“Fuori dall’arca”, sei storie per ingannare la morte. La mostra alla Galleria della Molinella di Faenza

“Fuori dall’arca”, sei storie per ingannare la morte. La mostra alla Galleria della Molinella di Faenza

“Fuori dall’arca”, sei storie per ingannare la morte. La mostra alla Galleria della Molinella di Faenza – Mirco Denicolò espone il suo ultimo lavoro ispirato al patriarca Noè alla Galleria della Molinella di Faenza (23 marzo – 8 aprile)

Fuori dall’arca di Mirco Denicolò a cura di Anna Maria Bernucci è il nuovo progetto espositivo presentato alla Galleria della Molinella di Faenza dal 23 marzo all’8 aprile 2018. Sei tavole in ceramica e un video che prendono ispirazione dalla storia biblica del patriarca Noè per riflettere sui temi del viaggio, della morte e delle eredità. Sei opere formate da piastre in ceramica che raccontano sei episodi: Noè cullato dagli animali, un sogno di Noè, le creature marine del Diluvio, Noè agricoltore, la dissoluzione del corpo di Noè e una passeggiata nei territori della morte.

L’artista da tempo lavora sul racconto. La materia ceramica, medium artistico mai abbandonato in tutta la sua carriera, a volte intersecato al video, diventa un semplice supporto sul quale raffigurare e graffiare storie che si sviluppano su più quadri come nelle strisce di un fumetto o come le predelle di un polittico d’altare. Sono immagini stilizzate e archetipiche che trasformano il racconto biblico in una fiaba poetica e sognata. L’artista è attratto dalla fragilità di Noè, dal fallimento del suo viaggio che non riesce comunque a ripristinare la pace. “È un patriarca che obbedisce e non si ribella, – spiega – porta alla fine il compito assegnatogli, e solo alla fine, si lamenta per la morte provocata dal diluvio e disobbedisce all’invito di ‘moltiplicarsi. Sono attratto dalla fragilità, per dirla con un maestro rabbino, dalla claudiancza, ho la sensazione che mi descriva’”.

Tutte le storie in mostra hanno un solo filo conduttore, quello della fine della vita e dell’eredità che si lascia dopo la morte.

“Ho un’età in cui la morte non è più un’idea – spiega Denicolò – ma qualcosa di cui faccio esperienza. Verso la fine della mostra ho immaginato la morte di Noè e l’ho rappresentata. Poi ho visto una terra della morte ed ho scritto un elenco di istruzioni per ingannare la morte: è l’ultima opera, il video».

La mostra inaugura il 23 marzo, ore 18.00

Bio

Mirco Denicolò è nato a Cattolica (RN) nel 1962. Diplomato nel 1981 all’Istituto Statale d’Arte di Pesaro e 1983 all’Istituto Statale d’Arte di Faenza. Ha iniziato l’esposizione della sua attività artistica nel 1987. Fino al 2003 ha lavorato per l’industria ceramica come ricercatore. Dal 1999 è docente presso l’ISIA (Istituto Superiore Industrie Artistiche) di Faenza. Dal 2008 insegna Disegno presso la scuola comunale di disegno Minardi di Faenza. Negli ultimi anni traduce le sue opere ceramiche in video di animazione e libri d’autore. Sue opere sono presenti in collezioni, pubbliche e private, ed in musei in Italia e all’estero; esposizione permanente presso le gallerie Terre Rare di Bologna e Gulli Arte di Savona.

Scheda della mostra

Artista: Mirco Denicolò

Titolo della mostra: Fuori dall’Arca. Sonni, terre, passeggiate e altri metodi per ingannare la morte.

Sede: Faenza, Galleria della Molinella, voltone della Molinella

Durata: 24 marzo – 8 aprile 2018

Curatrice: Anna Maria Bernucci

Inaugurazione: 23 marzo, ore 18.00

Apertura: Martedì, mercoledì, venerdì: 16.00 – 19.00. Giovedì, sabato, domenica: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi