Il primo maggio di “Sotto lo stesso cielo Tour” con Giuliani e Casta ammalia anche Tor Pignattara

Il primo maggio di “Sotto lo stesso cielo Tour” con Giuliani e Casta dedicato ai lavoratori dello spettacolo ammalia anche Tor Pignattara – Si conferma il successo del primo show itinerante al mondo per il pubblico in finestra della periferia della capitale

Dopo CorvialeSan Basilio e Tor Bella Monaca Sotto lo Stesso Cielo Tour – Musica, risate e solidarietà ai tempi del Coronavirus” di Salvamamme ammalia anche il pubblico in finestra di Tor Pignattara. Lo show, capitanato da Antonio Giuliani con la sua irresistibile comicità e dal violinista Andrea Casta con il suo archetto luminoso, affiancati dal popolare Dj Gabry Imbimbo, è stato ospitato nella Casa Famiglia Lodovico Pavoni.

Special guest della quarta tappa dello spettacolo, primo al mondo rigorosamente live e on the road ai tempi del Coronavirus artisti del calibro di Cinzia Tedesco, straordinaria e poliedrica vocalist, e i talenti emergenti del quartiere Arianna Consoli & Giufà Galati e una rappresentanza della Piccola Orchestra Tor Pignattara. “Sono felice perché voi siete qua, vi ringrazio – ha detto il padrone di casa, Padre Claudio – “ho visto un regalo, un dono da parte vostra, venire qui, in questo luogo che da sempre si occupa della tematica delle periferie! Noi dal 1993 siamo in mezzo a questa realtà e siamo felici di starci, ci sono più di un centinaio di volontari che hanno sposato questa causa di dedicarsi a tutti i bisogni della città”.

Un 1 maggio indimenticabile, un grande regalo che Salvamamme ha fatto a questa meravigliosa periferia – ha commentato la Tedesco, ambasciatrice dell’associazione – “sono abituata a cantare nei teatri, nei jazz club, è stato un contesto assolutamente nuovo però è un grande regalo che è stato fatto anche a me dal pubblico, perché sentire gli applausi delle persone lontane affacciate alla finestra è stato veramente fantastico”. “Anche in questa occasione abbiamo pensato al sostegno delle famiglie del quartiere con pacchi di viveri” – ha aggiunto la Presidente Grazia Passeri.

Devo dire che è stata emozione meravigliosa con tantissima gente affacciata, e c’è ancora qualcuno che sta festeggiando! Vuol dire che abbiamo fatto una bella cosa e che la gente ha recepito” – commenta Giuliani al termine dello spettacolo. “Che energia, eravamo in un vero anfiteatro a cielo aperto! – gli fa eco Casta – “oggi abbiamo ricordato tutti i lavoratori perché, l’abbiamo capito in questi giorni, non ci sono quelli di serie a e serie b.  Anche noi facciamo la nostra parte e questa tappa l’abbiamo dedicata a quelli dello spettacolo perché… “siamo stati dimenticati, non siamo stati presi in considerazione” conclude ironico Giuliani. “Esperienza molto positiva perché mi sono sentito nel mio piccolo di stare vicino a coloro che in questo momento si trovano in quarantena, è stata una cosa veramente bella”, “tornare in quartiere è stato veramente bello, soprattutto vedere che la musica riesce a filtrare nelle case e tutto questo calore. E’stato bello sentirsi vicini ma lontani” – affermano i giovani artisti della Piccola Orchestra di Tor Pignattara, Shady Osman e Maurizio Lipoli, in arte Ombra e Raheem.

E’ stato veramente emozionante fare una serenata a questo pubblico dei balconi” –  ha commentato Arianna Consoli – “in genere quando suoni guardi in basso e vedi il pubblico, qui vederli tutti intorno è stato fantastico” – ha aggiunto entusiasta Ciufà Galati.

E mentre gli artisti del tour girano on the road, l’attore Vincenzo Bocciarelli da tempo sostenitore di Salvamamme, ha voluto, attraverso il suo originalissimo “Bocciarelli Art Home Theatre” nel quale recita e dipinge in collegamento social dal suo studio, avviare un’asta di beneficienza delle sue opere pittoriche raccogliendo importanti fondi per supportare le famiglie in difficoltà dell’associazione per l’emergenza Covid-19. Lo spettacolo, ideato da Donatella Gimigliano, responsabile comunicazione Salvamamme, è stato realizzato grazie al suo coordinatore nazionale e del tour, Paolo Masini, e alla collaborazione del regista Antonio Centomani, e di Casa Famiglia Lodovico Pavoni, I Love Torpigna e Arsial, per la fornitura alimentare. Si ringraziano, inoltre, la Polizia di Stato, la Polizia Municipale quinto gruppo e i Carabinieri Torpignattara (foto M. Riccardi).