Io sono il Re Lucertola al Teatro Tor di Nona

Dal 3 al 5 dicembre 2021 al Teatro Tor di Nona di Roma andrà in scena “Io Sono il Re Lucertola”, uno spettacolo di Olivia Balzar e Tony Chinaski che celebra – a cinquant’anni dalla sua morte – la poesia, i demoni e le visioni di una delle figure chiave del rock: Jim Morrison, frontman dei Doors.

Lo spettacolo è un incontro di linguaggi, da una parte la musica live a cura della Mothership of Rock’n Roll, dall’altra lo storytelling, la poesia e l’arte performativa che accompagneranno lo spettatore in un viaggio onirico nella parte più introspettiva del Re Lucertola.

La sua morte, ancora avvolta nel mistero, avvenuta a 27 anni lo ha consacrato come icona pop, membro del triste club dei J27, ma l’eternità della sua figura si trova altrove, nella sua poetica, nella sua filosofia.
Morrison affermava che dovremmo tutti fuggire dalle nostre prigioni mentali e andare oltre, smetterla di porci limiti. Egli ci invitava a danzare col fuoco, ascoltare il grido della farfalla, aprire le porte della percezione che abbiamo di noi stessi e della società, oltrepassando confini, distruggendo dogmi, allontanandoci dai condizionamenti imposti da un sistema che ci vuole schiavi di noi stessi.

E’ oltre tutti questi limiti che troviamo la nostra libertà, il vero senso della vita.

Cast: Olivia Balzar, Tony Chinaski, Luca Del Rosso, Mel Moore. Con la partecipazione di Brando Neri. Scenografia e Costumi: Anthony Rosa per Tony Creation

Olivia Balzar

Venerdì 3 e sabato 4 h. 21
Domenica 5 h. 17
Teatro Tor Di Nona, via degli Acquasparta 16, Roma
Per info e prenotazioni: 3402917900

NOTE DI REGIA: 

“Jim Morrison è stato per me una grande fonte di ispirazione e ho sempre trovato una forte connessione emotiva con la sua poetica. Per questo, dopo un viaggio a Parigi in cui mi sono recata a visitare la sua tomba a Père Lachaise, ho sentito il desiderio di rendere omaggio al suo lato più intimo e introspettivo scrivendo questo spettacolo nell’anno  in cui ricorrono i 50 anni dalla sua scomparsa” (Olivia Balzar)