Fotografie della Vistola dal Museo sulla Vistola di Kazimierz Dolny

Fotografie della Vistola dal Museo sulla Vistola di Kazimierz Dolny – Il Museo sulla Vistola di Kasimierz Dolny possiede diverse succursali a Kazimierz Dolny e nei suoi dintorni.
Le fotografie presentate all’Istituto Polacco di Roma mostrano la ricchezza della natura di uno dei più bei tratti dell’ultimo lungo fiume selvaggio d’Europa, e costituiscono una parte dell’esposizione contenuta presso la succursale Museo di Bellezze Naturali, che ha sede in un granaio della fine del XVI secolo. Il Museo raccoglie e cura collezioni con reperti geologici, paleontologici, botanici e zoologici, provenienti principalmente dal terreno Parco Paesaggistico di Kazimierz.
Palazzo Celejowski è uno degli edifici antichi più preziosi in Polonia e costituisce un esempio della piena fioritura dell’architettura borghese. Il maggior pregio di questo palazzo è la facciata principale con l’enorme attico (oltre 1/3 dell’altezza dell’intero edificio) con la ricca decorazione ornamentale e figurativa. Le forme della decorazione sono state tratte dal repertorio del sommo scultore italiano Santi Gucci e dei suoi seguaci. Il palazzo sorse prima del 1635, quando l’architettura della città raggiunse il suo maggior livello.
La Casa dei Kuncewicz, detta anche „Villa dello scoiattolo”, è stata costruita nel 1936. Apparteneva alla scrittrice Marii Kuncewiczowa e a suo marito Jerzy, avvocato, letterato e politico del movimento popolare. Attualmente è sede della Sede Letteraria del Museo sulla Vistola. È anche luogo per esposizioni di preziosi mobili, quadri di artisti legati a Kazimierz Dolny del periodo delle colonie artistiche, straordinari souvenir portati dai Kuncewicz dai loro viaggi in terre lontane, foto di famiglia e materiali d’archivio.
Il Museo dell’Arte Orafa è l’unica istituzione di questo tipo in Polonia che presenta oltre 1000 anni di storia dell’arte orafa polacca. La collezione raccoglie circa 2000 oggetti, prodotti dell’arte tanto antica quanto contemporanea.
Il Castello di Janowiec sulla Vistola, eretto all’inizio del XVI secolo, è stato la sede delle famiglie magnatizie dei Firlej, Tarło e Lubomirski. Alla sua costruzione sono legati alcuni eccelsi architetti e scultori: Santi Gucci Fiorentino, Giovanni Battista Falconi e Tielman van Gameren. Attualmente nelle tre sale al piano terra sono esposti alcuni oggetti della storia del passato del castello, appartenuti ai diversi suoi proprietari. Le attrazioni si dipanano a più livelli, dal meraviglioso chiostro alla splendida vista sul cortile del castello e sulla valle della Vistola.

Jan Michalak
Nella città di Kazimierz Dolny

La mostra Nella città di Kazimierz Dolny di Jan Michalak, come gran parte della ricerca dell’artista, ruota attorno alla sua città nativa: Kazimierz Dolny. Situata sulla riva della Vistola, nella regione Lubelskie, questa cittadina è considerata uno dei borghi più suggestivi e vivaci della Polonia. Fin dagli anni ’20 del secolo scorso scrittori, poeti e pittori cercano di definire il genius loci di Kazimierz esplorandone leggende e fatti, realtà e sogni. Jan Michalak è cresciuto in una famiglia che ha contribuito in modo particolare a scrivere la storia culturale di questa città, la famosa famiglia di artisti Michalak. Jan (nato nel 1979) coltiva le tradizioni e le ricerche delle generazioni precedenti in un’ottica innovativa. Come i suoi avi è un pittore, ma ama a volte far ricorso ad altri mezzi di espressione per potenziare l’effetto della pittura, che rimane il suo linguaggio privilegiato.
Per la mostra romana, che inaugura l’edizione 2017 del Festival Corso Polonia, dedicato quest’anno proprio alla Vistola, l’artista ha creato un vero e proprio “panorama” di Kazimierz Dolny, fatto di quadri ad olio, sculture e brevi video. L’idea dell’artista è di guidare il visitatore nel mondo della cittadina polacca. Jan Michalak ottiene quest’effetto  grazie a uno strabiliante gioco con le prospettive – così caratteristico per le sue opere – e un uso virtuoso delle sfumature coloristiche. Come scrive la critica Malgorzata Dorna, la sua pittura si colloca tra colorismo ed espressionismo, caratterizzandosi per un linguaggio proprio, le cui componenti sono l’uso dell’impasto (tessitura densa, colore pastoso), la semplificazione delle forme, il contorno multicolore e le macchie di luce piatte. Tale effetto è ottenuto anche grazie alle colorazioni – sempre rigorosamente preparate da lui – realizzate diluendo pigmenti puri con olio di lino.
Giocando con le prospettive l’artista dipinge l’essenza della città, la sua anima, con la quale si intuisce il suo profondo legame emotivo. E così dalle tele emergono la città onirica, il suo intrigo di angoli e scorci, le immagini della quotidianità e soprattutto l’architettura urbana, presentata sempre in modo simbolico ma molto preciso e coerente. Nei quadri di Jan il tempo è indeterminato, quasi sospeso.
Il viaggio nel cuore di Kazimierz Dolny è condotto anche attraverso una vera e propria installazione panoramica, con sculture e modelli architettonici di legno, stilisticamente coerenti con i quadri che rappresentano l’impianto della città e i suoi elementi più importanti.

Corso Polonia, in programma dall’8 al 24 giugno in diverse location della Capitale, è un’iniziativa realizzata dall’Istituto Polacco di Roma in collaborazione con l’Ente Nazionale Polacco per il Turismo.

 

Fotografie della Vistola dal 
Museo sulla Vistola di Kazimierz Dolny

(8 giugno – 31 luglio)
e
Jan Michalak
NELLA CITTÀ DI KAZIMIERZ DOLNY

(8 giugno – 30 settembre)

Istituto Polacco – Via Vittoria Colonna 1, Roma

Le mostre resteranno aperte con i seguenti orari:
lunedì – giovedì, 10 – 17
Su appuntamento (+39 06 36004641)
Ingresso libero