Claudia Losi Being. There. Oltre il giardino

Dal 19 novembre al 26 dicembre 2021, si svolgerà presso la Hansen House di Gerusalemme una nuova tappa del progetto Being There. Oltre il giardino dell’artista Claudia Losi, a cura di Leonardo Regano, promosso dalla Rocca Roveresca di Senigallia, istituto della Direzione Regionale Musei delle Marche in collaborazione con NTU – Centre for Contemporary Art – Singapore, Collezione Maramotti di Reggio Emilia, Bezalel Academy of Arts and Design di Gerusalemme, e Center for Mind/Brain Sciences dell’Università di Trento e Rovereto e realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (IX edizione, 2020), programma di promozione dell’arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Con Being There. Oltre il giardino, Claudia Losi prosegue la sua indagine sulla complessa relazione tra l’essere umano, l’ambiente in cui vive e la lingua con la quale comunica. Una ricerca avviata nel 2006 con un viaggio collettivo in Scozia verso St Kilda, nelle Ebridi Esterne, e proseguita nel 2016 in occasione della personale How do I imagine being therepresso la Collezione Maramotti di Reggio Emilia. L’artista lavora sull’ambiguità del concetto di paesaggio, sulla percezione dell’ambiente intorno a noi e sul labile confine tra contesto naturale e antropizzato. Losi propone un intervento di confronto su questi temi, mettendo in relazione realtà molto diverse tra loro quali Singapore, città-isola vicino all’Equatore votata a un’idea di futuro in cui il rapporto con l’ambiente naturale è tema centrale e controverso; l’Italia, sua terra d’origine, con la sua forte, stratificata tradizione paesaggistica e le complesse dinamiche antropiche; e infine Israele, scelta dopo una residenza di alcuni anni fa, in quanto terra in cui i concetti di luogo naturale e territorio assumono particolari connotati sociopolitici e filosofici. Nazioni in cui la relazione tra il “naturale”, l’antropico, il letterario, il politico alimenta macro narrazioni d’inesauribile complessità.

Being There. Oltre il giardino ha preso simbolicamente avvio nel febbraio 2021 dal NTU-Centre for Contemporary Art di Singapore, un momento scelto come restituzione del periodo che l’artista ha trascorso in residenza nel paese asiatico. Losi ha impostato un confronto partendo dall’idea di luogo naturale analizzato attraverso apposite call e programmi di workshop e incontri e mostre, rilanciati dai vari enti partner. Dal 19 novembre al 26 dicembre 2021, gli spazi del centro culturale Hansen House di Gerusalemme ospiteranno una selezione di lavori dell’artista, che declinano questa sua ricerca in un percorso espositivo articolato nell’utilizzo di diversi media. Untitled Animals (2017) è un’installazione ambientale composta da una serie di tessuti in seta stampati e tinti con colori di origine naturale, destinati a modificarsi nel tempo e che creano nella sala un paesaggio “animale” da attraversare; segue una struttura sospesa simile a una tenda da campeggio in materiale opalescente ricamata con fili, lasciati liberi, non annodati dentro la quale l’artista invita lo spettatore a entrare e a guardare lo spazio esterno attraversando il lavoro Dove stare (2021). Il video Being Elsewhere (2009), realizzato durante un viaggio nell’arcipelago delle Ebridi e proiettato e riflesso all’interno della cisterna, rappresenta l’incipit di questa ricerca sulla relazione tra categorie quali corporeità/memoria, luogo/paesaggio, identità/immaginario. Venerdì 19 novembre alle ore 12 (ora locale), Losi presenterà anche una performance che la vede direttamente coinvolta nella realizzazione di piccoli amuleti di terra cruda, esseri misteriosi dalle sembianze metà umane e metà animali, che dissemina poi in aree quasi nascoste del giardino esterno, lasciandole ad abitare gli spazi e il paesaggio di Hansen House.

Le successive tappe del progetto coinvolgeranno il CIMeC–Centro Interdipartimentale Mente/Cervello dell’Università di Trento e Rovereto, a garanzia dell’approccio scientifico che guida la ricerca dell’artista, e la Rocca Roveresca della Direzione Regionale Musei delle Marche dove l’artista soggiornerà in residenza in diversi momenti sul territorio marchigiano. Parallelamente, il progetto sarà raccontato passo dopo passo attraverso il blog www.beingthereoltreilgiardino.com con il progetto grafico di Giulia Ripa.

I contributi visivi e narrativi raccolti nel corso di questa esperienza di ricerca verranno rielaborati per la realizzazione di un libro opera che sarà presentato alla Collezione Maramotti, in edizione limitata e numerata, e di un libro d’artista in cui sarà tracciata una riflessione poetico-teorica intorno a questo viaggio reale e immaginario. Contemporaneamente, le indagini di Losi confluiranno in un’opera prodotta per la Rocca Roveresca di Senigallia, un grande tessuto-arazzo realizzato in collaborazione con il centro di ricerca sul tessile Lottozero di Prato, che su di sé mostra la trasposizione grafica dei contributi ricevuti dall’artista durante i diversi step del progetto. La presentazione dell’opera coinciderà con una mostra personale dell’artista nei locali della Rocca di Senigallia che ne illustra il processo di produzione e testimonia le varie fasi del progetto Being There. Oltre il giardino.

Claudia Losi
Being There. Oltre il giardino
A cura di Leonardo Regano

Realizzato grazie al sostegno di
Italian Council (IX edizione, 2020), programma di promozione dell’arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Soggetto Proponente
Rocca Roveresca di Senigallia – Direzione Regionale Musei delle Marche

Museo Beneficiario
Rocca Roveresca di Senigallia

In collaborazione con
CIMeC–Centro Interdipartimentale Mente/Cervello dell’Università di Trento e Rovereto
Collezione Maramotti, Reggio Emilia
NTU – Centre for Contemporary Art – Singapore
Bezalel Academy of Arts and Design, Gerusalemme