La Bologna di Mellara e Rossi al BOtanique di Bologna

La Bologna di Mellara e Rossi al BOtanique di Bologna

La Bologna di Mellara e Rossi al BOtanique di Bologna – Tre appuntamenti per raccontare Bologna attraverso la cinepresa.

Tre giovedì per riscoprire la città con gli occhi di chi la vive e la ama per la sua particolarità e unicità.

Nell’ambito delle celebrazioni per i 25 anni dell’Estragon, il BOtanique ai giardini di via Filippo Re ospita “La Bologna di Mellara e Rossi” una mini rassegna sui due cineasti, storici fondatori di Estragon ai tempi in cui il locale era uno spazio dedicato alle diverse forme di espressione artistica, compresi teatro e cinema.

“Raccontare Bologna diventa raccontare il mondo, perché Bologna riemerge nella sua unicità, pretende il suo posto, reclama il suo ruolo di città anomala, innovativa”. Così Michele Mellara e Alessandro Rossi spiegano il loro impegno dietro la macchina da presa.

Si incomincia dunque giovedì 5 luglio con “Fortezza Bastiani”, il film d’esordio di Mellara e Rossi, in cui la città viene raccontata attraverso le aspirazioni e le frustrazioni della comunità studentesca universitaria. Ormai film cult del mondo universitario, “Fortezza Bastiani” ebbe un buon successo di pubblico e critica aggiudicandosi il premio Solinas per la Miglior sceneggiatura e ottenendo la candidatura al miglior esordio alla regia al David di Donatello.

Giovedì 12 luglio si proseguirà con “La febbre del fare”, il documentario che racconta la storia amministrativa di Bologna dal 1945 al 1980. Una città, Bologna, concepita da ex- partigiani, antifascisti, volti a cercare di realizzare un contesto urbano in cui il senso egualitario e solidale venisse messo al centro della vita pubblica. “La febbre del fare”, uscito in DVD + booklet nella collana curata dalla Cineteca di Bologna, è stato uno dei titoli di maggior successo. Il documentario si è aggiudicato il premio speciale della giuria al Festival Internazionale di cinema d’archivio di Rio de Janero.

Giovedì 19 giugno, nell’ambito di una serata speciale assieme a tutti i fondatori storici di Estragon, verrà proiettato “L’incontro”. Il cortometraggio, ambientato nella palestra popolare del TPO, narra la storia di un adolescente, Amin, marocchino di seconda generazione, in cerca del diritto di cittadinanza e della vittoria nel suo più importante incontro di pugilato. A sostenerlo un allenatore appassionato interpretato da Bob Messini. “L’incontro” si è aggiudicato il premio MigrArti ed è stato presentato all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia.

Tutte le serate avranno ingresso gratuito.

 

Di seguito il programma nel dettaglio:

La Bologna di Mellara e Rossi

Gio 5 luglio

Proiezione di “Fortezza Bastiani” (2002) il film cult sugli studenti universitari a Bologna, introdotto da Mellara e Rossi assieme al critico cinematografico Roy Menarini. A precedere Dj set tematico di Morra Mc

 

Ore 21,30. Gratuito

Gio 12 luglio

Proiezione di “La febbre del fare – Bologna 1945-1980” (2010) il documentario di Mellara e Rossi sulla stagione politica bolognese da Dozza a Zangheri.

 

Ore 21,30. Gratuito

 

Gio 19 luglio

proiezione de “L’incontro” (2017), il cortometraggio di Mellara/Rossi presentato in anteprima all’ultima edizione del Festival di Venezia ambientato nella palestra polare del TPO.

Ore 23:00. Gratuito

Il BOtanique, ai Giardini di via Filippo Re, aprirà ogni sera alle ore 20.00 con l’area food.

Per info e aggiornamenti sul BOtanique: http://www.botanique.it  e https://www.facebook.com/BOtaniqueFestival

 

BOtanique 9.0 è inserito nel programma di Be Here, Bologna estate 2018, il cartellone promosso e coordinato dal Comune di Bologna.

Scheda Fortezza Bastiani

Sinossi: Bologna. La città dell’Università più antica d’Europa. Fortezza Bastiani, così è soprannominato l’appartamento nel Centro storico di Bologna in cui incrociano i loro destini cinque studenti universitari, quasi tutti ormai al termine del loro percorso accademico. Questo nome è un omaggio che gli abitanti della casa dedicano al protagonista del “Deserto dei Tartari” di Buzzati. Nel romanzo il Capitano Drogo attende tutta la vita asserragliato in un avamposto sul nulla l’attacco dei Tartari, attacco che giungerà solo quando lui sarà troppo vecchio per combattere. Allo stesso modo i giovani protagonisti vivono l’università e la città che la ospita, come un terreno di una battaglia mancata, teatro di forti passioni e disillusioni, di amori, rancori, straordinaria ilarità, disfacimento e oblio.

 

CAST ARTISTICO

Copertina DUCCIO GIORDANO Rubin

FRANCESCA MAGREFI Queen Mary

GIUSEPPE GANDINI Benna

DENIS FASOLO Napoleon

FABIAN RIBEZZO Pedro

MORENO MARI Guthrie

MARGHERITA RAMI Milla

MICHELE DE VIRGILIO Ugo

CINZIA VERONESI Malinda

BERNARDO BOLOGNESI Siro

ENRICO RUGGERI Henry

VINCENZO BONAFFINI Vlad

ANDREA MASU Max

CLAUDIO MORGANTI Predicatore

COSIMO CINIERI Rettore

ARMANDO PUGLIESE Prof. Franchi

PAOLO NORI Libraio

FELICE ANDREASI Prof. Monti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi