Hugh Cornwell con la sua band in concerto al Fabrik di Cagliari

Hugh Cornwell con la sua band in concerto al Fabrik di Cagliari

Hugh Cornwell con la sua band in concerto al Fabrik di Cagliari. Imperdibile serata rock, questo venerdì (24 novembre) a Cagliari, per il prolungamento “winter” del Karel Music Expo, il “festival delle culture resistenti” organizzato dalla cooperativa Vox Day, che il mese scorso (dal 5 all’8 ottobre) ha vissuto la prima parte della sua edizione numero undici.

Al Fabrik (in via Mameli) arriva – per la prima volta in Sardegna – Hugh Cornwell, già cantante, chitarrista e principale autore degli Stranglers, una delle band più importanti emerse dalla scena punk inglese di fine anni Settanta (di cui lui stesso ha scritto in due libri: “The Stranglers: Song by Song” e l’autobiografico “A Multitude of Sins“).

Dopo la separazione dal gruppo – con cui ha condiviso i successi dalla fondazione, nel 1974, fino al 1990, registrando dieci album e hit come “Peaches”, “No More Heroes”, “Golden Brown”, “Always the Sun” – Hugh Cornwell ha intrapreso una carriera solista che oggi conta otto dischi in studio (più vari live e compilation): il più recente è “Totem and Taboo“, registrato a Chicago e prodotto nel 2013 da Steve Albini (Nirvana, PJ Harvey, Pixies).

Affiancato da Patrick Hughes al basso e Windsor McGilvray alla batteria, il sessantottenne rocker londinese proporrà a Cagliari brani del suo repertorio e “grandi classici” degli Stranglers in un concerto che si annuncia dal ritmo serrato e coinvolgente.

In apertura di serata, a precedere sul palco Hugh Cornwell e la sua band, riflettori puntati su Igor Lampis StravyPaz: chitarrista e membro fondatore dei Punkillonis, formazione nata a Cagliari nel 2000, l’artista sardo ha intrapreso cinque anni fa un percorso parallelo da solista, come necessità rivolta soprattutto ad accompagnare  con musica e canto la sua attività di autore di romanzi, racconti e poesie durante i reading di presentazione. Da quel momento in poi non ha smesso di imbracciare la chitarra acustica vestendo anche i panni di cantautore e traendo spunto dai grandi nomi del passato che ha sempre apprezzato. Venerdì sera al Fabrik lo accompagnanoPanky Alma Stram (cajon e cori), Fabio “Goblin” Perria (basso) e Max Viani (violino).

Si comincia alle 22. Biglietti in prevendita a quindici euro (più 2 euro di diritti di prevendita) su Vivaticket (www.vivaticket.it), al Box Office in viale Regina Margherita, 43 (tel. 070657428), e, previo appuntamento, nella sede di Vox Day a Selargius (in via Gramsci, 2c; tel. 070840345); venti euro il prezzo alla porta la sera del concerto.

Prossimi appuntamenti del KME WinterSerendipity, lo spettacolo di e con Serena Dandini in scena l’8 dicembre all’Auditorium del Conservatorio, e il concerto deiFuzztones, il 15 dicembre nuovamente al Fabrik.

VOX DAY
tel.070 84 03 45; fax 070 84 76 668
mob. 348 41 41 544
E-mail: voxdaycagliari@hotmail.com
www.voxday.com
facebook.com/voxdayitaly

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi