HRFF Human Rights Film festival dal 1 al 14 settembre

Per la seconda edizione della rassegna cinematografica ad ingresso gratuito, Elsa sotto le stelle, l’associazione La Mimosa con la direzione artistica di Massimo Gazzè presenta dal 1° al 14 Settembre lo Human Rights Film Festival. Il progetto, promosso da Roma Culture, è vincitore dell’Avviso pubblico Estate Romana 2020-2021-2022 curato dal Dipartimento Attività Culturali ed è realizzato in collaborazione con SIAE e Biblioteche di Roma. 

Il cinema all’aperto, realizzato nel pieno e rigoroso rispetto di tutte le norme per la prevenzione della diffusione del Covid19, propone per due settimane una programmazione cinematografica che stimoli l’approfondimento e il dibattito sui temi dei diritti umani con un ricco cartellone di eventi che saranno occasione di incontro e confronto. Temi ancora più importanti in un momento particolarmente difficile, così complesso e articolato come quello che tutti stiamo vivendo, dalla pandemia alle recenti vicende afgane, dove la questione della tutela e della promozione dei diritti umani appare prepotentemente in primo piano. 

Dallo splendido “Suffragette – Le donne che hanno cambiato il mondo” ad “Adele Faccio – Il Segno delle Donne” fino a “Il diritto di contare” che racconta la vicenda di tre scienziate afroamericane alla NASA, lo Human Rights Film Festival, oltre a raccontare le lotte e le storiche battaglie dell’emancipazione femminile, dedica uno speciale focus sull’universo creativo femminile che proporrà incontri con registe, attrici e sceneggiatrici  quali Giorgia Farina, Elisabetta Rocchetti, Anna Di Francisca, Monica Nappo. Eleonora Danco, Barbara Cupisti, Maria Laura Annibali. Incontri da non perdere con protagoniste della nostra contemporaneità che saranno occasione per riflettere e fare il punto sulle politiche di genere e sull’obiettivo delle Nazioni Unite di raggiunge la parità entro il 2030. 

HRFF testimonia anche la più atroce esperienza di diritti negati della storia italiana con “Figli del destino” film che narra le vite di Liliana Segre, Lia Levi, Tullio Foà e Guido Cava che vengono stravolte quando Vittorio Emanuele III firma le leggi razziali in quel 5 settembre 1938 che segna l’inizio di una vita fatta di discriminazione, umiliazione, paura e sofferenze che culminerà con la deportazione. 

Grande attenzione anche ai diritti delle persone con disabilità con “Chiudi gli occhi e vola“ il film di Julia Pietrangeli su una donna non vedente che arriva a pilotare un aereo oppure con la storia tra amicizia e bullismo di Francesco Misto nel film “Essere diversi”.

Da non mancare anche i tanti appuntamenti con i reading, da “Donne al Fronte – Una salita per amore” il libro sulle Portatrici Carniche di Stefania P. Nosnan alla battaglia per la libertà e l’istruzione delle donne di Malala Youfszai la più giovane premio Nobel per la Pace di sempre, da “Sulla strada di Iqbal” di Carla Proietti fino a “Delitti Postdatati” di Daniela Alibrandi, anche le presentazioni di libri con lettura di brani sono state selezionate per stimolare la riflessione e il dibattito sui temi dei diritti umani. 

Nel Centro Culturale Elsa Morante all’Eur andranno quindi in scena due intense settimane di attività culturali all’insegna dei diritti umani, una iniziativa a partecipazione gratuita ma in grado di arricchire chi vi partecipa. Condividendo e non dimenticando le parole di Gino Strada: «I diritti degli uomini devono essere diritti di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegi».

 INGRESSO LIBERO – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

arena@elsasottolestelle.it  – www.elsasottolestelle.it

Elsa sotto le stelle Facebook – Instagram @elsasottolestelle