Luoghi Sacri è il nuovo singolo di Svevo Susa

SVEVO SUSA: DA MARTEDI’ 23 GIUGNO IL NUOVO SINGOLO “LUOGHI SACRI”

L’artista romano pubblica un intenso brano che descrive il frastuono del primo incontro: uno scambio di sguardi che getta una luce improvvisa sulle ombre del passato.

>>> ASCOLTA SU SPOTIFY <<<

https://sptfy.com/51g8

Luoghi Sacri è il nuovo singolo di Svevo Susa, in esclusiva su Spotify da martedì 23 giugno per Rivoluzione Dischi/Pirames International. Il brano, prodotto da Alessandro Forte (Aiello, Galeffi, Mameli, Scrima, Valucre) presso gli studi Pepperpot di Roma, è un’anteprima di un concept EP in uscita durante l’autunno 2020.

Luoghi Sacri è la storia di una scoperta, la descrizione di un incontro che colpisce come una folgore. Lo spazio fisico ed emotivo è una di quelle serate normali, che iniziano come tante altre, senza aspettative o rivoluzioni, una notte copia di altre cento. Ed in quel contesto sacro, di divertimento puro senza complicazioni, si incrociano due occhi diversi: un corpo speciale ed ecco che lo spazio da paradiso diventa inferno e tutto quello che credevi di conoscere diventa piccolo come un granello di sabbia.

Facebook

Instagram

Spotify

CREDITS

Testo e musica Simone Pitorri

Produzione artistica Alessandro Forte

Registrato, missato e masterizzato da Alessandro Forte presso Pepperpot Studio (Formello, Roma)

TESTO

Sono luoghi sacri, qui non c’è dolore

Qui non c’è sapore, di speranze amare

Sono luoghi sacri, qui non c’è timore

Resta qui due ore, troverai la pace

Poi d’un tratto eri lì a ballare

Sento il sudore sul viso e la folla cantare

Vorrei scomparire, mi dovrei avvicinare

Cosa vuoi che siano giusto quattro parole

La musica è alta, i bassi a ritmo col cuore

E quando sei lì sotto al palco

Con le mani in aria e la testa in giù

Diventi il mondo e io muoio

La stanza è piena e ci sei soltanto tu

Sono terre sacre, lande sconfinate

Mi son perso fuori, non so cosa fare

Sono terre sacre, lande desolate

E m’hai chiuso fuori, chiuso a tre mandate

Poi d’un tratto eri lì a guardare

Sento il sudore sul viso e la folla cantare…

E quando sei lì sotto al palco…

E quando sei lì sotto al palco…

Articolo precedenteEmilia Zamuner presenta il singolo “Torneremo al mare”
Articolo successivoFreaky Trip to Rotterdam, il progetto di Senhit