I compositori francesi tra Ottocento e Novecento con il duo Frauchiger-Schabenberger alla Camera del Lavoro di Milano

I compositori francesi tra Ottocento e Novecento con il duo Frauchiger-Schabenberger alla Camera del Lavoro di Milano

I compositori francesi tra Ottocento e Novecento con il duo Frauchiger-Schabenberger alla Camera del Lavoro di Milano – Per l’ultimo appuntamento dell’anno, che chiude la prima parte della XXV edizione, sabato 1 dicembre (ore 17.30; ingresso 10 euro + 5 euro di tessera), l’Atelier Musicale propone, nell’auditorium Di Vittorio della Camera del Lavoro di Milano, un programma di estrema raffinatezza vocale, dedicato principalmente ai compositori francesi a cavallo tra Ottocento e Novecento, integrandolo con la preziosa e poco eseguita sonata per pianoforte di Berg e con la prima assoluta delle pagine per voce e pianoforte di Garbarino, ispirate dalle sintetiche e pregnanti poesie di Gianni Bombaci.

Dal tardoromanticismo di Chausson, originalissimo melodista, alle delicate pagine di Lili Boulanger, dedicate a Fauré, alla celeberrima composizione di Ravel, fino al modernistico Poulenc, la musica abbraccia gli straordinari testi di Jammes, Eluard, Mallarmé e Apollinaire, mentre nell’unico lavoro pianistico di Berg si avverte già l’influsso del pensiero di Schoenberg e il conseguente indebolimento della tonalità.

A eseguire un repertorio così complesso, ma di grande suggestione, ci saranno due interpreti svizzeri di alto profilo internazionale: Katrin Frauchiger ha studiato canto con Jakob Stämpfli al Conservatorio di Berna e con Dorothea Brinkmann a Cambridge (negli Stati Uniti) ed è una ricercata interprete di musica contemporanea, anche se il suo vasto repertorio contempla pure il barocco, il periodo classico e quello romantico. Frauchiger ha, inoltre, tenuto a battesimo numerose prime esecuzioni e come solista ha collaborato con ensemble quali Collegium Novum Zürich, Ensemble Modern, Ensemble Garbarino e Freitagsakademie.

Tobias Schabenberger ha studiato pianoforte alla Musikhochschule di Stoccarda e in quella di Berna ed è stato insignito del premio Eduard Tschumi nel 1997. Al termine del suo percorso accademico ha ottenuto, inoltre, incarichi alla Hochschule di Berna come assistente di Bruno Canino e dal 2003 insegna pianoforte, fortepiano e musica da camera alla Hochschule für Musik di Basilea, coniugando la didattica con un’intensa attività concertistica, soprattutto in campo liederistico.

SABATO 1 DICEMBRE, ORE 17.30

Presso l’auditorium G. Di Vittorio della Camera del Lavoro di Milano, in corso di Porta Vittoria 43, si chiude la prima parte della della XXV edizione dell’Atelier Musicale, organizzato dall’associazione culturale Secondo Maggio con la direzione artistica di Maurizio Franco e Giuseppe Garbarino.

KATRIN FRAUCHIGER-TOBIAS SCHABENBERGER

Voce e pianoforte – In Francia tra Ottocento e Novecento

Katrin Frauchiger (voce); Tobias Schabenberger (pianoforte).

Programma: 

  1. Chausson (1855-1899): Dans la fôret du charme et de l’enchantement; 
  2. Boulanger (1893-1918): Tre poesie da Clairières dans le ciel;
  3. Ravel (1875-1937): Trois Poèmes de Stéphane Mallarmé;
  4. Berg (1885-1935): Sonata per pianoforte op. 1;
  5. Poulenc (1899-1963): Montparnasse; Figure de force brûlante et farouche; Nous avons fait la nuit;
  6. Garbarino (1937): Quattro Canzoni per voce e pianoforte, su testi di Gianni Bombaci (prima esecuzione assoluta).

Introduzione a cura di Giuseppe Garbarino.

Ingresso: con tessera di socio (5 euro) e abbonamento (80 euro) o biglietto (10 euro).

Per informazioni: 348-3591215; 02-5455428.

Mail: secondomaggio@alice.iteury@iol.it

On line: www.secondomaggio.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi