Il respiro del tamburo- Storie di successi e di mai successi, il nuovo libro di Gigi Cavalli Cocchi

E’ disponibile in tutte le librerie Il respiro del tamburo- Storie di successi e di mai successi, il nuovo libro di Gigi Cavalli Cocchi (Edizioni: Anniversary Books – www.anniversarybooks.it112 pagine a colori, formato 20×26 cm, illustrato; € 20,00 ISBN 978-88-96408-26-1)

Dopo anni di ricerca, credo di aver trovato il campione mondiale di una disciplina che chiamerò “divagazione creativa”: Gigi Cavalli Cocchi, e questo libro ne è la prova.               

dalla prefazione di Riccardo Bertoncelli

Quali sono i punti di contatto tra Luciano Ligabue e Giovanni Lindo Ferretti? Quali le affinità tra i Genesis e i CCCP fedeli alla linea? Che relazione esiste tra il punk e il progressive rock?

Chi ad un certo punto decide di raccontarsi, è spinto da qualcosa di molto personale. Per me la molla è stato il desiderio di condividere, di raccontare cosa significhi vivere la musica come parte inscindibile di sé, come musica e vita siano la stessa cosa.

Gli episodi e le emozioni, i tanti momenti meno noti o particolarmente intimi sono raccolti come i tasselli di un mosaico. La narrazione di quello che accade dove l’occhio dello spettatore non arriva.

Ci sono ricordi, memorabilia, fotografie e disegni, spesso nati in tour o in studio di registrazione, che hanno costellato una carriera lunga una vita.

È la cronaca di un amore, quello per la musica, e la testimonianza del fatto che credere fortemente in qualcosa possa cambiarti la vita anche quando l’obiettivo può sembrare quasi impossibile da raggiungere.

Il Respiro Del Tamburo è la mia voce, e mentre le storie di successi sono le tappe più conosciute di quella storia, i mai successi sono gli avvenimenti accaduti quanto i primi, ma sconosciuti ai più.

I vari episodi, che non seguono una linea cronologica, sono collegati sempre da un argomento o da una parola che funge da ponte per il racconto o la citazione successiva, e le immagini insieme al testo, compongono un viaggio dove la parte visiva ha la stessa importanza di quella testuale”. 

L’AUTORE

Batterista storico di Ligabue dal 1989 al 1994, ha suonato nei primi 4 dischi e nei relativi tour, nonché nei 3 “Campovolo” per un totale di 300 concerti. Con i Clan Destino (la band di Ligabue) ha inciso due album, poi è stato con i C.S.I. (Consorzio Suonatori Indipendenti, ex CCCP) per 6 anni, realizzando l’album del loro primo disco d’oro Tabula Rasa Elettrificata e altri 3 dischi. Nel 1998 forma i Mangala Vallis, importanti esponenti del nuovo rock progressivo italiano, apprezzati a livello internazionale con cui, ad oggi, ha inciso 4 album. Numerosi i suoi progetti e le collaborazioni: con Massimo Zamboni (ex CCCP e C.S.I) in 4 album e dal vivo, nella rock opera Canossa, con i CCLR (Cavalli Cocchi, Lanzetti, Roversi) ha lavorato con ospiti illustri del calibro di Steve Hackett (Genesis). Nel 2009 è cofondatore del gruppo folkrock de Lassociazione, con 4 album all’attivo. Nel 2018 è la volta della pubblicazione del debut album di Aerostation insieme ad Alex Carpani, dove rock, prog ed elettronica si uniscono in perfetto equilibrio. Ha condiviso il palco con artisti come Ian Anderson (Jethro Tull), David Jackson, Judge Smith e Nic Potter (Van Der Graaf Generator), John Ellis (Peter Gabriel, The Stranglers, Peter Hammil), Mauro Pagani (PFM), Aldo Tagliapietra, Tony Pagliuca e Tolo Marton (Le Orme), Angela Baraldi, Flaco Biondini (Francesco Guccini), Rodolfo Maltese (Banco del Mutuo Soccorso), David Cross (King Crimson), Lino Vairetti (Osanna). È ideatore e realizzatore del Gong Rock in Progress Festival. Conduce un programma radiofonico chiamato “Gong”, sull’emittente web K.Rock: www.krock.it, e su www.mixcloud.com.

Affianca da sempre all’attività di musicista, quella di disegnatore e grafico, collaborando con riviste (“I Giganti del basket”, “Jam”) e quotidiani (“Il Resto del Carlino”). Sue le copertine dei primi quattro album di Ligabue. Ha realizzato cover, tra gli altri, per Stadio, Teresa De Sio e Nomadi. Nel 2003 ha collaborato con Salani Editore.

website: gigi.cavallicocchi.it