Improvvisazioni Jazz, Danny Grissett & Paolo Recchia Duo per i Salotti Musicali  appuntamento a Piazza del Popolo, Palazzo del Comune, Latina

Improvvisazioni Jazz, Danny Grissett & Paolo Recchia Duo per i Salotti Musicali appuntamento a Piazza del Popolo, Palazzo del Comune, Latina

Improvvisazioni Jazz, Danny Grissett & Paolo Recchia Duo per i Salotti Musicali  appuntamento a Piazza del Popolo, Palazzo del Comune, Latina – Danny Grissett al pianoforte e Paolo Recchia al sax sono i protagonisti della straordinaria ed inedita formazione ospite de I Salotti Musicali che sarà di scena martedì 29 luglio nel Palazzo del Comune di Latina (Piazza del Popolo, ore 21.00, biglietti: intero € 15 – ridotto studenti e over 65: € 10 – Vip Pass per sei serate € 50, Info line: 338 4874115 – Mail: eleomai@virgilio.it). Il Duo omaggerà la tradizione jazzistica con brani firmati da alcuni dei mostri sacri del jazz come Coltrane, Monk, Ellington e proporrà altri famosi standard fonte di ispirazione per ogni musicista di jazz.

Un duo d’eccezione quello del giovane e apprezzato sassofonista Paolo Recchia, esponente della nuova leva jazzistica italiana, con Danny Grissett, uno dei più grandi pianisti della nuova scena contemporanea newyorkese, stabile nel quintetto di Tom Harrell che vanta collaborazioni con Billy Higgins, George Coleman, Roy Hargrove, Freddie Hubbard e Benny Golson. Nato a Los Angeles, California, si è presto trasferito a New York divenendo uno dei pianisti e compositori più in vista. Partecipa costantemente a Festival Jazz e suona nei principali jazz club di tutto il mondo, dall’Italia alla Francia, alla Germania al Giappone, dal Sud Africa alla Colombia e in molte città degli Stati Uniti. Grissett ha al suo attivo quattro cd a suo nome, il più recente si intitola “Stride” con Vincent Archer al basso e Marcus Gilmore alla batteria (Criss Cross, 2011).

Paolo Recchia ha da poco pubblicato un album in trio intitolato “Three for Getz”, omaggio a Stan Getz reinterpretando alcuni tra i brani più famosi, con originalità e colore: il giovane sassofonista, classe ’80, ha saputo fondere la sua tecnica, le sue conoscenze assimilate nel corso degli anni attraverso lo studio, in un linguaggio ed in un suono personale fatto di melodia, padronanza armonica, suono rotondo, sensibilità e swing. Paolo Recchia vanta collaborazioni di prestigio con artisti internazionali del calibro di George Garzone, Peter Bernstein, Joel Frahm, David Kikoski e nazionali tra questi Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Andrea Pozza, Roberto Gatto nel jazz e Pino Daniele, Claudio Baglioni, Antonello Venditti e Samuele Bersani nel pop. Recchia esordisce a livello discografico nel 2008 con “Introducing Paolo Recchia featuring Dado Moroni”; nel 2011pubblica il suo secondo cd “Ari’s Desire” con ospite il noto trombettista Alex Sipiagin, entrambi per la Via Veneto Jazz e distribuiti EMI Music.

Paolo Recchia Official Website: www.paolorecchia.it


Danny Grissett – Biography (English)

Originally from Los Angeles, California, pianist/composer Danny Grissett has been on the New York jazz scene for ten years. He started playing the piano at age five, and began studying classically when he turned six. Danny continued his classical training through high school and college, earning his B.A. in Music Education in 1998, while developing a love for jazz along the way. He further explored his love for jazz in graduate school, earning his M.F.A in Jazz Performance from Cal Arts in 2000, and completing studies at the prestigious Thelonious Monk Institute in 2001. There he studied with jazz masters such as Barry Harris, Herbie Hancock, Terence Blanchard, Kenny Barron, Bobby Watson, Jimmy Heath, and Carl Allen.

 

Also during this time he began to establish himself on the LA Jazz scene with the guidance of one of his mentors, drummer Billy Higgins. He began performing more often with distinguished local and touring artists such as Billy Higgins, George Coleman, Jackie McLean, and Ralph Moore. In 2002 he joined drummer Roy McCurdy in the trio of John Heard, (bassist formerly with the trios of Ahmad Jamal and Oscar Peterson.) The invaluable time spent with Heard and McCurdy, playing clubs frequently, talking about music and the scene in NY, proved to be instrumental in cultivating Grissett’s ever increasing thoughts about moving east.

 

The following summer Danny moved to New York, and within the first few months of Grissett’s arrival, he became a sideman of choice for artists such as Vincent Herring and Vanessa Rubin. You can hear Danny on Vincent Herring’s Mr. Wizard, and Ends and Means on High Note, and Live at the Bird’s Eye. He has also been a member of Tom Harrell’s quintet for the last eight years, appearing on five critically acclaimed releases from the great trumpeter.

 

In 2006 Danny made his debut as a leader with his first trio recording Promise on the Criss Cross Jazz label, a debut Allmusic.com called “…exquisite, and easily one of the best debuts of 2006.” His second trio recording Encounters was released the following year and he continued to catch the ears of his peers, music lovers, and critics alike. “…he plays he plays with an effortless brilliance that distinguishes him as one of the top three young pianists on the contemporary scene.” Grissett has been featured in the bands of Nicholas Payton, Steve Wilson, Buster Williams, Russell Malone, Wycliff Gordon, Benny Golson, and Jeremy Pelt. He has also been busy as a studio musician, recording with the aforementioned Pelt on four releases on the Highnote label, as well as with Jimmy Green, Lage Lund, Jim Rotundi, and Tom Harrell. In May 2009 Danny’s greatly anticipated third recording as a leader Form was released.

 

Danny continues to perform internationally at jazz festivals and clubs in Italy, France, Germany, Japan, South Africa, Colombia, and many cities within the US. He has performed with other notables such as Freddie Hubbard, The Mingus Big Band, Marcus Strickland, Steve Nelson, Roy Hargrove, Willie Jones III, and Louis Hayes.

 

His latest release, Stride, features bassist Vicente Archer and drummer Marcus Gilmore, and is his fourth as a leader.

 

Paolo Recchia nasce nel 1980 a Fondi, piccola città del sud pontino a metà strada tra Roma e Napoli. Rimane affascinato e si appassiona al sassofono contralto fin da bambino, grazie al padre che ne aveva uno in casa; inizia a suonare all’età di 11 anni, dedicandosi dapprima agli studi classici e poi al jazz, che scopre ed inizia profondamente ad amare ascoltando alcuni dischi di Charlie Parker e Massimo Urbani.  Ha frequentato master class tenute da Bob Mintzer, Rick Margitza, Billy Harper, Harry Allen, Dave Liebman, Enrico Pieranunzi, Chris Potter, Rosario Giuliani, Paolo Fresu.

Il suo modo di comunicare attraverso il sassofono, che abbraccia sin dalla giovanissima età quando, come racconta suo padre, ‘faceva fatica a reggerne il peso’ è ricco di sensibilità, di forza e chiarezza espressiva. Un sound bilanciato e spesso composto, ma capace di incredibili impennate emotive dove arriva a toccare corde più passionali a volte nostalgiche, o semplicemente rivelatrici di un gusto intimistico. Il suo stile compositivo fonda le radici negli albori del bebop, anche se poi si libera verso una contemporaneità più tangibile. E’ forse proprio questa la sua forza che deriva da anni di studio e di intenso approfondimento sulla cultura afroamericana.

Nel 2003 partecipa al Premio Massimo Urbani vincendo una borsa di studio per Siena Jazz; nel 2004 riceve il 2° premio al Concorso Nazionale “Giovani Talenti del Jazz Italiano” a Piacenza e il “Premio Palazzo Valentini” al Festival “JAZZ&IMAGE” di Villa Celimontana a Roma; nel 2005 il 2° posto al concorso nazionale di musica jazz di Baronissi. Trascorre un periodo a Parigi e lì suona con Laurent Coq, Alain Jean-Marie, Michel Rosciglione, Stephane Belmondo, Pierre Boussaguet, Remi Vignolo. Molteplici le collaborazioni con l’orchestra“Iodice&Corvini Roma Jazz Ensamble” e con la PMJO (Parco della Musica Jazz Orchestra) diretta da Maurizio Giammarco.

Il suo esordio discografico nel 2008 con  “Introducing Paolo Recchia featuring Dado Moroni” e nel 2011 il nuovo “Ari’s Desire” con ospite il grande trombettista Alex Sipiagin, entrambi per la Via Veneto Jazz distribuzione EMI MUSIC. L’album più recente del sassofonista Paolo Recchia si intitola “Three for Getz”, un omaggio a Stan Getz, con Enrico Bracco alla chitarra e Nicola  Borrelli al contrabbasso, prodotto dall’etichetta giapponese Alboré Jazz (2013).

Numerosi i concerti live in tutta Italia con il suo trio e in qualità di leader con varie formazioni, che hanno visto la presenza di ospiti illustri del panorama jazz nazionale ed internazionale. Tra questi: nel dicembre 2008, a Roma, si esibisce con il suo quartetto e con ospite uno dei più apprezzati tenor sassofonisti della nuova scena jazz newyorkese, Joel Frahm, accompagnato da Luca Mannutza, Roberto Tarenzi, Marco Loddo e Nicola Angelucci;  nel febbraio 2013 una settimana con il suo trio con ospite David Kikoski al piano, Luca Fattorini al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria.

Paolo Recchia fa parte del gruppo “SIX SAX” guidato da Javier Girotto; del sestetto di Luca Mannutza Sound Six, con il quale registra “Tributo ai Sestetti anni 60” e “My Music” per l’etichetta Albore Jazz e del quartetto di Nicola Angelucci, con il quale registra “The First One” e “Beyond the drums”  per Via Veneto Jazz.

Nell’ottobre 2009 partecipa a New York all’ITALIAN JAZZ DAYS, settimana del jazz italiano, co-prodotto dal Jazz at Lincoln Center e dall’Istituto Italiano di Cultura. Il programma è stato curato dal direttore artistico del Jazz at Lincoln Center, Antonio Ciacca e dal direttore artistico del Dizzy’s Club Coca Cola, Todd Barkan che ha visto partecipi Joey De Francesco, George Garzone, Rosario Giuliani, Antonio Ciacca, Gianluca Renzi, Greg Burk, Jeremy Manasia, Ada Rovatti, Lucio Ferrara, Nicola Angelucci, Luca Santaniello, Marco Panascia, Joseph Lepore; ha l’onore di suonare all’Istituto Italiano di Cultura nel quartetto di Antonio Ciacca con Gianluca Renzi al contrabbasso e Nicola Angelucci alla batteria. Replica a New York nel 2010 per ITALIAN JAZZ DAYS al Dizzy’s Club Coca Cola all’interno del Jazz at Lincoln Center ospite nel trio dell’hammondista PAT BIANCHI con Emanuele Basentini alla chitarra e Peppe Merolla alla batteria. Partecipano tra gli altri: Dado Moroni Quintet, Joe Lovano and Antonio Ciacca Quintet, Lucio Ferrara Quartet and Orsara Jazz Ensamble, Eugenio Macchia Trio & Friends, Stefania Tschantret Quintet, Enrico Granafei Trio with Marco di Gennaro.

 

Collaborazioni: Rosario Bonaccorso, Adrianne West, Dado Moroni, Joel Frahm, Alex Sipiagin, Andy Gravish, Roy Hargrove, Jeremy Pelt, Stephane Belmondo, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Peter Bernstein, David Kikoski, Mark Sherman, Marco Panascia, Roberto Tarenzi, Andrea Pozza, Enrico Bracco, Claudio Filippini, Lucio Ferrara, Pat Bianchi, Antonio Faraò, Frank Avitabile, Vincent Bourgeyx, Michel Rosciglione, Alain Jean-Marie, Luca Mannutza, Sam Yahel, Johannes Weidenmueller, Antonio Ciacca, Kengo Nakamura, George Garzone, Rick Margitza, Maurizio Giammarco, Stefano Di Battista, Horacio “El Negro” Hernandez, Bobby Durham, Lorenzo Tucci, Max Ionata, Luca Mannutza, Roberto Gatto, Pino Iodice, Pietro Iodice, Mike Pope, Dominique Di Piazza, Mattew Garrison, Pippo Matino, John Benitez, Dario Rosciglione, Pierre Boussaguet, Joseph Lepore, Francesca Sortino, Salomon Burk, Michael Bolton, Pino Daniele, Nicky Nicolai, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Mario Biondi, Samuele Bersani.

 

 

“Improvvisazioni jazz”
DANNY GRISSETT & paolo recchia DUO

Martedì 29 Luglio 2014 – ore 21.00

I Salotti Musicali

Piazza del Popolo – Palazzo del Comune – Latina (LT)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi