Maxi sequestro di armi, moto e auto, uniformi e giubbotti antiproiettile in una casa a Roma

Maxi sequestro di armi, moto e auto, uniformi e giubbotti antiproiettile in una casa a Roma

Maxi sequestro di armi, moto e auto, uniformi e giubbotti antiproiettile in una casa a Roma – Roma – Ambito controlli per il natale sicuro, i carabinieri scoprono una santa barbara a casa di 2 persone arrestate.

Sequestrati: pistole, mitragliatori, fucili, migliaia di munizioni varie, auto e moto rubate, uniformi, giubotti antiproiettili

 

 Nel corso dei controlli intensificati in questo periodo nella Capitale  nell’ambito del piano “Natale sicuro”, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Casilina hanno scoperto un vero e proprio arsenale a casa di due romani di 48 e 20 anni che sono stati arrestati. In un garage della loro abitazione nel quartiere Alessandrino, a Roma,  i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 16 pistole; 3 mitragliatori; 1 pistola mitragliatrice; un fucile a pompa; silenziatori; più di 2500 munizioni varie; un’auto e due moto rubate; uniformi in uso alle forze dell’ordine; distintivi; radio ricetrasmittenti complete di auricolari; due parrucche; 1 paletta, 5 giubbotti antiproiettile; alcuni cinturoni con fondina; quattro caschi da motociclista e vari accessori utili al travisamento oltre a modesti quantitativi di cocaina, eroina e hashish. Le armi, sulle quali sono in corso indagini volte a verificarne la provenienza, saranno sottoposte ad accertamenti tecnici.

 

 

 

Veste i figli da Babbo Natale e li induce a chiedere l’elemosina. Cittadina romena denunciata dai carabinieri

 

 

Roma – Erano vestiti da babbo natale, i due giovani nomadi di 9 e 13 anni, appartenenti al campo di via del Boiardo, portati dalla madre, una 32enne cittadina romena, a chiedere l’elemosina in via Uffici del Vicario, zona piazza Colonna. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, intervenuti a seguito di segnalazione giunta al “112”, hanno denunciato in stato di libertà la donna. Su disposizione dell’autorità giudiziaria competente, i due minorenni sono stati riaffidati alla madre.

 

 

 

Prende a calci le auto parcheggiate nei vicoli di Trastevere e si scaglia contro i carabinieri intervenuti per fermarlo. In manette un 40enne italiano. Nascondeva in tasca un grosso cacciavite

 

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Trastevere, nell’ambito del servizio denominato “Patto per Roma Sicura” svolto nei luoghi della Movida, hanno arrestato un 40enne originario della provincia di Catania, ma da tempo residente a Roma, con le accuse di danneggiamento, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo già vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, è stato sorpreso dai militari nei vicoli intorno a piazza Trilussa mentre si divertiva a prendere a calci le auto in sosta. Non solo: alla vista dei Carabinieri, il 40enne è andato in escandescenze ed ha opposto una ferma resistenza all’arresto. Una volta immobilizzato, i militari lo hanno perquisito trovandolo in possesso di un grosso cacciavite. L’esagitato 40enne è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi