Iodice Salis Zifarelli Trio sotto ai riflettori del Bar Italia Jazz Club di Cassino

Iodice Salis Zifarelli Trio sotto ai riflettori del Bar Italia Jazz Club di Cassino

Sabato 5 Ottobre 2013, sarà il concerto del trio di Iodice Salis Zifarelli ad inaugurare le Jazz Evenings, la nuova stagione musicale del Bar Italia Jazz Club di Cassino, in collaborazione con L’Associazione Jazz e Libertà: Come di consueto tutti i concerti sono ad ingresso libero e si terranno di Sabato, con inizio alle ore 22. Una formazione inusuale dal sound originale composta da fisarmonica e tastiera, chitarra e batteria, ed è caratterizzata dalla mancanza del contrabbasso, ciò conferisce un suono particolare al trio e molte possibilità armoniche e ritmiche. I brani spaziano tra originali e standards.

 

Pietro Iodice (drums)

Pietro Iodice è dal 1988 batterista di spicco del panorama jazz italiano e protagonista di un’attività concertistica in clubs e Festival Jazz nazionali e internazionali (YVP Record Festival in Germania, Umbria Jazz e Calvi Jazz Festival in Corsica).

Tra gli artisti con i quali ha collaborato ricordiamo Art Farmer, Jimmy Woody,   Benny Golson,  Rick Margitza, John Patitucci,  Jerry Bergonzi,  Harvie Swartz,  Jim Snaidero, Aaron Graves, Scott Robinson, Miles Griffith,Dick Oatts,Steve Turre’, Ralph Moore, Bob Mover, Cedar Walton,  Paul MC Candless, Shawn Montero,Stefano Bollani,Stefano Di Battista, Rosario Giuliani, Massimo Urbani, Marcello, Pino Iodice, Claudio e Mario Corvini e tantissimi altri. Ed è proprio con quest’ultimo che nasce nel ‘ 93 la Corvini & Iodice ROMA JAZZ ENSEMBLE “una orchestra di sicuro valore musicale nel panorama jazz italiano”, come è stata definita nel famoso Down Beat. L’orchestra è un nucleo di lavoro e sperimentazione che racchiude nel suo repertorio la tradizione delle grandi big band americane ma soprattutto brani originali curati dagli arrangiamenti di Pino Iodice e Mario Corvini.

 

Antonello Salis (accordion, keyboard)

Nasce il 28 / 2 / ‘50 a Villamar (CA). Inizia a suonare la fisarmonica a sette anni, in seguito si avvicina al pianoforte studiando da autodidatta. Negli anni ’70 milita in diversi gruppi rock suonando l’organo Hammond. Nel 1973 forma il trio “CADMO” con Riccardo Lay e Mario Paliano che in pochi anni diventa il manifesto italiano della musica improvvisata. Il trio, diventa in seguito il quintetto “G.R.A.” con l’aggiunta del sassofonista Sandro Satta e del trombonista Danilo Terenzi. Nello stesso periodo suona nel quintetto di Massimo Urbani e nel Grande Elenco Musicisti di Tommaso Vittorini. Nel 1975 esordisce come piano solo a Castel S.Angelo a Roma nella rassegna capitolina di jazz organizzata dal Music Inn. Dal 1978 è protagonista in piano solo e fisarmonica in Italia ed all’estero ospite dei maggiori jazz festivals. Il suo percorso musicale ormai trentennale è costellato da collaborazioni eccellenti per citarne alcune: Enrico Rava, Paolo Fresu, Furio Di Castri, Stefano Bollani, Roberto Gatto, Riccardo Fassi, Pino Minafra, Paolino Dalla Porta, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Paolo Angeli, Javier Girotto, Lester Bowie e l’Art Ensemble Of Chicago, Francis Kuipers, Don Cherry, Don Pullen, Ed Blackwell, Billy Cobham, Horacio “El Negro” Hernandez, Han Bennink, Nana Vasconcelos, Cecil Taylor, Pat Metheny, Joey Baron, Bobby Previte, Hamid Drake, Bobby Watson, Minino Garay, Richard Bona, Linley Marthe, Francis Lassus, Joel Allouche, Antonio Jasevoli e molti altri. Come solista ha inciso 4 dischi: “ORANGE JUICE, NICE FOOD”, “SALIS!”, “QUELLI CHE RESTANO” e “PIANOSOLO”. Discografia selezionata: www.antonellosalis.com. Una delle collaborazioni più longeve di Salis è quella con il chitarrista francese Gérard Pansanel con cui ha inciso vari Cd tra i quali uno dedicato a Fellini e Nino Rota e l’altro alla musica dei Beatles. La collaborazione con i fisarmonicisti francesi Richard Galliano e Marcel Azzola insieme a Gianni Coscia produce il “Quartetto Nuovo”, apoteosi dello strumento madre di Salis: la fisarmonica. Musicista eclettico Salis, nel corso della sua carriera, si è confrontato in progetti di teatro (Remondi e Caporossi, Festival di Sant’Arcangelo, Lucia Poli, Remo Remotti, Leo De Bernardinis, Michele Di Mauro, Antonio Rezza); rassegne e festival di cinema (Biennale di Venezia, Taormina Festival per citarne due tra i più importanti); danza (Roberta Escamilla Garrison, Teri Weikel, Erika De Crescenzo, Alessandro Certini). Con Gérard Pansanel ha firmato le musiche del film di Eric Romher

“Racconto d’autunno”. Con Paolo Fresu firma la rivisitazione di “Non ti scordar di me” – “Cento Chiodi” di Ermanno Olmi. Paretecipa come ospite a numerosi film festival di Cinema Muto: Aosta, Torino, Roma, Venezia, Forlì per citarne alcuni. Ha inoltre collaborato: con Pino Daniele, Ornella Vanoni, Teresa de Sio, Vinicio Capossela, Quintorigo e numerosi altri artisti al di fuori dell’ambito strettamente jazzistico. Partecipa a numerosi Festival di Jazz nazionali ed internazionali, tra i quali Umbria Jazz, Roccella Jonica, Sant’Anna Arresi, Berchidda, Clusone, Cagliari European Jazz Expo, Ravenna, Parigi, Montreux, Nizza, Le Mans, Madrid, Mosca, Barcellona, Londra, Bath, Oslo, Stoccolma, New York, North Sea, Chicago, Montreal, Santiago del Cile, Tel Aviv, Marocco – Festival di Rabat, Tunisia – Festival di Cartagine, Turchia (Istanbul, Ankara), Vancouver, San Paolo, Rio De Janeiro, Saint Louis del Senegal, Città del Messico, seguìto da un tour che ha toccato le maggiori città messicane. A Campeche, Patrimonio Culturale dell’Umanità, viene insignito della Targa al “Merito Artistico” come rappresentante del jazz italiano. Nel corso della sua lunga carriera ha ottenuto vari riconoscimenti a livello europeo ed internazionale : Premio “Django d’or” 2005 per l’Italia come musicista affermato. Premio alla Carriera, Cagliari European Jazz Expo 2008, Premio Città di Roma 2002, Top Jazz 2008 tastiere piano e fisarmonica, Top Jazz 2009 miglior disco “STUNT” con il trombettista Fabrizio Bosso. Ultimo lavoro discografico, presentato all’European Jazz Expo, Sard music distribuito EGEA “Giornale di Bordo” 2010, progetto corale: Antonello Salis, Paolo Angeli, Gavino Murgia, Hamid Drake. In Belgio e Francia tra i Top Five Cds.

 

Rocco Zifarelli (guitar)

Rocco Zifarelli, inizia già all’età di dodici anni a suonare la chitarra, influenzato dalla musica d’autore italiana ben presto si avvicina  ad Eric Clapton, ai Led Zeppelin e ad altre famose band del rock inglese. Zifarelli, artista poliedrico, ha suonato con artisti italiani e non , provenienti dagli stili più disparati : dal jazz al rock, dal funk a varie incisioni con molti artisti pop.

Ha lavorato con le orchestre televisive  della Rai e di Mediaset, per l’orchestra Santa Cecilia diretta dal maestro Ennio Morricone, con il quale collabora dal 1997, per il teatro, per varie trasmissioni televisive e radiofoniche ed per colonne sonore di molti film, che lo hanno portato a un ‘intenso rapporto lavorativo con Nicola Piovani e Giuseppe Tornatore.

Ha collaborato con artisti del calibro di  Paul Mc Candless, Massimo Urbani, Tony Scott, Stefano Di Battista, Rosario Giuliani, Roberto Gatto, Agostino Marangolo, Pippo Matino, Paco Sery, Matthew Garrison, Bob Mintzer, Pino e Pietro Iodice, Enrico Rava, Dave Binney, Mahavishnu Project, Dominique Di Piazza e tantissimi altri. Nel 1991 vince il primo concorso Eddie Lang Festival come miglior giovane chitarrista jazz italiano.

Svolge un’intesa attività didattica: ha insegnato chitarra moderna e jazz presso alcune tra le più importanti scuole di musica romana come l’Università della musica ed è docente di chitarra jazz contemporaneo presso il Saint Louis Music Center.

Tra i nomi annunciati nel Mese di Ottobre figurano: Antonello Salis, Pietro Iodice, Rocco Zifarelli, Daniele Raimondi, Matteo Cidale, Leonardo Corradi e numerose altre formazioni. Il programma completo è visibile sulla pagina facebook dell’Associazione “Jazz e Libertà” e sul sito ufficiale del club www.baritaliajazzclub.com

La programmazione prevede concerti ogni Sabato con inizio alle ore 22:00 e ad INGRESSO LIBERO!!!

INGRESSO LIBERO – PRIMA CONSUMAZIONE EURO 5 –  Gradita la PRENOTAZIONE.

Informazioni:                                                                                                                                                         

Bar Italia Jazz Club

Corso Della Repubblica 106, Cassino (FR)                                                          

uscita autostrada A1: Cassino

Tel.: 3898817023

e-mail: jazzeliberta@gmail.com

website: www.baritaliajazzclub.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi