuate di Christa Wolf, secondo cui non solo Medea non avrebbe ucciso i propri figli ma avrebbe addirittura tentato di salvarli portandoli al santuario di Era prima di essere costretta all’esilio.

Dalla storiografia antica risulta che Euripide avrebbe ricevuto un onorario di quindici talenti d’argento per riscrivere il mito e presentare al meglio Corinto sulla scena del Teatro greco durante le feste di Dioniso.

Ed ecco una storia vecchia quanto l’Universo, e sempre attuale: i vincitori che riscrivono la storia dei vinti, a loro piacimento, e per i propri comodi…

Inoltre, grazie a Christa Wolf, per la prima volta scopriamo il lato più umano e profondo di Medea, con i suoi ricordi di bambina, le sue fragilità, l’amore profondo per la vita, l’incapacità di accettare le ingiustizie e i delitti commessi per la sete di potere…

Il progetto ha beneficiato della supervisione del Coach Paolo Antonio Simioni (docente Masterclass per la scuola del Teatro Stabile di Genova).

Durata spettacolo – 75 minuti

Prodotto da

Mabel Productions

contatti

mabelproductions3@gmail.com

mariominopoli6@gmail.com

Cinzia Cordella (insieme a Nunzio D’Amico e Cinzia Nunziata) ha fondato la Mabel Productions nel 2021, in seguito all’incontro con il gruppo di attori di Euact.

EuAct è un gruppo internazionale di attori, registi, drammaturghi, fondato nel 2011 da Paolo Antonio Simioni a Berlino a seguito di una collaborazione con Lena Lessing. Simioni ha successivamente spostato il fulcro del suo lavoro tra Roma e Budapest.

Cinzia Cordella è rimasta stupefatta dalla qualità del lavoro artistico e attoriale svolto dal gruppo Euact al punto da decidere di fondare una società di produzione con l’obiettivo di sostenere e produrre i progetti teatrali di questo gruppo, sotto la direzione del regista Paolo Antonio Simioni. con l’attenta organizzazione di Mario Minopoli.

Il primo spettacolo che la Mabel Presenta è Medea Voci (dal romanzo di Christa Wolf; con Cinzia Cordella e Davis Tagliaffero), nato appunto dall’incontro con Paolo Antonio Simioni che di questo progetto ha fatto la supervisione in qualità di acting coach, e la cui regia è di Cinzia Cordella.

Altri progetti di partenza della Mabel Productions sono:

Bergman Documenta (I e II) – regia di Paolo Antonio Simioni – con Cinzia Cordella, Gianmaria Martini, Alessia Pellegrino (e cast in via di definizione). Il progetto prevede la trasposizione teatrale dei film Scene da un matrimonio e Un mondo di marionette di Ingmar Bergman. Per questo progetto il gruppo della Mabel Productions lavorerà in residenza all’Odin Teatret (Danimarca) e a dicembre al Teatro Sannazzaro di Napoli.

A-mlð (Shakespeare Documenta – studio n2 /Amleto) – regia di Paolo Antonio Simioni – con Cinzia Cordella, Andreapietro Anselmi, Gianmaria Martini e Alessia Pellegrino.

Una Bellissima domenica a Creve Coeur (di Tennesse Williams), commedia tutta al femminile – regia di Paolo Antonio Simioni (cast in via di definizione).