E’ online il video di “Breathing Istanbul”, brano di apertura di “Travel”, nuovo album del duo jazz Marco Vezzoso e Alessandro Collina

Da oggi, giovedì 7 ottobre, è online su YouTube il video di “Breathing Istanbul”, brano di apertura di “Travel”, il nuovo album del duo jazz MARCO VEZZOSO e ALESSANDRO COLLINA, interpretato insieme ai musicisti internazionali TRILOK GURTU e DOMINIQUE DI PIAZZA, in uscita il 15 ottobre in tutti i negozi e negli store digitali (Incipit/ Egea Music).

Il videoclip, visibile al seguente link https://youtu.be/u0eBHd_VK00, è stato realizzato con riprese tratte dal backstage dell’album. Immagini per rivivere i momenti più belli dell’incontro artistico in studio di registrazione dei quattro musicisti.

Breathing Istanbul” è una ballata che prepara e guida l’ascoltatore lungo un viaggio tra i brani dell’intero album. Una composizione che ricrea il vento che soffia quasi incessantemente su una porzione di mare con le sembianze di un fiume che divide la città e lega l’Europa all’Asia. Un miscuglio cosmopolita che coinvolge e affascina da secoli.

La città di Istanbul riflette bene la mescolanza di generi e di esperienze che i quattro artisti hanno condiviso in questo progetto, nel quale la musica lascia ampio spazio allo spettro sonoro di ognuno e permette loro di esprimersi al meglio.

Travel” raccoglie brani originali scritti a quattro mani dal trombettista Marco Vezzoso e dal pianista Alessandro Collina.

Le composizioni sono state poi eseguite dal duo insieme al celebre percussionista Trilok Gurtu, padre della world music, e Dominique Di Piazza, uno dei migliori bassisti al mondo, che si sono ritrovati in studio di registrazione a distanza di 30 anni dalla loro storica tournée mondiale con il chitarrista John McLaughlin.

Questa la tracklist di “Travel”:Breathing Istanbul”, “A Tuk Tuk for Phomn Pehn”, “Oslo No Light”, “Wake Up in Manila”, “Jakarta’s Skyline”, “Moonlight in Prague”, “Canton’s Mood”, “A Foggy Tokyo”.

Dominique Di Piazza: «Sono molto felice di aver ritrovato il mio amico Trilok in studio dopo 30 anni dalla nostra ultima esperienza e sembra che il tempo non sia passato. Mi ha fatto molto piacere risuonare con lui in un progetto di musica originale come questo, nel quale la musica lascia spazio allo spettro sonoro di ognuno e permette a noi tutti di esprimersi al meglio. Un grazie speciale a Marco e Alessandro che hanno costruito la musica in modo interessante con un forte potere melodico e armonico. È un piacere aver fatto parte di questo progetto con Marco Vezzoso, che trovo avere un suono di tromba fantastico, e con Alessandro Collina per il suo modo cosi armonioso di suonare il piano». 

Trilok Gurtu: «Sono felice di far parte di questo progetto con Marco, Alessandro e Dominique. Tra noi c’è stato subito un ottimo feeling in studio di registrazione. In un periodo difficile, come quello che abbiamo trascorso, è stata una vera boccata di ossigeno poter suonare di nuovo live con altri musicisti. “Travel” è un progetto discografico che racchiude musica originale genuina, onesta e innovatrice. Grazie a Marco e Alessandro per essersi presi cura di me con amore e rispetto».

Dal loro primo incontro musicale nel 2014, il duo formato dal trombettista piemontese Marco Vezzoso (che dal 2012 vive e insegna oltralpe presso il Conservatorio Nazionale di Nizza) e il pianista jazz ligure Alessandro Collina ha percorso molta strada conquistando fin da subito il Sol Levante.

Hanno all’attivo 5 album, numerosi concerti tra Francia e Italia e diversi tour internazionali. Nel 2015 il primo tour in Giappone, il cui live ad Osaka è stato registrato e pubblicato dall’etichetta giapponese DaVinci. Nel 2017, un lungo tour estivo li porta ad esibirsi in Cambogia, Indonesia e nuovamente in Giappone, con un concerto di chiusura a Tokyo. Negli anni a seguire girano live Indonesia, Malesia, Repubblica Ceca (2018), Norvegia e Cina, dove hanno rappresentato l’Italia al primo Festival Europeo del Jazz a Canton (2019) e Turchia (2020).

Nel 2020 pubblicano “Italian Spirit”, un disco che celebra il loro sodalizio artistico cominciato in Giappone e arrivato fino in Cina passando per Cambogia, Indonesia e Malesia. L’album racchiude 11 tra le più belle canzoni degli ultimi 30 anni del secolo scorso, rivisitate in chiave acustica. Da Vasco Rossi a Samuele Bersani passando per Lucio Dalla e i Tiromancino, con arrangiamenti sofisticati e delicati gli artisti offrono una rilettura inaspettata di brani che hanno segnato la musica leggera italiana, creando un ponte generazionale che unisce la musica leggera al jazz.

Recentemente il duo, insieme al percussionista Andrea Marchesini, ha presentato il disco dal vivo in collegamento streaming per il pubblico di Tokyo. Sulla scia del successo ottenuto dal live, il 9 luglio la ITI Records (casa discografica di Tampa – USA) ha pubblicato per il mercato degli Stati Uniti e Giappone “Italian Spirit Live in Japan”, attualmente in rotazione su oltre 50 radio statunitensi.

L’album è stato recensito dalla prestigiosa rivista jazz DownBeat, aggiudicandosi 3 stelle e mezzo su 5, ed è entrato a far parte delle Charts Americane.