Chi ama sostiene, i progetti dell’Associazione Sostenitori del Regio e degli International Friends of Festival Verdi

Chi ama sostiene, i progetti dell’Associazione Sostenitori del Regio e degli International Friends of Festival Verdi

Chi ama sostiene, i progetti dell’Associazione Sostenitori del Regio e degli International Friends of Festival Verdi – L’Associazione dei Sostenitori del Teatro Regio di Parma punta ad ampliarsi e a coinvolgere cittadini e associazioni del territorio. Gli International Friends of Festival Verdi, a cui è stato riconosciuto lo status di non-profit, presentano a New York il secondo evento annuale di fundraising alla Casa Italiana Zerilli Marimò

Si è tenuto nei giorni scorsi al Teatro Regio di Parma un incontro con i rappresentanti dei Rotary Club di Parma e con le rappresentanti di Soroptimist Club Parma nel quale insieme ai membri dell’Associazione Sostenitori del Teatro Regio di Parma e al Direttore generale Anna Maria Meo si è avviato un confronto con l’obiettivo di ampliare e strutturare l’Associazione dei Sostenitori del Teatro Regio. Nata nel 2012 per affiancare il Teatro nella promozione dei suoi valori e del suo patrimonio storico e artistico, l’Associazione opera per sostenere le attività di restauro conservativo, per promuovere i progetti speciali, sociali ed educativi realizzati dalla Fondazione Teatro Regio di Parma, per contribuire alla crescita dell’interesse intorno al Teatro e ai suoi progetti, per fornire ai Soci la possibilità di arricchire le proprie conoscenze attraverso le attività culturali promosse.

Obiettivi importanti per i quali l’Associazione Sostenitori del Teatro Regio desidera coinvolgere sempre più tutti coloro che nel tessuto cittadino e territoriale sono sensibili alla musica e alla cultura, ma non solo, essendo il Teatro Regio tra le principali istituzioni alle quali la città di Parma è associata nel mondo e che dunque chiama alla partecipazione ciascuno di noi.

Chi ama sostiene – dichiara Anna Maria Meo. Riprendo e rilancio il claim della campagna che solo pochi anni fa il Teatro aveva diffuso per sottolineare quanto sia importante che la comunità di privati cittadini, associazioni, club operi gratuitamente a sostegno delle istituzioni e al fianco delle grandi aziende partner e sponsor del Teatro Regio. L’invito è rivolto proprio a ciascuno di noi, a diventare membro dell’Associazione, a farla conoscere e a far associare le persone vicine a noi. Il Teatro Regio di Parma è patrimonio comune che come tale richiede di essere accudito e promosso e ciascuno deve sentirsi chiamato a concorrere a preservarlo e a stimolarne la crescita e lo sviluppo”.

Iscriversi all’associazione dei Sostenitori del Teatro Regio è semplice ed è possibile farlo contattando Rossella Ronca (tel. 0521 203995 – r.ronca@teatroregioparma.it) o effettuando una donazione su teatroregioparma.it. Ogni gesto è per il Teatro Regio significativo e prezioso. Inoltre grazie all’Art Bonus su ogni donazione si ha una agevolazione fiscale del 65%.

“Desidero ringraziare Zaira Dalla Rosa Prati, Presidente dell’Associazione Sostenitori, – prosegue Anna Maria Meo – e ciascuno dei Soci che in questi anni hanno lavorato insieme a lei per l’entusiasmo profuso in questi anni e sono certa di poter contare sulla collaborazione di ciascuno per questa nuova fase di crescita, per la quale l’Associazione deve maturare e crescere in modo significativo”.

“Estendo il mio ringraziamento ai rappresentanti dei Rotary Club di Parma e alle rappresentanti di Soroptimist e mi auguro nei prossimi giorni, non appena rientrerò da un importante viaggio all’estero per la promozione del Festival Verdi e la realizzazione di nuove coproduzioni, di poter incontrare anche i rappresentanti di Lions Parma Host e di Inner Wheel Club Parma Est”.

“Questo percorso di coinvolgimento e partecipazione che stiamo attivando sul territorio trova la sua eco oltreoceano, a New York, dove con l’associazione fondata negli USA degli International Friends of Festival Verdi Inc, alla quale è stato recentemente riconosciuto, dopo un lungo e delicato iter, lo status giuridico e fiscale di non-profit identificato dalla sigla 501 (c)(3), che consente alle aziende e ai privati cittadini Americani di poter godere delle agevolazioni fiscali per le donazioni effettuate a suo favore, stiamo promuovendo il secondo evento annuale dell’associazione in programma il 12 giugno presso la Casa Italiana – Zerilli Marimò NYU a cui sono attesi circa 100 ospiti, liberi professionisti, avvocati, imprenditori, finanzieri, immobiliaristi, tra loro Marian Pardo, Presidente della Columbus Citizens Foundation”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi