Confusione Fest concerti dal 22 al 27 settembre

Confusione Fest concerti dal 22 al 27 settembre

CONFUSIONE FEST

UNA RASSEGNA NATA

Dalla Fusione di

LET IT BEER & L’ASINO CHE VOLA

LA PROGRAMMAZIONE DAL 22 AL 27 SETTEMBRE 

Confusione Fest

Via Galla Placidia 184 – Roma

live music dalle 21.30 alle 23.30

Info: 3382751028 – 3939413368

(prenotazione obbligatoria)

 Aperto tutti i giorni dalle 17 alle 2.00

parcheggio custodito in area / 2€

food truck / MOZAO – Street Food & Banqueting – Pret-à-Polpett

cocktail bar – birreria – winetasting

MARTEDI’ 22 SETTEMBRE

DISTILLERIA CLANDESTINA & FRIENDS

Martedì 22 settembre sul palco del Confusione Fest, Distilleria Clandestina un concerto. La band nasce nel febbraio del 2020 con la missione di “distillare” brani in chiave heavy blues. Energia, intensità, live interplay e divertimento sono le caratteristiche distintive di questo gruppo. Il repertorio è composto da grandi classici di Jimi Hendrix, Buddy Guy, Gary Moore, Jeff Beck, Beth Hart, Joe Bonamassa, Kingdom Come e ZZTop.

INIZIO CONCERTO ORE 21:30

Prima consumazione 5€

Line-up

Micaela Bruno, Voce

Massi Circelli, Chitarra

Marco Palazzi, Tastiere

Daniele Pulpito, Basso

Giorgio Gallo, Batteria

MERCOLEDI’ 23 SETTEMBRE

FUNKY’S RETIREDS IN CONCERTO 

Da una idea di Pasquale Schembri nascono i “Funky’s Retireds”. Per rendere omaggio alla musica Soul e Funky, dei mitici Blood, Sweat & Tears, Tower of Power e Chicago si raduna quindi un gruppo di amici musicisti con il piacere di suonare insieme, divertirsi e far divertire. Sotto la guida di Maria Grazia Fontana al piano, tastiere e cori ci sono: Alessandro Coppola e Simone Tortolo alle voci; Giovanni Schembri alla batteria; Stefano Scoarughi al basso; Fabio Pajoncini Ottaviani alla chitarra e cori; Ferruccio Corsi al sassofono, Stan Adams al trombone e, naturalmente, Pasquale Schembri alla tromba.

INIZIO CONCERTO ORE 21:30

Prima consumazione 10€

GIOVEDI’ 24 SETTEMBRE

PROPHILAX IN CONCERTO

Il gruppo è conosciuto, almeno inizialmente, solo grazie al passaparola dei fan nella scena underground romana e viterbese e per essere stati i primi vincitori del festival “Emergenza Rock”. Le audiocassette demo-tape del gruppo – Viaggio nella dimensione anale, Voci dall’oltrechiavica (1991), Il signore delle fogne (1993), Under Cool (1994) e Nerkiology (1996) (questi ultimi tre usciti anche come album veri e propri), venivano distribuite esclusivamente come copie pirata (senza registrazione alla SIAE) tra amici e parenti, così come le giocose locandine fotocopiate e appese nei quartieri della capitale e del viterbese prima dei concerti. Riuscirono a suonare frequentemente non solo a Roma, ma anche a riempire di pubblico il centro sociale di Viterbo nel ’94, suscitando una breve contestazione tra alcuni appartenenti.

Il primo CD ufficiale della band, Il quinto escremento, è uscito nel 2003, prodotto da Christian Ice nei “Temple of Noise”, edito dalla “Domani Musica” e distribuito dalla “Frontiers”. Un secondo CD, Analive, è uscito nel novembre 2005 ed è una raccolta in due dischi di brani live dal 2001 al 2005.

I titoli di alcuni tra i pezzi più famosi dei Prophilax – “Dora daccela ancora”, “Don Mignotte”, “Preda del Raptus Anale” e “Trombòpolis” – possono far comprendere il perché della catalogazione del gruppo in un particolare ambito del rock demenziale: il gruppo viene, infatti, definito come pioniere del “Porno Rock”. I Prophilax sono autori anche di alcuni goliardici ridoppiaggi: a partire da un famoso film (“Puttanic” da Titanic) e da una puntata di serie televisive (“Beverly Holes – Froci a Beverly Hills” e “Biuticul” rispettivamente da Beverly Hills 90210 e Beautiful), tutti gratuitamente reperibili dal loro sito. Da segnalare, inoltre, il mediometraggio horror demenziale “Il giorno del Nerkiopiteco”, diretto da Fabio Pinci e proiettato ad alcuni concerti, così come anche i ridoppiaggi citati. I componenti che fanno stabilmente parte del gruppo sono Fabio Pinci (“Ceppaflex”) alla voce e Ludovico Piccinini (“Sbohr”) alle chitarre. Agli altri strumenti si alternano, di volta in volta, musicisti diversi.

Sul loro sito ufficiale i Prophilax hanno a messo a disposizione per il download i loro primi tre album, che raccolgono tutte le canzoni che il gruppo ha scritto negli anni ’90 e precedentemente reperibili solo tramite i demo-tape. A causa della larga distribuzione underground e sulle reti di file sharing e per la presenza in diverse canzoni della stessa voce (Fabio Pinci), i Prophilax sono spesso confusi col gruppo romano dei San Culamo, altro gruppo rock demenziale specializzato però in canzoni dal carattere blasfemo, di cui fanno parte (o hanno fatto parte) anche alcuni membri dei Prophilax.

Il 25 gennaio 2008 è uscito in anteprima sul MySpace del gruppo, e successivamente sul sito ufficiale, un brano in anteprima dal nuovo album (“Coito Ergo Sum”): “Silicojone”, brano che ironizza sul degrado del ruolo femmnile in televisione e sul deprecabile modo in cui nascono al giorno d’oggi certe carriere televisive. Successivamente, sul MySpace della band viene proposto un secondo brano, “Mandami in radio col beep”, in cui si denuncia in maniera ironicamente autocensurata la falsità e la retorica della musica italiana. Entrambe i brani sono andati in onda su Radio Rock e Radio Rock Italia, note emittenti locali.

Il 7 marzo 2008 nel corso di un concerto nella discoteca romana “Alpheus” è stato presentato ufficialmente “Coito Ergo Sum”, un disco dove parte della volgarità del gruppo romano viene superata a favore di critiche più mirate e relative a tematiche attuali e da sempre esposte dal gruppo, come l’ ipocrisia del clero, trattata in “Clero ttura de cojoni”, politica e precariato (“Altri cazzi, stessi culi”), il degrado dell ruolo femminile in tv nel già citato “Silicojone”, il clima di tensione nei confronti dei vigili urbani (“Figli di cani”), e, per certi versi, seppur con voluta leggerezza, la discriminazione dei gay (“Vivo col gay”) e del sesso libero in generale (“Vivi e lascia chiavare”). Lo spirito porno rock rimane comunque ancora forte soprattutto in canzoni come “Ti Ano” o “Big Bamboo”. Nel corso del concerto è stato inoltre annunciato che – in occasione di una prossima performance del gruppo – è prevista la registrazione del concerto per realizzazione del primo dvd live della band.

Il Porn Rock dei Prophilax vi aspetta! 

INIZIO CONCERTO ORE 21:30

Prima consumazione 10€

Fabio “Ceppaflex” Pinci – voce

Ludovico “Sbohr” Piccinini – chitarra e basso studio

David “Spermon” Folchitto – batteria

Christian “Sventrakul” Ice – fonico e produttore

Viola Milano – basso live

Gloria Hole e Madame Lonkù – Cori

VENERDI’ 25 SETTEMBRE

UMBERTO MARIA GIARDINI

Più noto al grosso pubblico con lo pseudonimo di Moltheni, Umberto Maria Giardini inizia la sua storia solista nel 2012 con l’album d’esordio “La dieta dell’imperatrice”. Coccolato da sempre dall’etichetta di Pordenone. La Tempesta dischi, la sua carriera è stata sempre caratterizzata da una riconoscibilità tutt’altro che banale. Scrittore sopraffino dal carattere schivo soprattutto verso il sistema mainstream poco calzante con il suo modus operandi, UMG è sicuramente uno dei padri fondatori del movimento musicale alternativo italiano ancor oggi in piena attività. Da Moltheni a Pineda, da Stella Maris a se stesso, tante sono le impersonificazioni che hanno caratterizzato la sua longeva attività. Sempre una garanzia per eleganza e capacità espressivo-comunicative. 

INIZIO CONCERTO ORE 21:30

Prima consumazione 8€

SABATO 26 SETTEMBRE

BANDABARDÒ-DUO FERNANDEZ 

Sabato 26 settembre un appuntamento da non perdere al Confusione Fest con il duo Fernandez composto da Erriquez e Finaz, ovvero le due anime cantautorali della Bandabardò, gruppo toscano attivo da oltre 25 anni e vero e proprio simbolo del folk rock italiano. Un progetto musicale che si muove in parallelo alla band allargata e che si presenta come un intenso racconto musicale dal carattere allegro e poetico. In questo concerto il duo proporrà gran parte del repertorio della Bandabardò in chiave acustica alternando grandi successi a brani meno noti ma non per questo meno belli. Non mancheranno anche alcune rivisitazioni di cover famose che spaziano tra il cantautorato italiano (come “Amarsi un Po’”, di Battisti) fino a raggiungere grandi successi della world music come “La Vida es Una Tombola di Manu Chao”. Una serata diversa, dunque, senza dubbio dal carattere più intimo che vedrà protagonista due delle figure chiave di una band nata nel 1993 che continua ancora ad emozionare il pubblico.

INIZIO SPETTACOLO ORE 21:30

Prima consumazione 13€ 

DOMENICA 27 SETTEMBRE

MARK ZERO (DEEP PURPLE TRIBUTE)

Mark Zero Deep Purple Tribute – Made in Japan Live

INIZIO SPETTACOLO ORE 21:30

Prima consumazione 5€

Line-up

Giorgio Lorito vox

Daniele Marcante guitar

Roberto Palladino drums

Raf Ferrari hammond

Giuseppe D’Amato bass