L’Eredità delle Donne, il 22 settembre la seconda giornata del festival

L’Eredità delle Donne, il 22 settembre la seconda giornata del festival

L’Eredità delle Donne, il 22 settembre la seconda giornata del festival – La prima edizione del festival L’Eredità delle Donne ha invaso la città di Firenze dal 21 settembre e animerà il capoluogo toscano fino al 23 settembre, nel segno dell’Elettrice Palatina, ovvero Anna Maria Luisa de’ Medici.

 Sabato 22, al Cinema Teatro Odeon, grandi ospiti affiancheranno Serena Dandini nella serata dedicata all’ Abbecedario delle Donne: le scrittrici Silvia AvalloneTeresa Ciabatti eMichela Murgia, le attrici Anna BonaiutoLunetta SavinoAlessandra Faiella eFrancesca ReggianiMarica Branchesi, astrofisica italiana definita dal Time come una delle 100 persone più influenti del mondo, Donatella Carmi Bartolozzi, Vice Presidente della Fondazione CR Firenze, e Livia Sanminiatelli Branca, nipote di Donna Elena Corsini.

Inoltre, numerosi appuntamenti e location da visitare e da scoprire, e ospiti nazionali e internazionali, tra cui alcune Grandi Madri del cinema come Franca Valeri e Lina Wertmüller, alle quali saranno consegnate le Chiavi della Città di Firenze dal Sindaco Dario Nardella, e grandi protagoniste della musica italiana come Irene Grandi, Cristina Scabbia, Chiara Galiazzo, Dori Ghezzi e LadyVette.

La serata inaugurale del festival, che si è svolta al Teatro della Pergola, ha visto Serena Dandini con il talk “Dacci oggi il nostro pane quotidiano: Le cre-attive da lei ideata e condotta. Dopo una straordinaria intervista alla politica francese Ségolène Royal, Serena Dandini è stata affiancata sul palco da altre rilevanti personalità: Amalia Ercoli-Finzi, prima donna ingegnere aerospaziale, Suad Amiry, scrittrice e architetto palestinese, Liza Donnelly, vignettista del New Yorker, Dori Ghezzi, cantante e moglie di Fabrizio de Andrè,Cecilia Laschi, bioingegnere e pioniera nel campo della robotistica soft e dalla scrittrice Angela Terzani Staude. Le donne si sono riunite in un dialogo evocativo portando il pubblico a riflettere, sotto diversi punti di vista, sul panorama femminile.

Tornando al programma di domani, sabato 22 settembre, vi segnaliamo alcuni degli eventi imperdibili, che potete consultare integralmente sul sito www.ereditadelledonne.eu:

CINEMA – Presso il Cinema La Compagnia, in collaborazione con Quelli della Compagnia di Fondazione Sistema Toscana, saranno presenti due delle maggiori esponenti del panorama cinematografico del Novecento: Franca Valeri, grande attrice e sceneggiatrice italiana di teatro e di cinema, che ha lavorato con grandi nomi come Alberto Sordi e Totò, e Lina Wertmüller, prima donna candidata all’Oscar come regista.

A questi due grandi personaggi che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale il Sindaco Dario Nardella ha deciso di consegnare le Chiavi della Città di Firenze in una cerimonia ufficiale e di grande prestigio sabato 22 settembre al Cinema La Compagnia, ad apertura degli eventi a loro dedicati.

Alle ore 11.00 ci sarà “Buon compleanno, Franca”, l’intervista a Franca Valeri condotta da Serena Dandini con la proiezione del suo film “Il segno di Venere”. Alle 20.30, invece, ci sarà “Omaggio a Lina Wertmüller” dove la giornalista Elena Stancanelli intervisterà la Grande Madre del Cinema Italiano Lina Wertmüller, con l’introduzione di Maresa D’Arcangelo e Paola Paoli, Direttrici del Festival Internazionale di Cinema e Donne, e a seguire sarà proiettato il film “Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti”, diretto proprio dalla Wertmuller.

Sempre al Cinema la Compagnia si terranno gli eventi “Il senso delle donne per il cinema” alle ore 19.00, un dialogo con eccellenze del cinema quali le registe Francesca Marciano eValia Santella, la ricercatrice Maura Misiti, le documentariste Adele Tulli e Sabrina Varani, con la moderazione della giornalista Simonetta Fiori, che racconteranno il cinema da dietro le quinte valorizzando le potenzialità di uno sguardo al femminile. Non dimentichiamo la preziosa e raffinata rassegna cinematografica “Incontri ravvicinati” a cura di Adele Tulli, con le proiezioni dei documentari El pacto de adriana di Lisette Orozco (ore 14.30), che racconta il Chile di Pinochet attraverso un terribile segreto di famiglia, e Pagine Nascoste(ore 17.00) che affronta i baratri rimossi del fascismo Italiano, seguendo la ricerca personale di Francesca Melandri tra le pieghe occultate della biografia di suo padre Franco. A seguire Q&A con la regista Sabrina Varani e Adele Tulli. Questa rassegna sarà una vera e propria maratona di documentari biografici, tutti rigorosamente gratuiti e delle vere occasioni perché inediti sul territorio toscano, per rendere omaggio a donne che da ogni latitudine hanno segnato la storia, contribuendo a cambiare la nostra visione del mondo.

Inoltre, il Cinema La Compagnia alle ore 10.00 ospiterà “Maratonda di merito”, storie di merito raccontate da donne di The Circle Italia Onlus che intervisteranno Cristina BenedettiniClementina Cordero di Montezemolo e Marialina Marcucci.

MOSTRE – Presso lo spazio mostre della Fondazione CR Firenze (Via Bufalini 6, Firenze) inaugurerà al pubblico la mostra “Artiste. Firenze 1900 – 1950”, a cura di Lucia Mannini eChiara Toti, promossa e organizzata da Fondazione CR Firenze e AWA Advancing Women Artists Foundation, con la collaborazione dell’Archivio Contemporaneo del Gabinetto G.P. Vieusseux e l’Associazione culturale Il Palmerino, e patrocinata dal Consolato degli Stati Uniti d’America di Firenze. L’esposizione ha per perno le figure diLeonetta Pieraccini e Filide Giorgi, che furono unite da una profonda amicizia. Allieve di Giovanni Fattori all’inizio del Novecento, si interessarono alle novità artistiche internazionali, dimostrandosi pittrici di grande qualità.

LIBRI E READING – Il festival proporrà al suo pubblico un Caffè Letterario alla Terrazza della Biblioteca delle Oblate dove, nella giornata di sabato, ci sarà la presentazione dei libri: “Si può” (ore 11.00) di Beatrice Masini e Arianna Papini, con Donatella Carmi,Daniela Morozzi e Ilaria Maurri; “Cattiva” (ore 15.30) di Rossella Milone con la partecipazione di Annalisa Monfreda; il reading di poesie erotiche della poetessa Patrizia Valduga (ore 16.30); “Mia madre non lo deve sapere” (ore 17.30) di Chiara Francini con la partecipazione di Frida Zampella e “Piuttosto m’affogherei. Storia vertiginosa delle zitelle” (ore 18.30) di Valeria Palumbo con Gaia Rau. Sarà, inoltre, presentato il libro “Venti donne in Toscana” (ore 12.00) di Silvio Balloni, in uscita in occasione del festival e promosso dalla Fondazione CR Firenze, con la partecipazione di Luca Scarlini e Carlo Sisi.

Alla Libreria RED Feltrinelli ci sarà la presentazione del libro “Sette baci prima di dormire” (ore 16.00) di Sara Gazzini con la partecipazione di Eva Edìli e Gianfranco Monti mentre presso la Sala Ferri di Palazzo Strozzi, in occasione dell’uscita del libro “Il tappeto tunisino”, si terrà l’incontro “Dal ventennio a tangentopoli. L’Italia raccontata dalle donne” (ore 17.00) con Fausta GaraviniSilvia Ballestra e Wlodek Goldkorn. In programma per sabato 22 allo Spazio Alfieri, sarà proposta una lectio di Stefano Bartezzaghi, “Cosa ci andavano a fare le donne di mondo, a Cuneo?”, per raccontare il mondo e le donne nel folklore verbale nazionale.

TALK – Presso il Cinema Teatro Odeon alle ore 18.30 ci sarà il talk “Donne che fanno notizia”, con la giornalista Lucia Goracci, la pubblicitaria Annamaria Testa, il giornalista e scrittore Adriano Sofri, la scrittrice Igiaba Scego, la giornalista e scrittrice palestinese Rula Jebreal, con la moderazione della giornalista Tiziana Ferrario. Sarà un momento di scambio e confronto sul tema della rappresentazione del femminile in tutta la catena della produzione dell’informazione al giorno d’oggi.

VISITE GUIDATE – Il programma presenta anche numerose visite guidate alla scoperta dei luoghi più importanti e suggestivi della città. Tra le più rilevanti vi segnaliamo: l’apertura straordinaria della Quadreria Corsini, che aprirà gratuitamente per la prima volta nella storia tutta la collezione dell’antica famiglia nobile fiorentina dei Corsini; a raccontarla ai visitatori saranno le nipoti di Donna Elena Corsini per una storia tutta al femminile.

Al Cimitero agli Allori la scrittrice e giornalista Elena Stancanelli, con l’introduzione di Francesca Paoletti, guiderà i visitatori alla conoscenza della vera regina d’Inghilterra: Alice Keppel e sarà possibile effettuare un percorso, a cura di Grazia Gobbi Sica e Lucia Tonini dell’Associazione Amici degli Allori con letture delle allieve della Calenzano Teatro Formazione a cura di Andrea Nanni, alla scoperta delle storie di madri, mogli, sorelle e figlie con una personalità che le ha rese protagoniste della loro epoca, arricchendo la memoria della città.

Inoltre in occasione dell’apertura dell’acclamata mostra “Marina Abramović. The Cleaner”, a Palazzo Strozzi, lo storico e critico Costantino d’Orazio effettuerà delle visite guidata gratuite e in esclusiva per il festival alla scoperta della famosa artista.

L’Ospedale di Santa Maria Nuova sarà il teatro di visite dedicate alla figura di Monna TessaMaria Petroncini Ferretti ed Ernestina Paper, tre donne che hanno esercitato l’arte della salute nel corso dei secoli passati e le cui esperienze e ambizioni saranno sapientemente raccontate dalla storica della medicina Donatella Lippi e dall’attrice Anna Meacci, in collaborazione con la Fondazione Santa Maria Nuova ONLUS.

Lo storico Palazzo Vecchio, importante simbolo della città, ospiterà visite guidate per famiglie, bambini e ragazzi alla scoperta delle protagoniste femminili a Palazzo, a cura diMUS.E Firenze.

L’Archivio Contemporaneo “A. Bonsanti” aprirà eccezionalmente con una visita guidata a cura della Direttrice Gloria Manghetti per approfondire la biografia di Irma Brandeis – la Clizia di Montale – e Adriana Pincherle, la cui storia si intreccia con quel del Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux. La Basilica di Santa Croce apre le sue porte al pubblico del festival con visite guidate a cura dell’Opera di Santa Croce per scoprire la storia delle donne e le donne che hanno fatto la storia in Santa Croce, tra cui Félicie De Fauveau, la prima scultrice donna, Florence Nightingale, inventrice delle scienze infermieristiche, Luisa Stolberg, politica temutissima da Napoleone.

Al Museo di Santa Maria Novella sarà possibile ammirare il Paliotto Fiorito, magnifico tessile realizzato nel Seicento, attraverso delle speciali visite guidate con Silvia Colucci, Curatrice del Museo di Santa Maria Novella, Elisa Zonta, Conservazione e Restauro Tessile e Il Club del Punto in Croce.

Uscendo dai confini del centro storico, in collaborazione con il Sistema Museale d’Ateneo, verrà data la possibilità di partecipare a una serie di originali visite a Villa La Quiete, dedicate alle donne (tra cui l’Elettrice Palatina) che nella realizzazione di questo straordinario complesso architettonico hanno avuto un ruolo di primo piano.

EVENTI SPECIALI – Durante la giornata di sabato 22 si terranno anche alcuni “eventi speciali” che andranno a concludersi nella giornata di domenica 23. Al MIP Murate Idea Park, la visual artist MP5, terrà sabato 22, dalle ore 10:30 alle ore 12:00 un’open discussion con l’obiettivo di sensibilizzare i partecipanti alle tematiche d’intervento artistico nello spazio urbano. Nel pomeriggio, dalle ore 15:00 alle ore 18:00, l’artista dirigerà il workshop “La resistenza taciuta”, organizzato in collaborazione con MUS.E Firenze e Le Murate. Progetti Arte Contemporanea. Il workshop gratuito, che continuerà anche nella giornata di domenica 23, si propone come un laboratorio di guida per la realizzazione di un’opera di arte urbana site-specific nel comune di Firenze. La tematica, che segue il fil rouge del Festival, è tutta al femminile: la realizzazione dell’intervento dovrà ispirarsi alle donne della resistenza partigiana, partendo dalla figura chiave di Teresa Mattei.

Inoltre da Piazza Santa Maria Novellasabato 22, alle ore 15:00 si partirà “La caccia al tesoro fotografica” realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale DISTURbo. Un format di puro divertimento che combina la passione per la fotografia con il piacere di vivere in modo nuovo la città. La caccia al tesoro è aperta a tutti: amanti della fotografia e chiunque abbia voglia di mettersi in gioco: non ci sono limiti di età o di professione. Sono ancora aperte le iscrizioni sul sito ufficiale del festival (www.ereditadelledonne.eu) e sul sito dell’Associazione Culturale DISTURbo (www.disturbo.net). Inoltre la mattina stessa dell’evento sarà possibile iscriversi allo stand che verrà allestito in Piazza Santa Maria Novella dalle 11:00 alle 14:00. La quota d’iscrizione è di 5 euro a persona (10 euro a coppia) e comprende la maglietta brandizzata “L’Eredità delle Donne – La caccia al tesoro fotografica” e il kit di gara.

SPETTACOLI – Allo Spazio Alfieri alle ore 16.00 i giornalisti e critici musicali Ernesto Assante e Gino Castaldo presenteranno “Le voci femminili della musica”, un’edizione speciale di Lezioni di Rock sulle interpreti femminili che hanno fatto la storia della musica. La giornata di sabato 22 si concluderà con due eventi assolutamente da non perdere: all’ Opera di Santa Croce ci sarà la serata musicale Melodie: note al femminile”, in collaborazione con Rai Radio 2, con Cristina Scabbia, Ladyvette, Irene Grandi, Dori Ghezzi, Chiara Galiazzo condotto da Gino Castaldo e con la partecipazione straordinaria di Ernesto Assante. Successivamente, al Cinema Teatro Odeon, andrà in scena il secondo talk ideato e condotto da Serena Dandini, dal titolo “L’Abbecedario delle Donne”. Una serata di speech teatrali dal ritmo serrato affidato a donne di grande capacità narrativa e comunicativa, per illustrare le parole chiave di un mondo riscritto e ripensato in chiave femminile. In scena le scrittrici Silvia AvalloneTeresa Ciabatti e Michela Murgia, le attrici Anna Bonaiuto,Lunetta SavinoAlessandra Faiella e Francesca ReggianiMarica Branchesi, astrofica italiana definita dal Time come una delle 100 persone più influenti del mondo, Donatella Carmi Bartolozzi, Vice Presidente della Fondazione CR Firenze, e Livia Sanminiatelli Branca, nipote di Donna Elena Corsini.

PROGRAMMA OFF SABATO 22 SETTEMBRE, SELEZIONE DI ALCUNI EVENTI – La città di Firenze ha risposto in maniera straordinaria a una call lanciata dal festival, condividendo così lo spirito de L’Eredità delle Donne, con oltre 137 appuntamenti organizzati spontaneamente nella tre-giorni della prima edizione del festival. Le realtà culturali, creative e produttive della città fino ai singoli cittadini proporranno appuntamenti in biblioteche, musei, librerie, associazioni in difesa delle donne, associazioni culturali, spazi insoliti e open air. La curatela degli eventi del calendario OFF è affidata ai soggetti organizzatori, i quali sono direttamente responsabili per i contenuti, le modalità di svolgimento e gli aspetti logistici degli appuntamenti da loro proposti.  Tra i tanti appuntamenti che compongono il programma OFF, tutti consultabili sul sito www.ereditadelledonne.eu, per la giornata di sabato 22, vi segnaliamo:

La Fondazione CR Firenze e Associazione OMA presentano il progetto “Artigianato in Oltrarno”, iniziativa promossa all’interno di NOTA, spazio per l’artigianato e la moda. Un walking-tour urbano, con una guida turistica Go2Artisans, che andrà alla scoperta dell’artigianato tutto al femminile. Si farà visita a Naa Studio, in cui antiche tecniche orafe incontrano il design e il laboratorio Quelle Tre per scoprire collezione dalle fogge inusuali.

La Sinagoga di Firenze e la Società Cooperativa Culture/Museo ebraico celebreranno la storia di Glückel of Hameln, imprenditrice e scrittrice tedesca di origine ebrea, prima donna tedesca autrice di un’autobiografia.

Ci saranno poi appuntamenti dedicati ai bambini, come il laboratorio di lettura, arte, scrittura e teatro realizzato AntigonArt basato sul libro “Storie della buonanotte per bambine ribelli” alla Biblioteca Comunale di Dicomano (ore 10.30).

Segnaliamo inoltre la presentazione del libro “Nel tropico del Cancro” di Skin La Bianca con l’attrice premio Oscar Giusi Merli alle Serre Torrigiani (ore 18.30), il dj set di dj donne presso l’Associazione Culturale Gaus Club Disagio a cura dell’Associazione Fiesolana2b (ore 22.30) e le visite guidate all’Opificio delle Pietre Dure a cura di Katia Martinez.

Grande spazio verrà dedicato agli spettacoli: “Giovanna D’Arco. La rivolta” di Carolyn Cage andrà in scena al Teatro Manzoni (ore 21.30). Giovanna D’Arco ritorna per raccontarci le sue esperienze con i più alti livelli della Chiesa, dello Stato e delle armate, smascherando la brutale misoginia che sta dietro le istituzioni maschili. Lo spettacolo “Artemisia incontra Frida” di Gabriele Becherelli vedrà riportare l’attenzione sull’arte come potenzialità, raccontando l’eredità di due donne straordinarie come Artemisia Gentileschi e Frida Kahlo al Sit’n Breakfast (ore 19.00). Infine al MIP – Murate Idea Park (ore 17.00) andrà in scena “Donne in prima linea – Uomini leggono vite straordinarie” a cura di ConsapevolMente: cinque donne, cinque giornaliste testimoni di eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Stralci di lettere, pagine di diario, articoli e autobiografie letti da voci maschili, in un esperimento di immedesimazione femminile.

BLOG

Sarà possibile rimanere costantemente aggiornati sui contenuti del festival grazie alla redazione live di Fenysia – Scuola dei linguaggi della cultura che curerà la sezione blog del sito www.ereditadelledonne.eu, seguendo tutti gli eventi principali con interviste e materiale video e fotografico.

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: L’Eredità delle Donne. Le nostre Giornate del Patrimonio

QUANDO: dal 21 al 23 settembre 2018

DOVE: Firenze

La manifestazione è promossa da Fondazione CR Firenze e da Elastica, con il patrocinio delMinistero dei beni e delle attività culturali, del Comune di Firenze e di Estate Fiorentina 2018, con la partnership di Gucci e con il contributo di Poste ItalianeIntesa Sanpaolo e Banca CRFirenze, Pitti Immagine, “Tuscany, la bellezza della carta”, un marchio di Cartiere Carrara, in collaborazione con Publiacqua SpA, con la sponsorship tecnica di Unicoop Firenze, in gemellaggio con HF Ile-de-France e con l’Associazione MèMO, il blog a cura di Fenysia – Scuola dei linguaggi della cultura e con la media partnership di RAI Radio 2.

L’ACCESSO A TUTTE LE INIZIATIVE E’ GRATUITO fino ad esaurimento posti. In alcuni casi è richiesta la prenotazione al sito www.ereditadelledonne.eu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi