La bella storia di Yoshua approda in libreria

La bella storia di Yoshua approda in libreria

La bella storia di Yoshua approda in libreria“«Ma tu parli con un uomo?», gli chiedevano fratelli e cugini aggiungendo una sfilza di punti interrogativi, tanto che a volte gli uscivano dagli occhi. «A volte», rispondeva Topo Jorge, «di solito mi limito ad ascoltare. E lui racconta delle storie bellissime»”. In questa battuta, contenuta nel primo racconto de “La bella storia di Yoshua – La più grande avventura mai raccontata da un topo” troviamo lo spirito di questo ultimo testo uscito dalla fantasia di Stefano Gorla, religioso barnabita, e Ivano Ceriani, illustratore. L’uomo in questione è papa Francesco, Stefano Gorla e Ivano Ceriani hanno realizzato per Edizioni Terra Santa anche i precedenti libri aventi come protagonista Topo Jorge: Storia di Topo Jorge e del Papa che diventò suo amico (2013); Topo Jorge e Papa Francesco. Il mistero di Gerusalemme (2014); Scuola di preghiera per giovani topi (2015). In questo testo, in distribuzione dall’8 febbraio, si parla del Vangelo, una “«parola curiosa» alle orecchie di Topo Jorge che chiede innocentemente «E cos’è: un angelo con la V?»”. Se qualcuno quel giorno fosse passato per i Giardini Vaticani, tendendo l’orecchio avrebbe potuto ascoltare una vocina che raccontava: «In un paese lontano… molti anni fa, nacque un bambino, un bambino speciale. Il suo nome era Yoshua o come dice il mio amico Papa Francesco: Gesù. Un nome importante, significa “Dio salva”». Tornano dunque le avventure di Topo Jorge, il topino al quale Papa Francesco ama raccontare bellissime storie. Pieno di stupore, Topo Jorge corre poi a riferirle a fratelli, cugini e amici topi. Questa volta, però, la storia è davvero la più bella mai raccontata. Anche da un topo. È l’innocenza della semplicità, persa dal mondo degli adulti, che appare scontata ai minimi di questo mondo e che attraverso di loro può tornare a noi attraverso una lettura del “angelo con la V” fatta con il cuore. È un modo per parlare ai bambini della “storia più bella mai raccontata”, recuperando quella semplicità che a loro appartiene e che è condizione essenziale per entrare nel Regno dei Cieli. Non solo la vicenda terrena di Gesù, ma anche il Suo grande insegnamento, detto in parole semplici, riprendendo anche l’impegno apostolico del Santo Padre che della misericordia di Gesù ha fatto il cuore della sua azione pastorale: “«Al nemico non ci si oppone», ripeteva con calma Papa Francesco, «così ci ha insegnato Gesù». Topo Jorge ascoltava con attenzione, anche se non era sicuro di comprendere bene il senso di quelle parole. Il nemico è nemico, come pensare di non reagire, di non fuggire? Siamo fatti così: lui caccia e tu scappi. Al limite ti difendi ma devi essere o più veloce o più furbo. Non riusciva a immaginarsi altro atteggiamento né con gatti né con gabbiani. «E poi ci si può sempre parlare», riprese dolcemente Papa Francesco”. Un libro da leggere ai bambini perché chiunque, come Topo Jorge, potrà essere “il piccolo evangelista dei topi, un angelo con la V»”.

L’AUTORE

Stefano Gorla è un religioso barnabita. Un prete che ama i fumetti, leggere, ascoltare musica e scrivere. Giornalista e saggista, ha collaborato con molte riviste e case editrici. Ha diretto il settimanale Il Giornalino, i mensili G Baby e Super G e l’Area Ragazzi della Periodici San Paolo. È autore di: L’arcobaleno di Dio e Come la pioggia e la neve (Effatà Editrice); Io c’ero. Un asino racconta Gesù e Camminare con Gesù. L’asino Nadir racconta (San Paolo).

La bella storia di Yoshua La più grande avventura mai raccontata da un topo

Stefano Gorla, Ivan Ceriani (illustrazioni)

Edizioni Terra Santa, Milano 2018

pagine 72 ill. a colori

costo 12,00 €

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi