Iconiche Lune di Fabio Santoro alla Galleria Vittoria

Si intitola “Iconiche lune” la mostra personale di Fabio Santoro che inaugura mercoledì 13 ottobre alle ore 18:00 presso la Galleria Vittoria di Roma a cura di Tiziano M. Todi e che sarà visitabile fino al 24 ottobre in via Margutta 103.

La mostra è un un incontro tra cinema e sogno, due realtà che, fondendosi, danno vita ad una rivisitazione di scene iconiche dei film che costituiscono il punto di riferimento per Fabio Santoro. Il pubblico si immerge nelle scene simbolo della nostra epoca, rivivendo l’emozione di momenti cinematografici in grado di suscitare sentimenti nostalgici.

Attraverso le sue opere l’artista crea un dialogo tra i personaggi delle scene rielaborate e l’imponente luna, presente come un’icona in tutte le sue opere, evocando un mondo intriso di colori accesi che spaziano dal turchese al viola, dall’arancio al verde smeraldo. Tramite questi contrasti le opere presenti in mostra vogliono rappresentare uno strumento narrativo dei sentimenti quali l’amore, la melanconia, la ribellione e persino la rabbia.

Con questa nuova esposizione Fabio Santoro conferma ulteriormente la propria cifra stilistica in cui il segno si unisce armonicamente al colore sancendo, così, un linguaggio autentico  e personale, tratto distintivo dell’espressività dell’artista.

“Si potrebbe anche dire che le sue opere sono poesie cromatiche, delicatissimi equilibri fra realtà e sogno densi di poesia. Santoro si esprime con armonia fluida, andando oltre la natura degli oggetti e dei paesaggi cogliendo l’essenziale, come un poeta attraverso le parole ed il ritmo sa rendere l’essenza delle cose. Certamente, rappresentando sulla tela i suoi stati d’animo, coglie la realtà più di quanto se ne renda conto e con grande forza espressiva crea l’opera attraverso un turbinio di pennellate poetiche, delicate e raffinate , anche se dense di colore”. Così scriveva di lui Tiziana Todi nel 2016 in occasione della prima personale negli spazi di Galleria Vittoria dal titolo “Equilibrio tra sogno e realtà”.

Come dichiara il curatore Tiziano M. Todi: “Si intitola “Iconiche Lune” l’ultimo affascinante viaggio di Fabio Santoro che si spinge oltre la realtà in un incontro tra cinema e sogno. La dedizione e l’entusiasmo per il cinema ha dato vita alle opere di una collezione che si sviluppa in una rivisitazione delle pellicole di quei film che sono un punto di riferimento della sua adolescenza e simboli della nostra epoca.

Ci ritroviamo catapultati in un mondo onirico che si fonde alle scene iconiche di film, facendoci rivivere l’emozione di momenti cinematografici portatori talvolta di nostalgie.
Scene che hanno ispirato il lavoro dell’artista offrendoci un dialogo aperto tra i protagonisti e la gigantesca luna presente come un’icona in tutte le opere che portano la firma di Fabio Santoro, per evocare il suo mondo onirico, tingendo la notte di colori accesi passando dal turchese al viola, dall’arancio al verde smeraldo.

Attraverso questi risultati di contrasti le opere diventano strumento narrativo per arrivare ai sentimenti, come l’amore, la melanconia, la ribellione e persino la rabbia.
Di fronte alle opere di Fabio lo spettatore osserva le varie sfaccettature di un caleidoscopio fatto di identità, stati d’animo, luoghi e personaggi, un chiaro riflesso del suo essere.
Che siano tele, legni o carte i supporti su cui Santoro lavora il segno si mescola al colore in maniera delicata, surreale e potente confermando un linguaggio autentico e singolare, diventato tratto distintivo della fantasia espressiva di Fabio Santoro.”

Orario dal lunedì al venerdì 15,00 – 19,00 – fuori orario su appuntamento.

Gli accessi allo spazio espositivo saranno contingentati per un massimo di 6 visitatori contemporaneamente ed è obbligatorio l’utilizzo della mascherina.