Giulio Casale premiato con la targa Ferrè 2012

Giulio Casale premiato con la targa Ferrè 2012

Giulio Casale premiato con la targa Ferrè 2012 – Reduce dal successo di pubblico e di critica riscosso al Teatro Litta di Milano con “La Febbre”, il suo ultimo spettacolo di prosa cantata incentrato su monologhi originali scritti per l’occasione dall’artista e brani del suo nuovo disco di inediti “Dalla parte del torto”, domani, sabato 16 giugno, GIULIO CASALE ritirerà la TARGA FERRÉ 2012 in occasione della 17° edizione del Festival Ferré organizzata dal Centro Léo Ferré di San Benedetto del Tronto al Teatro Concordia (Largo Mazzini 1 / ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti / per info e prenotazioni 339/2142416 – 328/4832044).

 

Durante la serata, la cui direzione artistica è affidata a Giuseppe Gennari e quella operativa a Maurizio Silvestri, il cantautore e attore si esibirà live alle 22.15 accompagnato al piano dal Maestro Matteo Curallo. Oltre a proporre il suo repertorio poetico, GIULIO CASALE interpreterà anche alcune canzoni di Léo Ferré e di Fabrizio De André alla cui memoria sarà assegnata la Targa Ferré 2012, consegnata da DORI GHEZZI, ospite d’onore della serata.

 

Dopo aver pubblicato quattro dischi di studio e un doppio disco live con gli Estra, gruppo che a partire dagli anni 90 raccoglie largo consenso di pubblico e di critica, nel 2003 Giulio Casale  incide “sullo Zero”, documento dal vivo di una serie di concerti-reading tratti da un suo libro di poesie, che segna l’inizio di una nuova fase artistica . Il 13 maggio 2005 viene pubblicato un album in studio, “IN FONDO AL BLU”, su etichetta Artes Records/Mescal, che fa da base ad uno spettacolo di teatro-canzone denominato “Illusi d’esistenza”, con la regia di Roberto Citran. Nell’autunno del 2006 riporta in scena a Milano un testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, rappresentato nella stagione teatrale 1978/1979, “Polli di Allevamento”: la più provocatoria delle pièces gaberiane, con la quale Giulio sarà in turneè per oltre due anni e verrà premiato per l’interpretazione col Premio Enriquez Speciale Attore del 2007. Sempre nel 2007 viene pubblicato “Dark Angel, i testi di Jeff Buckley”, che Giulio Casale scrive in collaborazione con Luca Moccafighe. Nel 2008 è la volta di “Formidabili quegli anni”: nel corso del quale Giulio Casale alterna alla prosa i momenti musicali-cantati. Nell’autunno del 2008 Giulio Casale debutta come narratore, con un volume di racconti intitolato “Intanto corro”(Garzanti ed.) che vince come opera prima il Premio Letterario Frignano ed è finalista in altre tre occasioni. Dal libro scaturisce uno spettacolo estivo omonimo: reading e teatro-canzone al tempo stesso. Dopo la partecipazione a Che tempo che fa, il 16 novembre 2009 Giulio Casale debutta allo Strehler-Piccolo Teatro di Milano  con lo spettacolo “La Canzone di Nanda”, dedicato a Fernanda Pivano, amica di Casale, per la regia di Gabriele Vacis. Già nel 2010 ha luogo la prima di un nuovo spettacolo, “The Beat Goes On”. È l’ideale prosecuzione della “Canzone di Nanda”, un lungo medley di canzoni e poesie, fino ad arrivare ai brani più melodici di Casale e degli Estra.. Durante le festività di Natale 2010 riemergono in pubblico le sue doti di cantautore puro: una nuova canzone dal titolo “La mia realtà” fa da colonna sonora e titoli di coda al film campione d’incassi “La banda dei babbi natale”,  con Aldo Giovanni e Giacomo.

 

http://www.facebook.com/pages/Giulio-Casale-pagina-ufficiale/268239809862261

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi