Le musiche dell’Orlando Consort per la liturgia presieduta dall’Arcivescovo di Mosca S.E. Mons. Paolo Pezzi

Le musiche dell’Orlando Consort per la liturgia presieduta dall’Arcivescovo di Mosca S.E. Mons. Paolo Pezzi

Le musiche dell’Orlando Consort per la liturgia presieduta dall’Arcivescovo di Mosca S.E. Mons. Paolo Pezzi – Basilica di San Vitale, domenica 2 luglio ore 10.30

L’ultima liturgia di Ravenna Festival 2017, presieduta dall’Arcivescovo di Mosca S.E. Mons. Paolo Pezzi nella Basilica di San Vitale domenica 2 luglio 2017 alle 10.30, sarà cantata dall’Orlando Consort, noto ensemble vocale maschile inglese specializzato nel repertorio medievale e rinascimentale. In programma, per una parte dell’ordinario, brani tratti dalla Missa Nunca fué pena mayor di Francisco de Peñalosa e musiche vocali di Josquin Desprez, Antoine Brumel e Nicolas Gombert.

Compositore spagnolo (1470ca – 1528), Francisco de Peñalosa fu attivo alla corte della regina Isabella la Cattolica, del re Ferdinando II e successivamente dell’Infante don Fernando di Aragona, uno dei fratelli di Carlo V. È considerato il più grande polifonista spagnolo prima dell’avvento di Cristóbal de Morales (del quale fu probabilmente maestro): l’erronea attribuzione del suo mottetto Sancta mater istud agas a Josquin Desprez basta da sola a testimoniare l’altissima qualità della sua musica. È nella produzione sacra che la personalità di Peñalosa si dispiega in tutta la sua ampiezza ed è proprio nelle sue messe che si può cogliere la sottigliezza del tessuto polifonico e l’uso sapiente della tecnica canonica. Antoine Brumel e Nicolas Gombert gravitano entrambi attorno alla figura di Josquin Desprez, il più grande compositore del rinascimento francese e il più illustre esponente della scuola fiamminga. I brani scelti per il proprio, a partire dall’inizialeUnica est columba mea di Francisco de Peñalosa, hanno tutti come riferimento testuale il Cantico dei Cantici.

L’Orlando Consort (Matthew Venner, controtenore; Mark Dobbel e Angus Smith, tenori; Donald Greig, baritono, e Robert Macdonald, basso) si è formato nel 1988 ed è celebre per l’interpretazione di musica vocale composta prevalentemente tra il 1050 e il 1550. Presente nei grandi festival internazionali, affianca un’intensa attività concertistica dal vivo a registrazioni per le più prestigiose case discografiche, come Deutsche Grammophon e Harmonia Mundi. Collabora inoltre a progetti speciali con jazzisti e musicisti tradizionali indiani. L’ensemble è attualmente “artista in residenza” all’Università di Nottingha

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi