Ioz presenta il suo nuovo singolo: “Luna”

Quanto ci hai messo a realizzare “Luna”? Il beat è stato cambiato più volte oppure è sempre stato quello della versione definitiva?

Luna è stata realizzata in un singolo giorno. Con AC, spesso ci capita di realizzare tutto in un breve periodo di tempo. Inizialmente facciamo demo temporanee che poi, nel tempo, vengono definite e migliorate. Luna è stata poi migliorata nel tempo non andando mai però a modificare il beat.

Hai già dei nuovi progetti pronti da farci ascoltare?

Luna, come dicevo, ha avuto molto tempo per potersi migliorare. Secondo noi era la prima traccia che aveva tutti i presupposti per poter essere proposta. Finita la canzone, abbiamo subito deciso di crearci un album alle spalle che avesse un concept tutto suo. È tutto pronto, stiamo solamente aspettando il momento giusto.

C’è un rapper della scena italiana con il quale sogni di collaborare?

Ci sono molti artisti che apprezzo, sia attuali che molti del passato. Se dovessi dirti degli artisti con i quali, al momento, sognerei di collaborare sarebbero Madame, Blanco ed Ernia.

La musica che si ascolta nella tua famiglia ha influenzato il tuo percorso e le tue canzoni?

Quella che si ascolta relativamente,  la passione sicuramente è stata trasmessa. Mio padre metteva i dischi nelle discoteche anni 90’,  dove appunto ha conosciuto mia mamma. La musica ha sempre fatto parte della mia vita in modi ed in generi diversi.

Qual è il complimento che ricevi più spesso?

Il complimento che ultimamente ricevo più spesso dalle persone è di essere riusciti a trasmettere, canzone dopo canzone, un segnale di crescita costante. Partendo dai nostri difetti, provando a migliorarci canzone dopo canzone. Luna credo che abbia mostrato alle persone una crescita collettiva ancora più eclatante. È stato un messaggio che nella sua semplicità é arrivato con freschezza agli occhi di un pubblico più ampio.